Trading range

La struttura del mercato, a volte, ci invita a fare del trading di tipo “range”, dovuto proprio all’ambiente laterale che si può verificare nel mercato.

In teoria, il trading range è un “box” o “scatola”, nella quale vengono racchiusi i prezzi con una banda alta che fa da resistenza e una banda bassa che fa da supporto.

Come si può notare nell’immagine sopra, il prezzo è all’interno di un box e tende a rimbalzare proprio quando arriva nella parte bassa e nella parte alta.

Personalmente, questo tipo di configurazione la utilizzo cercando di trovare uno dei miei segnali di Price Action all’interno del box laterale, ma solo in uno dei due estremi: buy se avrò il mio segnale nella parte bassa (supporto) e sell se avrò il mio segnale nella parte alta (resistenza).

Come si può notare dal grafico del cross EUR/JPY sopra riportato, ci troviamo in una struttura a trading range.

Il prezzo è in un box tra 134.00 e 131.80, perciò mi può dare delle opportunità di trading dove ho segnato il rettangolo evidenziato, ovvero nella parte bassa o alta del trading range.

Da regole del mio piano di trading, non cerco mai di entrare nel mercato all’interno del trading range, perché può essere pericoloso: si deve cercare di entrare solo ai due estremi oppure, se il prezzo dovesse uscire in chiusura di candela sopra o sotto il box, potrei cercare un segnale per la continuazione della tendenza in favore della rottura con il prezzo che fa pull back proprio sul livello di supporto/resistenza precedente, come si nota nell’immagine sotto.

Altro mercato che mostra un chiarissimo trading range con possibili opportunità di Price Action in una delle due bande di supporto o resistenza, è quello del cambio valutario GBP/USD, come si vede dall’immagine sotto.

Anche qui, la fuoriuscita dal range nella parte alta porta ad un consolidamento dei prezzi sopra la ex resistenza del box, con rimbalzo su questa dopo un pull back. I possibili segnali di Price Action che si vengono a creare su questa zona sono dei “trigger” per poter fare una buona operazione di trading, seguendo il trend rialzista avviato con la rottura del box.

Per segnare le due zone chiave del box, generalmente dobbiamo ragionare più sulle chiusure del prezzo che sui massimi o i minimi, dando attenzione particolare ai numeri tondi (le figure 00 o 0.50) vicino a questi livelli. Nell’esempio sopra abbiamo la parte alta che quotava 1.3300 e la parte bassa invece 1.3050.

Partecipa ai nostri webinar

Vai al calendario e scegli l'argomento che ti interessa approfondire insieme ai nostri esperti, tra cui Arduino Schenato.

Cosa aspetti? Apri un conto

Aprire un conto è totalmente gratuito e in pochi minuti sarai pronto a fare trading.

Contattaci

Siamo disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 (CET) al numero verde:

800 897 582

In alternativa puoi scriverci all'indirizzo email italiandesk@ig.com

Conto demo

Esplora la nostra piattaforma di trading pluripremiata, attraverso il nostro conto demo gratuito.