Quali sono le 10 aziende più grandi al mondo

Sono 10 le aziende più grandi al mondo, classificate in base al loro "market cap", valore totale delle loro azioni in circolazione sul mercato. Scopri quali sono e qual è la loro chiave di successo.

Ecco la top 10 delle più grandi aziende a livello globale:

  1. Apple ($881.98 miliardi)

  2. Microsoft ($803.09 miliardi)

  3. Amazon ($739.46 miliardi)

  4. Alphabet ($711.94 miliardi)

  5. Berkshire Hathaway ($536.53 miliardi)

  6. Johnson & Johnson ($396.21 miliardi)

  7. Alibaba ($387.61 miliardi)

  8. Facebook ($378.05 miliardi)

  9. JPMorgan Chase & Co ($368.56 miliardi)

  10. Tencent Holdings ($353.67 miliardi)

La classifica è aggiornata al 20 novembre 2018 e può essere soggetta a variazioni.

1. Apple (AAPL)

Apple è un'azienda statunitense che produce sistemi operativi, computer e dispositivi multimediali con sede a Cupertino, in California. È stata fondata nel 1976 da Steve Jobs, Steve Wozniak and Ronald Wayne. All’inizio fabbricava i computer, poi è passata alla produzione degli iPod e iPhone, prodotti che hanno segnato la nostra epoca, e a fornire servizi come iTunes, Apple Music and Apple Pay. Il suo amministratore delegato è attualmente Tim Cook.

Il prezzo delle sue azioni è salito del 1600% tra novembre 2008 e novembre 2018, e nell’agosto 2018, Apple ha conquistato il podio con un market cap superiore a un miliardo di dollari.

Dopo quel successo, Apple ha perso il primato con una capitalizzazione di mercato inferiore a un miliardo di dollari.

2. Microsoft (MSFT)

Microsoft è un'azienda informatica con sede a Redmond, nello stato di Washington. Fondata da Bill Gates e Paul Allen nel 1975. Ha cominciato producendo i software; quelli più noti al giorno d’oggi sono la linea di sistemi operativi Microsoft Windows e Office Suite. Col passare del tempo, Microsoft ha ampliato la sua offerta sui prodotti hardware come computer, quelli più conosciuti: le console Xbox e il tablet Surface.

Microsoft ha perennemente occupato uno dei posti più alti nella classifica delle aziende più quotate al mondo, e il prezzo delle sue azioni è salito del 400% negli ultimi dieci anni (in base ai dati del 20 novembre 2018).

Microsoft sta continuamente espandendo la gamma di prodotti e servizi offerti. Negli ultimi anni è diventata proprietaria di diverse aziende tra cui la sua acquisizione più grande- LinedIn.

3. Amazon (AMZN)

Amazon è un’azienda e-commerce e cloud computing con sede a Seattle, nello stato di Washington. Fondata nel 1994 da Jeff Bezos che tuttora rimane il suo direttore operativo, si chiamava ‘Cadabra’ e vendeva i libri. Successivamente, diversificando l’offerta, Amazon si è trasformata in una sorta di ‘emporio’ online.

Tra novembre 2008 e novembre 2018 il prezzo delle sue azioni è salito del 2800%. È stata la seconda a raggiungere un valore pari a un miliardo di dollari e per un attimo, a settembre del 2018, è salita al primo posto della classifica.

Attualmente Amazon continua a conquistare diversi settori; con l’acquisizione di Whole Foods Market è diventata una player di primo piano nel commercio al dettaglio, e con il nuovo tipo di servizi Prime Music e Video, è entrata in competizione con le case discografiche e gli Hollywood studios.

4. Alphabet (GOOGL)

Alphabet è stata fondata nel 2015 come società holding in seguito alla ristrutturazione di Google Inc. La sua sede si trova a Mountain View, nello stato di California. È il capogruppo di Google, società che offre un eponimo motore di ricerca e YouTube, e di altre aziende meno conosciute come:

  • X: un’azienda di ricerca e sviluppo sui progetti innovativi: le auto senza conducente o Google Glass.

  • CapitalG: l’ultima fase d'investimento che incorpora le aziende come Snap Inc., Lyft, Stripe e AirBNB.

  • GV: un’azienda d'investimento finanziario nelle società startup che fino a ottobre del 2015 apparteneva a Google. Tra novembre 2008 e novembre 2018 il prezzo delle azioni GV sono salite del 500%.

5. Berkshire Hathaway (BRK.A/BRK.B)

Berkshire Hathaway (BRK.A/BRK.B) è una società holding ubicata a Omaha, nello stato di Nebraska. Fondata nel lontano 1839 come Valley Falls Company, azienda tessile, è diventata nel 1955, dopo diverse fusioni, Berkshire Hathaway. É stata acquistata negli anni ’60 dal suo attuale amministratore delegato, Warren Buffett.

Nel 1980 l’azienda è diventata una società di investimento, lasciandosi alle spalle il settore tessile. È proprietaria di GEICO, Dairy Queen, the BNSF Railway and Fruit of the Loom, tra le più importanti. Inoltre, possiede le azioni di molte multinazionali, tra cui Apple, Delta Airlines e American Express.

Di conseguenza, i suoi profitti provengono da diverse categorie di business, che include settori come: assicurazioni, finanza, alimentari, costruzioni, abbigliamento, calzature, marketing, media, industria aerospaziale, difesa, elettronica, settore automobilistico e molto altro.

Le azioni di Berkshire Hathaway di classe A sono state vendute al prezzo più alto mai scambiato in Borsa - più di $330,000 a novembre 2018- in seguito alla suddivisione delle azioni in classe A e B. Nello stesso periodo, le azioni ordinarie, Classe B, venivano quotate a più o meno $220 che rappresenta un aumento del 200% tra novembre 2008 e novembre 2018.

6. Johnson & Johnson (JNJ)

Johnson & Johnson è un’azienda internazionale che produce i beni di consumo, dispositivi medici e farmaceutici, con sede a New Brunswick, nello stato di New Jersey. Fondata nel 1886 dai fratelli Johnson Robert Wood, James Wood e Edward Mead, è guidata attualmente dal presidente e amministratore delegato Alex Gorsky.

La società possiede circa 250 filiali e brand, e vende i propri prodotti globalmente su oltre 175 mercati; dai prodotti per la cura del bambino, prodotti di bellezza, ai farmaci.

Vende inoltre dispositivi medici, usati con l’obiettivo di formare i futuri specialisti, ad esempio in sala operatoria, e sviluppa trattamenti in diverse aree terapeutiche.

Tra novembre 2008 e novembre 2018, il prezzo delle azioni di Johnson & Johnson è aumentato del 145%. Dal 2013 è uno dei membri stabili della classifica delle 10 aziende con più capitalizzazione di mercato.

7. Alibaba Group (BABA)

Alibaba Group (BABA) è una società cinese, che offre una varietà di servizi B2B, B2C e servizi informatici C2C. Fondata da Jack Ma, l’attuale presidente esecutivo, e guidata dall’amministratore delegato, Daniel Zhang, ha sede a Hangzhou, Zheijang.

È conosciuta soprattutto per i suoi prodotti web, Alibaba.com, è un conglomerato che offre dai prodotti al dettaglio, e-commerce, cloud computing, media digitali e servizi finanziari informatizzati. Offre poi servizi di trasferimento di denaro internazionale, una delle iniziative motrici della crescita globale dell’azienda.

A partire dalla sua prima offerta pubblica (IPO) a settembre del 2014, il prezzo delle azioni dell’azienda è salito del 50%, rendendola l'azienda cinese più quotata al mondo (in base al rapporto del 20 novembre 2018).

8. Facebook (FB)

Facebook Inc. è un’azienda che offre servizi di social media e social network, con base a Menlo Park, nello Stato di California. Fondata nel 2004 da Mark Zuckerberg, che rimane tuttora il suo amministratore delegato.

Facebook connette mensilmente più di 2.2 miliardi di utenti attivi, una cifra che supera la popolazione della Cina, Brasile e Stati uniti messi insieme. L’azienda è proprietaria anche di altre piattaforme social network, tra cui Instagram e WhatsApp.

A partire dalla sua prima offerta pubblica nel 2012, le sue azioni sono salite del 250% (in base al rapporto del 20 novembre 2018). Tuttavia, il prezzi delle sue azioni è stato influenzato da alcuni scandali societari che hanno colpito l’azienda negli ultimi anni.

9. JPMorgan Chase & Co. (JPM)

JPMorgan Chase & Co. Offre servizi finanziari e di investment banking, con sede a New York. A dicembre 2000 J.P. Morgan & Co. e Chase Manhattan Corporation si sono fuse e sono ora delle semplici filiali della società holding.

In ogni caso le origini dell’azienda risalgono alla fondazione della Bank of the Manhattan Company nel 1799. A capo della JPMorgan Chase & Co. è ora Jamie Dimon, il suo amministratore delegato.

La multinazionale offre diversi servizi finanziari, investment banking, asset management, gestione patrimoniale e servizi bancari privati. Il prezzo delle sue azioni è salito del 190% a partire da novembre 2008.

10. Tencent Holdings Limited (TCEHY)

Tencent Holdings Limited (TCEHY) è una società per azioni cinese con sede a Shenzhen. È stata fondata nel 1998 da Zhang Zhidong, Xu Chenye, Chen Yidan, Zeng Liqing e Ma Huateng, il suo attuale presidente e amministratore delegato.

Le filiali della Tencent si estendono su diversi settori; dall’e-commerce, social media, videogiochi, ai servizi finanziari e cloud computing, tanto per elencarne alcuni. L'azienda possiede le quattro top app di musica in Cina, con circa 800 milioni di utenti al mese, superando Spotify con soli 200 milioni di abbonati, in gran parte nei Paesi occidentali.

I prezzi delle sue azioni è salito del 2450% tra novembre 2008 e novembre 2018. Tuttavia, il valore della Tencent ha subìto forti variazioni negli ultimi anni, arrivando ai prezzi e al market cap della sua prima offerta pubblica. Diversi fattori hanno contribuito a questa oscillazione, tra cui gli interventi dello stesso governo cinese.


Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è un nostro impegno: saprai sempre costi e commissioni applicati

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.