Indice Mib in rialzo grazie a trimestrali e speranze risultato certo in Usa

Biden favorito strappa due stati chiave al presidente in carica Trump, che minaccia azioni legali. Bene l’indice Mib, rally Tenaris dopo conti trimestrali migliori del previsto e le banche

  • Alle 10:19 gli indici di Borsa europei mantengono i guadagni d’apertura: Dax +0,7%, Cac40 +0,65%, Ibex +0,74%
  • In rialzo anche l’indice Mib, a +1,04%. Rally azioni Tenaris, (+11%), in difficoltà il resto dei petroliferi e gli industriali
  • Testa a testa nelle elezioni Usa tra Biden e Trump. Dollaro in leggero indebolimento, EUR/USD a 1,176

Si allarga il divario tra il candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden e il repubblicano Donald Trump: il primo conduce la corsa alle presidenziali con 253 voti rispetto ai 213 dell’avversario, cui ha strappato stati chiave come il Michigan e il Wisconsin. Il vantaggio di Biden mantiene l’ottimismo sugli azionari europei e anche a Milano l’indice Mib apre in rialzo, avanzando a quasi mezz’ora dall’apertura dell’1,51%, a 19.649 punti.

Come si stanno muovendo le quotazioni sul Mib 40 oggi?

Giornata di trimestrali oggi, soprattutto nel settore bancario. Bene le azioni di Intesa Sanpaolo, che avanzano del 2,15% a 1,63 euro l’una dopo un terzo trimestre migliore delle aspettative – con un utile netto contabile nei primi nove mesi del 2020 a 6,4 miliardi di euro.

Timida flessione invece per le quotazioni Unicredit, in rallentamento dello 0,9% rispetto all’apertura (+2%). L’istituto di Jean Pierre Mustier ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto sottostante di 692 milioni di euro ed è sulla buona strada per raggiungere il target fissato per il 2020 a oltre 800 milioni. Con l’occasione, Mustier ha ribadito che nel piano al 2023 di Unicredit non sono previste operazioni di merger.

Bene anche le azioni Bper (+1,22%) che nell’ultimo trimestre riporta un utile sopra le attese a 95,9 milioni di euro grazie al buon andamento dei ricavi e alle minori rettifiche su crediti.

Non fa prezzo Tenaris per eccesso di ricavi, con un +18% teorico. Dopo la chiusura di ieri, l’azienda energetica ha riportato conti trimestrali superiori alle attese, con vendite nette a un milione di dollari (comunque il 43% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019). Alle 9:41 le quotazioni Tenaris avanzano di oltre il 10%.

Sugli scudi anche Diasorin (+4,22%), Stm (+3,15%) e Moncler (+2,91%). Male invece il comparto industriale e il resto dei petroliferi: Buzzi perde lo 0,88%, le azioni Eni e Saipem rispettivamente lo 0,67% e lo 0,63%, Pirelli lo 0,4%.

Come si sta muovendo il resto degli azionari europei?

A quasi un’ora dall’apertura gli indici di Borsa europei segnano tutti timidi rialzi: Dax +0,96%, Cac40 +0,74%, Londra +0,10%, Madrid +0,95%.

Oggi la Bank of England ha lasciato invariati i tassi di interesse sulla sterlina (allo 0,10%), aumentando le misure di QE a 875 miliardi a novembre.

Elezioni Usa: a che punto siamo?

La prospettiva di una vittoria democratica mantiene positivi anche i futures su Wall Street: i contratti sul Dow Jones vengono scambiati in rialzo dell’1,04%, quelli sull’S&P 500 dell’1,32% e quelli sul Nasdaq arrivano a guadagnare fino al 2,12%.

Biden sarebbe in vantaggio su Trump con 253 grandi elettori dalla sua parte, che diventano 243 senza comprendere il Wisconsin, dove Trump ha chiesto il riconteggio dei voti. L'attuale presidente in carica minaccia infatti ripercussioni: oltre al Wisconsin, il Tycoon h avanzato dubbi anche sulle modalità di conteggio dei voti pervenuti per posta in Pennsylvania – rispettivamente, i due stati valgono dieci e venti grandi elettori.

La battaglia si fa serrata in Georgia, roccaforte repubblicana dove però Biden si avvicina alla vittoria grazie ai voti degli afroamericani; situazione tesa anche in North Carolina, Arizona, Alaska e soprattutto Nevada.

Il dollaro sta lentamente perdendo quota da quando, la notte delle elezioni, era tornato ai massimi dalla fine di settembre. Al momento il cambio EUR/USDè tornato a quota 1,1764, mentre quello GBP/USD sale a 1,3016. Debole il dollaro anche nei confronti dello yen, con l’USD/JPY a 104,242.

Leggera flessione infine per il prezzo del petrolio, con il barile che a stento riesce a mantenersi al di sopra della soglia dei 40 dollari (il Brent). Al momento il Wti viene scambiato per 38,65 dollari al barile mentre il Brent viaggia sui 40,77 dollari.

Le ultime notizie dalle Borse asiatiche

Chiude ai massimi da ottobre 2018 la Borsa di Tokyo, che mette a segno un rialzo dell’1,73% a 24.105 punti – salendo sopra la soglia dei 24 mila punti dallo sorso gennaio. Bene anche il Topix, che ha guadagnato l'1,39% a 1.649,94 punti.

In rialzo infine anche gli azionari cinesi: Shanghai chiude in rialzo dell’1,30%, Shenzhen dell’1,72% e il China A50 avanza di 1,05 punti percentuali.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Fai trading su oltre 80 indici tutto il giorno senza interruzioni con i Turbo24 – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading