Vai al contenuto

I CFD sono strumenti complessi ad alto rischio di perdita di capitale dovuto alla leva. 72% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valutate se potete permettervi di correre l’elevato rischio di perdere il vostro denaro. Le opzioni e i certificati sono strumenti finanziari complessi ad alto rischio di perdita di capitale. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi ad alto rischio di perdita di capitale dovuto alla leva. 72% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valutate se potete permettervi di correre l’elevato rischio di perdere il vostro denaro. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti finanziari complessi ad alto rischio di perdita di capitale. Il vostro capitale è a rischio.

Inflazione Cina al +1,8% a/a in linea con le attese

L’eliminazione delle restrizioni ha spinto al rialzo le pressioni inflazionistiche nel mese di dicembre anche se queste rimangono ancora sotto controllo.

Fonte: Bloomberg

I risultati

Questa notte (alle 02:30) il National Bureau of Statistics (NBS) ha reso noti i dati sull’indice dei prezzi al consumo in Cina. Il Consumer Price Index (CPI) è cresciuto nel mese di dicembre del +1,8% su base annuale accelerando rispetto al +1,6% a/a del mese di novembre. Il dato è in linea con le previsioni del consensus.

Su base mensile, l’incremento è stato nullo (0%) rispetto alle attese che si attendevano un -0,1%. A novembre il valore era stato del -0,2%.

L’inflazione Core, che esclude i panieri dei beni energetici e alimentari, è aumentata a dicembre al +0,7% a/a contro il +0,6% a/a di novembre riflettendo i primi effetti dovuti al libero spostamento delle persone. Gli incrementi si sono focalizzati nel settore sanitario e dei viaggi.

Da lato della produzione, invece, il PPI (Producer Price Index) è sceso del -0,7% a/a contro delle stime che prevedevano un -0,1% a/a e rispetto al -1,3% del mese di novembre.

A dicembre i prezzi degli alimentari sono risultati maggiori del +4,8% rispetto ad un anno fa (+3,7% a novembre).

I dati mostrano quindi un leggero rialzo dal lato del CPI dovuto molto probabilmente alla completa eliminazione delle misure restrittive legate al Covid-19. Infatti, la Cina ha sempre mantenuto (per circa tre anni) un atteggiamento di zero tolleranza nei riguardi del virus con effetti deleteri sulla crescita economica.

Tuttavia, l’annullamento di tutte le restrizioni crea i presupposti per un possibile aumento delle pressioni inflazionistiche per tutto il primo trimestre 2023 anche se il mercato non si attende rialzi del costo del denaro in quanto l’importante settore immobiliare continua a mostrare segnali di debolezza.

Non ultimo, la PBoC (People’s Bank of China) ha un target di inflazione più elevato rispetto agli altri istituti monetari (al 3% a/a rispetto al 2% a/a) e proprio questo fa credere che la banca centrale cinese manterrà un atteggiamento meno invasivo nei confronti della crescita delle spinte inflazionistiche.

Gli effetti sui mercati

Durante la sessione asiatica, l’indice Hang Seng di Hong Kong mostra tanta volatilità subito dopo il dato per poi intraprendere un movimento ribassista fino al minimo di 21.245 punti mentre la Borsa di Tokyo rimane piatta a 26.449 punti dopo quattro chiusure consecutive al rialzo.

In Europa le piazze finanziarie aprono in verde in attesa del dato sull’inflazione di dicembre negli Stati Uniti (in programma oggi alle 14:30). Il consensus si attende un rallentamento della crescita del CPI al livello del +6,5% a/a.

Sul mercato Forex, il cambio USD/CNH è molto volatile in prossimità del dato sull’inflazione cinese. Tuttavia, dopo le 10, la coppia valutaria apre una violenta fase ribassista (-200 pips) che la porta fino al minimo di giornata a 6,7502.

Le previsioni

Le autorità cinesi sono fiduciose che l’inflazione non aumenterà ai ritmi vertiginosi vissuti in Europa per tutto il 2022. A questo proposito, la settimana scorsa il Ministro del Commercio ha annunciato che il governo sta studiando un programma per implementare i consumi che stanno già aumentando a seguito delle riaperture.

Dal nostro punto di vista, l’inflazione continuerà a crescere per tutta la prima parte del 2023 con ritmi e tempistiche ancora incerte ma che dipenderanno in particolare dalle spese dei consumatori.

La PBoC non ha in programma alcun intervento sul costo del denaro anche se un’eventualità di questo tipo sarà possibile una volta che il CPI si avvicinerà al target annuale di inflazione fissato dalla banca centrale.

Vuoi fare trading sui mercati internazionali?

Con i Turbo24 puoi fare trading sui maggiori indici internazionali tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri nuove opportunità di trading

Con IG vai long o short su oltre 17.000 mercati. Scegli la nostra piattaforma pluripremiata per fare trading con spread ridotti su indici, azioni, materie prime e molto altro.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading