Vai al contenuto

I CFD sono strumenti complessi ad alto rischio di perdita di capitale dovuto alla leva. 72% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valutate se potete permettervi di correre l’elevato rischio di perdere il vostro denaro. Le opzioni e i certificati sono strumenti finanziari complessi ad alto rischio di perdita di capitale. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi ad alto rischio di perdita di capitale dovuto alla leva. 72% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valutate se potete permettervi di correre l’elevato rischio di perdere il vostro denaro. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti finanziari complessi ad alto rischio di perdita di capitale. Il vostro capitale è a rischio.

Trimestrali USA: risultati migliori delle attese

JP Morgan Chase, BofA e Citigroup hanno pubblicato i dati relativi all’ultimo trimestre 2022 registrando ricavi in crescita rispetto alle previsioni del consensus.

Fonte: Bloomberg

I risultati

Oggi, a metà seduta europea, alcune delle grandi banche statunitensi hanno pubblicato i dati finanziari relativi all’ultimo trimestre del 2022. A livello aggregato i risultati sono stati maggiori delle attese grazie ad una robusta crescita dei ricavi nonostante il rallentamento economico già in atto.

Nello specifico, JP Morgan Chase, la più grande banca del paese in termini di asset, ha chiuso l’ultimo trimestre 2022 con ricavi per $34,5 miliardi (+18% a/a) mentre gli utili per azione sono aumentati a $3,57.

Gli utili netti sono invece stati pari a $11 miliardi (+5,8% a/a) anche se la banca ha registrato perdite per $874 milioni derivanti dal trading dei Treasuries e dei titoli legati ai mutui ipotecari.

Il CEO Jamie Dimon ha anche affermato la volontà dell’istituto di riprendere il programma di riacquisto azionario (interrotto l’anno scorso) anche se hanno destato preoccupazione le parole dell’amministratore delegato che ha avvertito come il margine di interesse sarà inferiore alle attese del consensus a $73 miliardi contro i $74,4 stimati.

Delusione anche per la divisione di trading su azioni e obbligazioni che ha mancato le stime del consensus nonostante i ricavi siano saliti del 7% su base annuale a $5,7 miliardi.

Per quanto riguarda Bank of America, nel quarto trimestre i profitti sono stati pari a $7,1 miliardi con $0,85 per azione mentre i ricavi si sono attestati a $24,5 miliardi rispetto ai $22,1 miliardi precedenti (+10,8%) e superando le attese del consensus ferme a $24,3 miliardi.

Nel 2022 gli utili sono stati di $27,5 miliardi, in calo del 14% rispetto allo stesso periodo del 2021 dove si erano fermati a $32 miliardi. I ricavi, invece, sono risultati in crescita del +6,6% fino a $95 miliardi.

I risultati positivi sono stati dati in particolare da un aumento del 29% nel margine di interesse (la differenza tra ciò che la banca paga per i conti e ciò che riceve dai prestiti) che ha controbilanciato il rallentamento subito nella divisione di Investment Banking.

Citigroup, infine, ha presentato una trimestrale contrastata con gli utili netti del quarto trimestre che sono calati del 21% rispetto ad un anno fa a $2,5 miliardi. Gli utili per azione sono risultati pari a $1,10 mentre i ricavi sono saliti a $18,01 miliardi sopra le stime del consensus ferme a $17,9 miliardi.

Il margine di interesse è aumentato a $13,27 miliardi contro i $12,7 miliardi attesi mentre i risultati della divisione di trading hanno battuto le stime a $3,16 miliardi per quanto riguarda le obbligazioni mentre dal lato delle azioni i ricavi sono stati pari a $789 milioni, sotto le aspettative.

La banca ha però annunciato che sta accumulando risorse finanziarie in previsioni a perdite dal lato del credito che dovrebbero risultare maggiori delle attese a $1,85 miliardi.

Gli effetti sui mercati

Nel premarket gli operatori assimilano i dati ma reagiscono in modo contrastante alle trimestrali bancarie. Il titolo JP Morgan Chase scende del 2,9% per poi recuperare parzialmente a $139,49. Al contrario, Bank of America sale del +0,26% a $34,47 mentre Citigroup avanza del +0,78% fino a $49,09.

Tuttavia, all’apertura di Wall Street tutte e tre i titoli sono in ribasso con JP Morgan Chase che perde il 3,1% seguita dal -1,4% di Bank of America e il -0,9% di Citigroup.

Le previsioni

Le trimestrali di oggi indicano che le grosse banche americane continuano a macinare profitti nonostante il rallentamento dell’attività economica, in quanto queste risultano beneficiate dall’aumento dei tassi di interesse grazie alla politica monetaria restrittiva della Federal Reserve.

Tuttavia, il calo nell’attività di “deal-making” (fusioni e acquisizioni) rimane ridotta a seguito delle incertezze sulla tenuta dell’economia.

Al contrario, le attività di trading e quelle commerciali continueranno a schermare gli effetti delle esternalità negative grazie all’ampia volatilità sui mercati e all’aumento dei tassi di interesse da parte della Fed.

Nonostante ciò, crediamo che, per buona parte del 2023, le banche con uno sbilanciamento maggiore sul lato del CIB (Corporate and Investment Banking) soffriranno di più a causa della riduzione delle operazioni di finanza straordinaria.

Vuoi fare trading sui mercati internazionali?

Con i Turbo24 puoi fare trading sui maggiori indici internazionali tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i Turbo24, i CFD e le barrier. Scopri le differenze tra i vari prodotti e quello più adatto alle tue esigenze.

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading