I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 71% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.

BTp green, chiusi gli ordini: raggiunti oltre 76 miliardi

Al via oggi l’emissione di titoli dei Btp Green. I titoli, con scadenza a fine aprile 2045, andranno a finanziare progetti in linea con l’European Green Deal

Al via oggi l’emissione da parte del Tesoro dei BTp green, primo esperimento di questo genere in Italia. Il Green Bond, con scadenza 30 aprile 2045, a metà settimana ha ricevuto ordini oltre i 76 miliardi di euro.

BTp Green: cosa sono?

È dal 2007 che anche in Italia si è iniziato a parlare di green bond, ma il grande sprint per il decollo di questo strumento finanziario è arrivato grazie all’Unione Europea. La Commissione Ue ha infatti recentemente enfatizzato l’utilizzo dei green bond, soprattutto grazie a un pacchetto di misure intitolato "Energia pulita per tutti gli europei", secondo il quale dal 2021 sarà necessario un supplemento di 177 miliardi di euro all’anno per raggiungere gli obiettivi individuati per il 2030 su clima ed energia.

Niente a che vedere comunque con il Recovery Plan, che pure ha messo l’accento sugli investimenti ecosostenibili ai fini del finanziamento della ripresa economica post-covid. Il Green Bond andrà a finanziare invece investimenti lanciati tra il 2018 e il 2021, mentre il programma Next Generation EU (nome con cui il Recovery Plan è conosciuto in tutto il resto dell’Unione) avrà effetto sui progetti in essere dal 2022 in poi.

Come funzionano i BTp Green?

Il Tesoro ha annunciato con una nota di aver affidato “a BNP Paribas, Crédit Agricole Corp. Inv. Bank, Intesa Sanpaolo S.p.A., J.P. Morgan AG e NatWest Markets N.V. il mandato per il collocamento sindacato del primo BTp Green”.

La scadenza, fissata a 25 anni, vuole porsi come un obiettivo intermedio nella curva dei rendimenti ma, come spiega Repubblica, abbastanza da consentire nuove emissioni in futuro. La nota in cui il Mef annuncia i BTp Green risale allo scorso giovedì 25 febbraio.

Lo strumento, secondo quanto dichiarato dal Tesoro, intende fornire “un ulteriore impulso alla strategia del nostro Paese per conseguire la neutralità climatica entro il 2050 e raggiungere gli obiettivi dello European Green Deal”.

Quali progetti andranno a finanziare i nuovi titoli di stato? Il Mef parla di infrastrutture (energetiche e di trasporto), oltre a investimenti nel patrimonio edilizio e nel settore industriale. Il tutto finalizzato a contribuire agli “obiettivi ambientali delineati dalla Tassonomia europea delle attività sostenibili”, come spiega la nota del Tesoro: “mitigazione dei cambiamenti climatici, adattamento ai cambiamenti climatici, uso sostenibile e protezione delle risorse idriche e dell’ambiente marino, transizione ad un‘economia circolare, prevenzione e controllo dell'inquinamento, protezione, miglioramento e ripristino della biodiversità, degli ecosistemi e dei servizi ambientali”.

L’emissione dei Btp Green avviene nell’ambito del Quadro di riferimento per le emissioni, documento presentato sempre il 25 febbraio da Direttore del Generale del Tesoro Alessandro Rivera e dal Responsabile della Direzione Debito Pubblico Davide Iacovoni.

L’esperienza da cui prendere esempio guarda al privato. L’azienda emiliana Hera ha emesso il primo green bond nel 2014, un titolo decennale da 500 milioni di euro.

Come sta andando il collocamento dei primi Green Bond?

Nella seconda metà della mattinata Reuters scrive che il Tesoro ha fissato il rendimento del primo BTp green a 12 punti base sopra il tasso del Btp marzo 2041, con cedola a 1,8% - lo dichiara uno dei lead manager dell'operazione, aggiungendo che gli ordini hanno superato i 76 miliardi di euro.

Anche il Sole 24 Ore conferma come gli ordini per il primo BTp Green emesso dalla Repubblica Italiana che il Tesoro sta collocando sul mercato da questa mattina hanno superato i 76 miliardi di euro al momento della chiusura della raccolta degli ordini, alle 12.

Nel frattempo lo spread tra BTp e Bund sale a quota +102,07 punti base mentre il Ftse Mib di Milano, a metà seduta avanza dello 0,61%.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri i primi certificati turbo al mondo quotati H24

  • Leva variabile a partire da 3x
  • Rischio limitato
  • Zero commissioni

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading