Trimestrali banche Usa, oggi tocca a Bank of America e Goldman Sachs

Pubblicati i risultati delle due big americane. Continua a pesare il taglio dei tassi della Fed

Come sono andate le trimestrali?

Bank of America

Si prevedevano stime al ribasso sui conti dell’ultimo trimestre del 2019 di Bank of America, e in effetti i risultati hanno confermato un utile netto pari a 7 miliardi di dollari, in ribasso del 4% rispetto all’anno precedente, e ricavi per 22,5 miliardi di dollari. L’Eps aumenta invece, arrivando a 74 centesimi (gli analisti di Wall Street avevano previsto un Eps di 68 centesimi e un ricavo totale di 22,35 miliardi di dollari). Nello stesso periodo del 2018, l’Eps si era assestato a 70 centesimi, a fronte di un ricavo totale di 22,89 miliardi di dollari.

Nei vari comparti, solo quello relativo a global market ha registrato un aumento dei ricavi (+6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, arrivando a 3,462 miliardi) e dell’utile netto (574 milioni di dollari, il 13% in più rispetto ai 510 milioni dell’ultimo trimestre 2018). L’aumento si spiega con la buona performance delle attività commerciali e di trading.

Anche la BofA ha tuttavia risentito del taglio dei tassi operato dalla Federal Reserve lo scorso ottobre. Il margine sui tassi è sceso del 3%, a 12,3 miliardi di dollari.

Goldman Sachs

Quanto a Goldman Sachs, l’istituto di credito ha superato le aspettative degli analisti con un fatturato di 9,96 miliardi di dollari nel quarto trimestre, per un totale di 36,55 miliardi durante tutto l’anno finanziario 2019, e un Eps di 21,03 dollari per azione nel 2019 e 4,69 dollari nell’ultimo trimestre. Rispetto all’ultimo trimestre del 2018, i ricavi sono aumentati del 23%.

È il miglior quarto trimestre dal 2007. Inoltre, si registra un aumento dell'utile netto per il quinto anno consecutivo, un record di 1,92 miliardi di dollari. Nel comparto investimenti i ricavi (7,60 miliardi nel 2019, 2,06 milioni nell’ultimo trimestre) sono stati leggermente inferiori rispetto allo stesso periodo del 2018, ma sono stati compensati dalla buona performance nella sezione global market (14,78 miliardi nel 2019, 3,48 miliardi negli ultimi tre mesi: un aumento di circa il 33% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

Goldman Sachs ha infine annunciato un dividendo a 1,25 dollari per azione, da corrispondere a marzo 2020.

Cosa si prevede nel futuro?

Goldman Sachs dovrà comunque ancora arrivare fino in fondo al contenzioso giudiziario aperto con il dipartimento di Giustizia Usa, nell’ambito del quale è ancora in corso la negoziazione per il pagamento di una penale di 2 miliardi di dollari, dopo lo scandalo 1MDB (1Malaysia Development Bhd, lo scandalo finanziario che ha portato alle dimissioni del primo ministro malese). Inoltre, l’istituto dovrà nei prossimi mesi dotarsi di un’autorità di controllo indipendente – il che potrebbe incidere sulle performance dei prossimi appuntamenti.

Come hanno reagito i titoli in Borsa?

I titoli di Goldman Sachs sono aumentati del 37% nello scorso anno, per quanto tuttavia la banca statunitense si collochi ancora come fanalino di coda rispetto alle big six del settore in Usa. A Wall Street, le azioni dell’istituto hanno subito un rialzo dello 0,60%, a 247,02 dollari, mentre Bank of America si ferma a 34,64 dollari per azione, -1,91%.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Esplora i mercati finanziari con i nostri corsi online gratuiti

Scopri come fare trading su una vasta selezione di mercati – o approfondire le tue conoscenze – con i webinar, le lezioni interattive e i video di IG Academy.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading