Market Update - Borse europee resistono alle vendite, nonostante i dati brutti

Borse europee in lieve rialzo stamane nonostante i dubbi e le incertezze che arrivano da più fronti.

Market_data_175x187

Dall'Europa continuano ad arrivare dati molto deludenti. La stima flash deli indici PMI di novembre hanno mostrato un continuo rallentamento dell'espansione economica, che torna così ai livelli di quasi 4 anni fa. Il calo maggiore interessa il comparto manifatturiero, ma anche i servizi non brillano. Intanto, il Pil tedesco del 3° trimestre ha confermato il calo dello 0,2% t/t della stima flash, con un brutto apporto negativo arrivato dall'export.

Tutte queste indicazioni stanno penalizzando la moneta unica, verso il biglietto verde, con il cross che si è allontanato rapidamente dall'area di 1,14. Oggi le borse statunitensi torneranno agli scambi per metà seduta dopo la pausa di ieri, seppur in clima ancora festivo legato al Black Friday che terrà molti operatori lontani dai desk.

Tornando in Europa, dopo le notizie timidamente incoraggianti sulla Brexit di ieri, oggi l'attenzione torna sul caso Gibilterra con la Spagna che minacci di votare contro l'accordo domenica. Nonostante per l'approvazione basti la maggioranza assoluta, e non l'unanimità, il voto contrario della Spagna potrebbe minare un po' i rapporti interni alla Ue.

In Italia, continua stamane il buon momentum dei BTp, con il titolo con scadenza ottobre 2020 tornato sotto l'1% per la prima volta da due mesi. L'apertura a una revisione della legge di bilancio, le aspettative per l'incontro tra il premier Conte e Junker e i nuovi rumors di possibili dimissioni di Savona, stanno richiamando un po' l'interesse degli operatori. Lo spread Btp Bund è così sceso sulla soglia dei 300 punti base, lontano dai massimi di qualche giorno fa.

In generale, la volatilità sui mercati rimane altissima e dopo i cali di ottobre gli indici potrebbero inabissarsi ancora a novembre in attesa degli eventi della prossima settimana, su cui spicca la l'accordo commerciale tra Cina e Usa da farsi al meeting del G20 di Buenos Aires. Gli investitori potrebbero essere particolarmente sensibili anche ai dati che arriveranno dalle vendite del week end del brack Friday e dal cyber monday che potrebbero confermare o meno il rallentamento dei consumi nella prima economia del mondo.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.