Azioni Facebook ai massimi da gennaio dopo annuncio di FacebookShop

Nel mezzo della crisi coronavirus, il social di Zuckerberg si fa vetrina per i negozi che non riescono ancora a riaprire i battenti. Si prevede un giro d’affari da oltre 30 miliardi, il titolo guadagna l’1,45% sul Nasdaq

Se Facebook ha risentito della crisi coronavirus è stato solo quando, a marzo, il titolo è precipitato al seguito nel Nasdaq perdendo il 17% - ma comunque non è mai sceso sotto i minimi del gennaio 2019.

Da poche ore, invece, le azioni del social network per eccellenza hanno raggiunto nuovi massimi storici dopo che, ieri, il Ceo Mark Zuckerberg ha annunciato con una diretta il lancio di FacebookShop, una nuova piattaforma di e-commerce dove i rivenditori potranno mettere in mostra gratuitamente la propria merce (sia su Facebook che su Instagram), venderla ed entrare in contatto diretto con i clienti, sfruttando anche le altre applicazioni della galassia di Menlo Park: Messenger, ma anche e soprattutto Whatsapp.

Come funziona FacebookShop?

Il piano, in diretta concorrenza con i giganti di Amazon e Alibaba , punta a fidelizzare il pubblico permettendo non solo la creazione di una nuova vetrina (che comunque la concorrenza fa pagare) ma, secondo il progetto di Zuckerberg, vuole porsi come “luogo immaginario” in cui costruire un rapporto tra rivenditore e clienti.

Senza la necessità di budget sostanziosi alle spalle, sarà infatti possibile per i rivenditori creare un vero e proprio negozio virtuale graduito e mettersi in contatto diretto con i clienti. È prevista una piccola commissione per Facebook ad ogni acquisto, ma saranno le inserzioni pubblicitarie a catalizzare il grosso dei guadagni. Con oltre 2,6 miliardi di utenti unici al mese e 17,44 miliardi di dollari in ricavi solo dalle pubblicità (dati aggiornati al primo trimestre 2020), si prevede un colosso in grado di tener testa ai principali competitor. Secondo gli analisti di Deutsche Bank, il giro d'affari potrebbe arrivare a oltre 30 miliardi entro il 2021.

Emblematica sarà la funzione di Instragram, il cui lancio è previsto per l’estate, grazie a cui sarà possibile acquistare i prodotti direttamente dalle dirette con cui gli influencer già di prassi li sponsorizzano.

Il coronavirus ha qualcosa a che fare con l’idea?

Dan Levy, vice presidente della piattaforma inserzioni e vendite, ha dichiarato che i lavori per uno shop del genere, già in cantiere, sono stati velocizzati per permettere alle piccole e medie imprese e attività di resistere durante l’emergenza coronavirus.

“Sapevano che era il futuro verso cui eravamo diretti, supportando le vendite online”, ha detto Levy. “Ora sta solo accadendo molto più rapidamente”. Zuckerberg prosegue sulla stessa linea: “Stiamo vedendo piccole attività che non hanno mai avuto una presenza online approdare sul web per la prima volta (…). Per molte piccole attività, questo potrebbe fare la differenza tra il mantenersi a galla e lo sprofondare”.

Come hanno reagito le azioni Facebook?

Nelle ultime ore le azioni Facebook hanno raggiunto un massimo di 237 dollari, record storico che supera di quasi il 3% il massimo di ieri – 230 dollari dopo il rilascio della notizia.

Al momento, le azioni segnano un rialzo dell’1,45% a 233 dollari l’una, sebbene non riesca a trainare al rialzo il Nasdaq, che perde lo 0,96%, sotto pressione come il resto di Wall Street dai dati sulle nuove richieste settimanali di disoccupazione negli Usa (oltre 2,4 milioni).

Scopri come fare trading sulle azioni Facebook e altri mercati con IG.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali.

  • Aumenta la tua esposizione nel mercato con la leva
  • Spread a partire da solo 0,1% sui principali indici globali
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading