Prezzo dell’oro in calo: cosa sta influenzando le quotazioni del metallo prezioso?

Il rally del dollaro delle ultime ore ha travolto il prezzo dell’oro, tornato intorno ai 1.900 dollari l’oncia. Coronavirus, stallo politico e immobilismo della Fed non aiutano

  • Il prezzo dell’oro viaggia a 1.903 dollari l’oncia, dopo essere sceso ieri ai minimi da agosto
  • Bene il dollaro, con il cambio EUR/USD è tornato a quota 1,17
  • Nessun ostacolo a ulteriori cali dell’oro, ma le elezioni presidenziali potrebbero far tornare gli investitori a preferire l’oro

I nuovi timori scaturiti dall’aumento dei casi di covid-19, la possibilità sempre più concreta che gli Stati Uniti non vedranno un nuovo pacchetto di stimoli fiscali post-crisi coronavirus prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre e il calo sui mercati finanziari internazionali pesano sul prezzo dell’oro: dopo il tonfo di ieri, al momento il metallo prezioso si muove poco al di sopra dei 1.900 dollari l’oncia, ai livelli di inizio settembre.

Quali fattori stanno influenzando il prezzo dell’oro?

Secondo gli analisti di Credit Suisse, le quotazioni dell’oro nelle prossime settimane potrebbero precipitare anche fino a 1.765 dollari l’oncia.

I cali registrati negli ultimi giorni sui mercati azionari – soprattutto quelli con cui i principali indici globali hanno dato il via alla settimana – hanno portato gli investitori a correre di nuovo verso i beni rifugio: i preferiti restano il dollaro e lo yen (il dollar Index nelle ultime 24 ore ha segnato un rialzo di quasi il 40%, mentre il cambio USD/JPY è salito dello 0,35% a quota 105,05).

A fare da padrona è la pandemia di coronavirus: ieri negli Stati Uniti i casi sono stati oltre 54 mila e portano il numero totale a circa 6,88 milioni; oggi sono stati raggiunti i 200 mila decessi dall’inizio della pandemia.

L’aumento dei casi mette ancora più pressione ai lavori al Congresso, dove Democratici e Repubblicani ancora non trovano la quadra su un nuovo pacchetto di aiuti fiscali ai cittadini Usa, per alleviare gli effetti della crisi economica scatenata dal lockdown della scorsa primavera – dibattito che, con la scomparsa della giudice di Corte Suprema Ruth Bader Ginsburg e la nuova nomina in arrivo, promette solo di inasprirsi.

E se, su Wall Street, gli investitori ancora non sembrano voler prendere in considerazione l’ipotesi di un nuovo lockdown (i titoli delle compagnie aeree che, alla stessa ipotesi, già in Europa stanno subendo i primi ribassi, sul NYSE ancora viaggiano in rialzo), fuori la situazione non promette prossimi miglioramenti e sull’indice delle materie prime di New York l’oro torna ai minimi di luglio.

Secondo gli analisti, l’andamento della correlazione tra dollaro e oro potrà cambiare nel momento in cui il sentiment di mercato avrà nuovo materiale su cui basare le proprie strategie. Invece, complice anche l’attendismo della Federal Reserve, che di fatto rimanda ogni movimento sui tassi di almeno tre anni – e ogni dichiarazione in grado di smuovere i mercati almeno al dopo-elezioni, a novembre -, il dollaro potrebbe continuare senza ostacoli sul suo trend rialzista mentre l’oro potrebbe proseguire al ribasso… a meno che il clima di avversione al rischio non si faccia sempre più compatto, anche e soprattutto in vista delle stesse elezioni Usa.

Come fare trading sull’oro?

Interessato al trading sull’oro? Apri un conto gratuito Turbo24 o aggiungi un conto Turbo24 sul tuo account IG: avrai la possibilità di fare trading 24 ore al giorno con un prodotto quotato e regolamentato, che ti consentirà di avere il pieno controllo del rischio e della leva finanziaria.

Scopri di più sui Turbo24 e inizia subito la tua attività di trading. Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG in pochi passi:

  1. Crea un contro IG o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading