Supportiamo la lotta contro il cambiamento climatico insieme a Glac-UP

Il mondo sta affrontando molte sfide, e una delle più importanti è costituita dal cambiamento climatico. Ad IG crediamo che dovremmo collaborare tutti per affrontare queste sfide. Prendiamo seriamente i nostri impegni ambientali, sociali e di governance (ESG, ovvero environmental, social, governance) e cogliamo l’opportunità di offrire il nostro contributo per iniziative e cause meritevoli.

A tal fine, abbiamo deciso di unirci a Glac-UP, una start-up italiana costituita come ‘società benefit’ che sta facendo la sua parte per aumentare la consapevolezza sul riscaldamento globale. Collaborazioni come queste sono importanti perché ci permettono di massimizzare l’impatto positivo che possiamo avere.

Per aprire un conto, chiamaci al numero verde 058 810 77 41 dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 18:00 orario CEST

Contattaci: 058 810 77 41

Per aprire un conto, chiamaci al numero verde 058 810 77 41 dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 18:00 orario CEST

Contattaci: 058 810 77 41

Lo scioglimento dei ghiacciai: una sfida cruciale a livello ambientale

I ghiacciai si stanno sciogliendo ad un ritmo senza precedenti a causa del cambiamento delle temperature a causa delle emissioni di CO2 e di altri gas in grado di alterare il clima in relazione alle attività umane.

Tra il 1900 e oggi1si è sciolta la metà dei ghiacciai delle Alpi, e si prevede che entro la fine del secolo ne scomparirà il 90%.2

Gli scienziati ritengono che, quand’anche oggi fissassimo gli obiettivi delle emissioni nette di CO2 a zero, cominceremo a vedere un effetto positivo sulle temperature globali solo per il 2050. Secondo le conclusioni del Gruppo Intergovernativo di Esperti sul Cambiamento Climatico (Intergovernmental Panel on Climate Change, IPCC), nel suo Quinto Rapporto di Valutazione (Fifth Assessment Report, AR5), e l’Accordo di Parigi del 2015, si tratta di un ritardo che i ghiacciai delle Alpi non possono permettersi.

Perché dovremmo preoccuparci dei ghiacciai delle Alpi?

I ghiacciai delle Alpi sono una fonte di acqua dolce e consentono il deflusso, che fa parte del ciclo naturale dell’acqua. Hanno anche un ruolo nella navigazione fluviale, nell’irrigazione e nella produzione di energia elettrica, e contribuiscono a mitigare i rischi e i danni alle infrastrutture provocati da calamità naturali.

Qual è la mission di Glac-UP?

La mission di Glac-UP è mirabilmente ambiziosa: proteggere e preservare i ghiacciai delle Alpi. L’organizzazione si impegna a conseguire questo obiettivo aumentando la consapevolezza sul cambiamento climatico e i suoi effetti, ed enfatizzando l’importanza di far sì che la sostenibilità divenga un forte impegno nelle nostre attività quotidiane.

Per aumentare ulteriormente la consapevolezza del pubblico e garantire il massimo impatto, Glac-UP promuove anche progetti volti a tutelare specifici ghiacciai, in particolare coinvolgendo persone, società, scienziati, autorità e comunità locali.

Il primo ghiacciaio che Glac-UP cerca di preservare è il ghiacciaio del Presena nelle Alpi italiane.

A tal fine, l’organizzazione aiuterà a installare, mantenere e rimuovere dei teli di protezione posti sulla superficie del ghiacciaio durante i mesi più caldi per limitare il tasso di scioglimento dei ghiacci. Questo metodo di protezione a breve termine aiuterà a preservare ogni estate il ghiaccio e la neve per uno spessore di circa due/tre metri. Il metodo ha cominciato ad essere utilizzato nel 2008 dal Consorzio Pontedilegno-Tonale, senza il cui impegno il ghiacciaio oggi non esisterebbe più.

In che modo IG supporterà Glac-UP?

Comprendiamo gli effetti potenzialmente devastanti del cambiamento climatico e ci impegniamo a fare il possibile per contribuire alla tutela dell’ambiente. La collaborazione con Glac-UP è uno dei modi in cui speriamo di fare proprio questo.

  1. Faremo attività di mirroring delle iniziative di Glac-UP, aumentando la consapevolezza sullo scioglimento dei ghiacciai tra i nostri clienti, dipendenti e altri partner.
  2. Abbiamo adottato 10.000 metri quadri del ghiacciaio del Presena a supporto degli sforzi per la copertura protettiva durante i mesi più caldi per contribuire a preservare questa attrazione turistica internazionale.