I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Dove investire con inflazione in crescita

Come allocare al meglio il proprio denaro durante un periodo di alta instabilità e forti pressioni inflazionistiche.

Compiere delle scelte razionali sui mercati finanziari può risultare già di per sé un compito arduo anche durante tempi relativamente normali. Tuttavia, compiere scelte razionali durante periodi di elevata incertezza economica può risultare ancora più difficile e può portare ad un totale fallimento dei propri obiettivi di rendimento nel breve e medio termine.

Infatti, le pressioni inflazionistiche record degli ultimi tempi stanno ponendo serie difficoltà ad investitori e trader, professionisti o meno, che hanno visto scivolare le loro posizioni in una corposa perdita dalle ultime due settimane di agosto fino ad oggi.

Il motivo è che la crescita del livello dei prezzi sta erodendo i margini sugli utili di molte imprese, oltre che svilendo il potere di acquisto dei consumatori, deprimendo le quotazioni dei titoli visto che le aspettative future non sono delle più rosee.

Di conseguenza, i ricavi sono in sostanziale ribasso rispetto agli anni passati e il rialzo dei tassi di interesse - ormai intrapreso da quasi tutte le banche centrali - sta ulteriormente aggravando lo scenario macroeconomico.

I mercati hanno quindi ondeggiato per tutta l’estate tra l’ottimismo di un miglioramento dei fondamentali economici e le previsioni pessimistiche su un continuo aumento dei tassi e delle spinte inflazionistiche. Un caso emblematico è il NASDAQ che ha registrato una performance positiva di oltre il 23% dai minimi del 16 giugno ma che ha visto sfumare assai rapidamente i propri guadagni nelle ultime settimane di agosto a causa di un ribasso del 12,4%.

Il fattore principale del calo dei principali indici risiede infatti nei timori di una recessione nel breve termine esacerbata dal mix letale di tassi in crescita e di un inflazione record. Riguardo a quest’ultima, basti pensare che in molti paesi occidentali è ormai diretta speditamente verso la doppia cifra con l’indice aggregato dell’Eurozona che ha toccato il +9,1% anno su anno nel mese di agosto mentre negli Stati Uniti le pressioni inflazionistiche hanno registrato un valore del +8,5% a/a nel mese di luglio.

Anche i principali paesi europei hanno visto salire l’indice dei prezzi al consumo. L’Italia ha registrato un valore ad agosto del +8,4% a/a, la Germania del +7,9% a/a, la Francia del +6,5% a/a mentre il Regno Unito ha invece già raggiunto un picco del +10,1% a/a nel mese di luglio (ma le previsioni peggiori si aspettano un ulteriore crescita fino al +18% a/a entro il 2023).

Detto ciò, di seguito, vi elenchiamo alcuni consigli su come allocare al meglio il vostro capitale finanziario durante questo momento di anormale difficoltà per i mercati finanziari e per l’economia.

Azioni

Per quanto riguarda le strategie long/short continuiamo a privilegiare l’azionario che crediamo sia l’unica asset class in grado di garantire ritorni interessanti nell’attuale contesto macroeconomico.

Non esiste una regola generale per sovraperformare gli indici di Borsa ma pensiamo che un attenta scelta tra i titoli più resilienti dei listini possa portare rendimenti stabili e crescenti nel medio termine.

Sul lato long, consigliamo le aziende di settori quali l’energia (Exxon Mobil, ENI, Chevron, Occidental Petroleum, Tenaris) il minerario (BHP Billiton, Rio Tinto, Glencore), la chimica industriale (BASF, Dow e Bayer), oltre ad alcune aziende del settore industriale e dei consumi particolarmente solide come EssilorLuxottica, Amplifon, Interpump, Technogym ma anche Zalando (quotato a Francoforte), Honeywell (NASDAQ) e 3M (NYSE) le cui quotazioni restano molto attraenti.

Al contrario, chi avesse, invece, una particolare propensione al rischio potrebbe considerare l’apertura di posizioni long nei Big Tech come Microsoft, Alphabet, Apple, Amazon e Tesla, particolarmente sottovalutati dallo scenario macroeconomico. Crediamo che le loro valutazioni siano una ottima opportunità di acquisto anche se si potrebbe incorrere in perdite sostanziali nel breve termine a causa dell’elevata volatilità dei mercati e del Beta elevato delle stesse aziende.

Non ultimo pensiamo che anche il settore del lusso possa garantire ottime performance di medio termine e quindi consigliamo i grandi conglomerati come LVMH e Kering per una strategia di diversificazione mentre Moncler, Ferrari ed Hermes International per chi intenda puntare sulla crescita di singole aziende.

Infine, per quanto riguarda le strategie short, crediamo che molti titoli del settore tecnologico statunitense siano i perfetti candidati. Tra questi noi consigliamo vendite allo scoperto in particolare su Coinbase e Peloton e Snap. Nonostante ciò, raccomandiamo particolare prudenza in questo tipo di operazioni in quanto in caso di rialzo avverso alla propria posizione l’investitore/trader può incorrere in perdite che tendono all’infinito.

In generale, pensiamo che durante questo periodo di elevata incertezza sui mercati finanziari, si debba attuare un cambio di strategia con un’ottica più orientata verso i titoli value rispetto a quelli growth.

Valutario

Nel mercato Forex, consigliamo una strategia macro con uno sbilanciamento verso il dollaro statunitense (USD) che in questo momento sta dimostrando una rafforzamento strepitoso nei confronti di tutte le altre valute grazie al consistente rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve (range dei tassi compreso tra il 2,25% e il 2,50% ma atteso ulteriore rialzo da 75 punti base nella riunione del 20-21 settembre).

Anche un’esposizione importante sul franco svizzero (CHF) potrebbe risultare conveniente nel medio periodo, dato il ruolo che la moneta elvetica ricopre come valuta rifugio durante i periodi di incertezza macroeconomica ma anche grazie alla politica interventista della BNS (Banca Nazionale Svizzera) che mira a rafforzare il CHF per diminuire l’inflazione nel paese.

Approccio short, invece, sulla lira turca con il cambio USD/TRY che continuerà il suo momentum rialzista a causa delle politiche monetarie anticonformiste introdotte dal presidente turco Recep Erdoǧan (diminuzione dei tassi di interesse anche con elevate pressioni inflazionistiche stimate in crescita al +81% a/a ad agosto).

Infine, particolare prudenza con la coppia USD/JPY su cui, tuttavia, prevediamo un forte rialzo nel breve/medio periodo ben oltre la soglia psicologica dei 140. Nonostante ciò, un cambio nella politica monetaria giapponese o un intervento sul mercato valutario da parte della BoJ potrebbero far tornare in auge il JPY come valuta rifugio e dunque capovolgere il suo andamento nel breve termine.

Vuoi fare trading su azioni e valute?

Con i Turbo24 puoi fare trading sui maggiori mercati azionari e valutari tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri nuove opportunità di trading

Con IG vai long o short su oltre 17.000 mercati. Scegli la nostra piattaforma pluripremiata per fare trading con spread ridotti su indici, azioni, materie prime e molto altro.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading