Fed e Olanda, Dax attende al ridosso dei massimi

L'indice tedesco oscilla poco sopra i 12 mila punti in attesa dell'annuncio della Federal Reserve e dei risultati delle elezioni olandesi.

bg_dax_122082
Fonte: Bloomberg

Sosta al ridosso dei massimi di inizio mese l'indice Dax quando manca solo qualche ora all'annuncio della Federal Reserve. Il mercato incorpora già un rialzo dei tassi d'interesse, pertanto l'attenzione sarà rivolta quasi unicamente alle aspettative sulle prossime decisioni. Osservato speciale sarà il grafico dei dots plot, che sintetizza le aspettative dei governatori sul livello dei tassi a fine di ogni trimestre.

A disposizione degli investitori ci saranno anche le nuove proiezioni sulla crescita del Pil e dell'inflazione. La sensazione è che il mercato potrebbe innervosirsi se la Fed dovesse apparire più aggressiva. In questo momento, la curva per scadenze statunitense sembra dire che la crescita di lungo periodo non sia così forte e solida tanto da assorbire dei rialzi dei tassi ripetuti.

Non solo Fed, però. Gli operatori restano in attesa anche dei risultati del voto in Olanda. Sebbene le prime proiezioni saranno a disposizione questa sera alle 21, per i risultati ufficiali dovremmo attendere il 21 marzo. A meno che i risultati non siano molto vicini, già domattina però potremmo sapere quale partito ha vinto. Per i mercati può non essere un risk event dato che l'iter per la formazione del governo potrebbe durare molto tempo, visti i consensi molto vicini tra i vari partiti.

Per le borse quali prospettive?

Se la Fed dovesse mostrarsi più cauta, le borse potrebbero festeggiare. L'Europa ha ancora molto da recuperare rispetto agli altri indici mondiali e il sottopeso dei gestori mondiali sull'area è molto forte.

L'indice Dax sembra essere ormai diretto verso i 12.400 punti, massimi storici toccati ad aprile 2015. Per puntare a questo livello, occorre superare di slancio i 12.080 punti toccati a inizio mese, mentre per superarlo, dovremmo attendere un dissolvimento dei timori politici in Europa. 

germany30_1503
Fonte: piattaforma IG

Il sentiment rimane ancora robusto e questo lo si evince dal fatto che l'indice non si è scomposto più di tanto, neanche nelle sedute di debolezza. Il primo livello di supporto passa per 11.920 punti, minimi testati più volte nelle ultime due settimane e primo ritracciamento di Fibonacci nell'ascesa partita dai minimi di inizio anno.

Un cedimento di tale riferimento potrebbe aprire a cali più importanti verso 11.670 punti e poi a 11.430 (minimi 2017 testati più volte). E' questo il livello strategico al di sotto del quale la discesa potrebbe farsi più pericolosa e puntare nuovamente all'area di 10.800 punti.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.