I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.

Trimestrale Apple: i fattori da considerare in attesa dei conti del Q1 2021

Tra Black Friday e acquisti natalizi, gli ultimi tre mesi dell’anno si rivelano sempre carichi di buone nuove per Apple. Attesi ricavi in aumento di oltre 100 miliardi

L’anno fiscale 2021 promette di iniziare sotto una buona stella per Apple. L’azienda di Cupertino pubblicherà i dati relativi ai conti dell’ultimo trimestre del 2020 il prossimo 27 gennaio, ma già Wall Street si aspetta risultati positivi da uno dei titoli che entrato ormai a pieno titolo tra le FAANGs – i re del settore tech, conosciuti anche in tempo di pandemia come titoli “stay at home”: facile intuire come la pandemia di covid-19 abbia di fatto giocato in loro favore.

Trimestrale Apple: cosa prevedono gli analisti?

In vista della pubblicazione dei risultati, il consensus prende in considerazione tanto l’andamento degli acquisti durante la stagione natalizia (che, tradizionalmente, si traduce in un boom di acquisti in casa Apple), tanto la particolarità di un Natale passato sotto lockdown nella maggior parte dei paesi occidentali, alle prese con la seconda ondata di covid-19.

Eppure, non basta una pandemia globale: negli ultimi tre mesi Apple potrebbe aver superato quota 100 miliardi di ricavi per la prima volta.

Nel periodo settembre-dicembre la casa di Cupertino ha infatti lanciato diversi nuovi prodotti, tra cui la serie iPhone 12, una nuova versione dell’iPad Air e ancora il nuovo HomePod Mini, AirPod Max, Apple Fitness+ (nuovo servizio per Apple Watch), oltre a una serie di nuove sottoscrizioni.

Non solo: negli ultimi mesi è cresciuta sempre di più la domanda e la curiosità verso dispositivi in grado di connettersi anche alla rete 5G – infrastruttura ancora tutta da testare, che nel frattempo ha fomentato la guerra commerciale tra Cina e Usa.

Nel frattempo, Apple si è portata avanti e proprio la capacità di lavorare con il 5G fa intuire forti vendite nell’ultimo trimestre per l’iPhone 12. Non solo: l’intera linea comprende ance modelli di fascia più bassa (non oltre i 399 dollari), in grado di ampliare la platea dei consumatori.

Secondo gli analisti di Zacks Investments, negli ultimi tre mesi del 2020 i ricavi di Apple saranno aumentati di 102,61 miliardi di dollari, cifra inclusa in una forbice che va da 97,97 miliardi a 110,21 miliardi – l’11,7% in più anno su anno.

In rialzo anche l’utile per azione: +11,20%, a 1,39 dollari.

Cosa inciderà sui conti trimestrali?

D’altra parte, per quanto iPhone e altri prodotti Apple si siano confermati un evergreen, anche in tempi di crisi economica, la pandemia di covid-19 ha comunque provocato ripercussioni sulla filiera di produzione e distribuzione dei prodotti Apple.

A spiegare l’atteso boom di vendite del primo trimestre 2021 infatti concorre soprattutto il fatto che proprio l’iPhone 12, in tutte le sue versioni, è stato presentato con alcune settimane di ritardo, mancando il suo tradizionale appuntamento di settembre.

Ma sempre la tradizione vuole che il primo trimestre del nuovo anno fiscale sia quello in cui più di tutti gli altri si concentrano i ricavi: è negli ultimi tre mesi dell’anno infatti che vengono presentati i nuovi modelli di iPhone (e non solo), con le vendite che raggiungono il picco grazie alla combo tra Black Friday e acquisti natalizi.

Come sfruttare le opportunità di trading?

Interessato al trading sulle azioni Apple? Vai long o short con i CFD su oltre 16 mila azioni internazionali, con un piccolo deposito iniziale, oppure prendi il controllo sul rischio con le barrier option. Inoltre, puoi tradare prima e dopo l’apertura dei mercato su oltre 70 azioni Usa, solo con IG.

Apri un conto reale su IG o mettiti alla prova con un conto demo.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading