Indici mondiali in attesa della Fed, oggi raffica di dati macro

Non sono attesi cambiamenti sui tassi del dollaro, ancora debole rispetto all’euro. Azionari europei contrastati, oggi indice ZEW

  • Alle 10:36 il Dax perde lo 0,09%, Cac40 sale dello 0,03%. Quotazione del Ftse Mib in calo dello 0,19%
  • Bene le azioni Fca, +5,5% dopo nuovi accordi con Psa
  • Futures Usa positivi, EUR/USD ancora a quota 1,18

Gli indici di Borsa europei aprono la seconda seduta della settimana cauti, in attesa delle Banche centrali. Oggi il Fomc (Federal Open Market Committee) della Federal Reserve statunitense dà il via alla due giorni che, secondo gli analisti, si concluderà senza cambiamenti sul fronte dei tassi ma con l’ufficializzazione da parte del presidente Jerome Powell della svolta negli obiettivi strategici dell’istituto centrale.

Seguono, giovedì, le decisioni di politica monetaria della Bank of Japan e della Bank of England. Chiude in calo la Borsa di Tokyo: -0,44%, mentre gli operatori guardano con attenzione alla nuova premiership, con l’ex braccio destro di Shinzo Abe, Yoshihide Suga, pronto a prenderne il posto.

Come si stanno muovendo gli indici europei?

Londra invece avanza di oltre mezzo punto percentuale, forte dei dati macro sull’occupazione, migliori del previsto: il tasso di disoccupazione si allinea con le aspettative, al 4,1%, mentre le richieste di disoccupazione ad agosto si fermano a 73 mila rispetto alle 100 mila attese.

Frazionato il resto degli indici europei, con il Dax tedesco che al momento perde lo 0,01%. Oggi a metà mattinata è atteso l’indice ZEW sul sentiment degli investitori tedeschi per l’economia della Germania e dell’intera Eurozona – atteso 69,8, precedente 71,5.

Inversione di rotta per il Cac40 di Parigi, che avanza dello 0,17%, mentre il Ftse Mib perde 0,05%, e a Madrid l’Ibex sale dell'1,18%.

Come si stanno muovendo le quotazioni sul Ftse Mib?

Sull’indice di Milano spicca il rally delle azioni Fca, in rialzo del 5,5%, a 10,53 euro l’una, dopo aver rivisto i termini dell'accordo di fusione con Psa per rafforzare i bilanci delle due società e meglio fronteggiare l'impatto del coronavirus sul settore.

Bene anche la controllante Exor, che avanza del 3,71% a 50,92 euro per azione. Male invece le banche, con Banca Generali in calo del 2,19%, mentre le azioni Bper perdono l'1,92% e il titolo azioni Bper scende dello 0,85%.

Scopri come fare trading sulle azioni sul Ftse Mib e altri mercati con IG

Quali sono le ultime notizie in arrivo da Wall Street?

Anche e soprattutto gli operatori Usa guardano all’incontro della Federal Reserve, in cerca di una direzione soprattutto sulla scia delle previsioni economiche. I futures Usa viaggiano al rialzo, quelli sul Dow Jones dello 0,35%, quelli sull’S&P 500 dello 0,34% e quelli sul Nasdaq dello 0,43%.

Gli indici di Borsa Usa beneficiano delle buone notizie in arrivo sul fronte del vaccino anti-covid: la casa farmaceutica AstraZeneca ha infatti annunciato di aver ripreso la terza fase di sperimentazione (dopo uno stop dovuto ad effetti collaterali registrati da un volontario). Bene anche Pfizer che entro il fine settimana potrebbe riuscire a presentare nuovi risultati del suo studio allo tesso proposito.

Spinta in avanti sul settore tech anche grazie alla mossa con cui Nvidia ha acquisito, per circa 40 miliardi di dollari, la società tecnologica britannica Arm Holdings dal fondo giapponese SoftBank (al centro della cronaca finanziaria la scorsa settimana per essere ritenuto il responsabile della bolla tech che ha spinto il Nasdaq verso la settimana peggiore dallo scorso marzo).

Come hanno chiuso la giornata gli indici di Borsa asiatici?

A trainare al rialzo gli indici statunitensi, che ieri hanno chiuso la prima seduta della settimana in rialzo di oltre un punto percentuale, sono stati soprattutto i buoni dati macro in arrivo dall’Asia dopo che la produzione industriale cinese di agosto è salita del 5,6%, in crescita per il quinto mese consecutivo. Bene anche il dato sulle vendite al dettaglio di agosto, che ad agosto sono aumentate dello 0,5%. Gli azionari cinesi hanno chiuso in rialzo, Shanghai +0,51%, Shenzhen +0,93% e China A50 +0,65%.

Sale la volatilità invece in Giappone, in attesa del nuovo premier e della decisione di politica monetaria della Bank of Japan. A Tokyo il Nikkei ha chiuso in calo dello 0,44% mentre il più ampio indice Topix perde lo 0,62%.

Sul fronte valutario lo yen segna un leggero rafforzamento, il cambio USD/JPY viaggia a quota 105,766. Debole il dollaro che perde lo 0,17% nei confronti dell’euro – il cross euro-dollaro ha sfiorato 1,19 nelle ultime ore – mentre la coppia sterlina-dollaro sale a 1,28. Torna a scendere invece l’EUR/GBP, a 0,9223.

Resta in flessione il prezzo del petrolio, con il Wti a 37,24 dollari al barile e il Brent a 39,59.

Vuoi iniziare a fare trading tramite CFD, Barrier o Turbo su indici, forex o materie prime? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG in pochi passi:

  1. Crea un contro IG o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading