FtseMib al test dei minimi degli ultimi due mesi

L'indice di Piazza Affari si è avvicinato al supporto strategico di 20.550 punti.

bg_italian_stock_exchange_1150517
Fonte: Bloomberg

Ci riprova il Italy 40 ad avvicinarsi alla supporto strategico, collocato a 20.550 punti. La debolezza degli ultimi giorni ha generato scetticismo che si è tramutato in vendite. In due sedute siamo scesi sotto la soglia dei 21 mila punti, livello mai rotto con decisione dopo i recenti tentativi di rimbalzo, e stamane l'indice è tornato al test dei minimi degli ultimi due mesi.
L'importanza di tale livello è fondamentale visti i test ripetuti. Inoltre, da qui ora passa anche la trend line che congiunge i minimi di febbraio con quelli di aprile.

Un'eventuale cedimento potrebbe così portare a un'estensione della flessione verso il target successivo, collocato a 19.950 punti, dove rimane aperto il gap rialzista generatori dopo il primo turno elettorale francese. Qui si sta avvicinando anche la trend line che unisce i minimi di novembre-dicembre scorsi, tra l'altro parallella alla precedente. E' questo un livello interessante, al di sotto del quale si assisterebbe a una sensibile perdita di spinta, con probabile ritorno verso 18.500 punti, minimi del 2017.

Indicazioni rialziste interessanti si creerebbero solo con due chiusure sopra area 21.000 punti, eventualità questa che rilancerebbe l'opportunità di tornare verso 21.800.

italy40_21
Fonte: Bloomberg

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.