Evening star

Questa figura nell’analisi grafica candlestick, rientra fra quelle di inversione a tre candele ed è un pattern ribassista che si sviluppa in un uptrend.
La prima giornata (ma la figura è valida anche per una analisi intraday) è rappresentata da una candela bianca ad ampio range seguita da una Star. La candela centrale (la star, appunto) registra un gap up rispetto al corpo della candela precedente, che abbiamo detto deve essere ad ampio range e rialzista, quindi con la chiusura maggiore dell’apertura.

E’ importante sottolineare che il gap up deve verificarsi rispetto al corpo della candela precedente e non necessariamente rispetto al massimo della stessa.

La dimensione ridotta del corpo della candela centrale offre il primo segnale di indecisione degli operatori circa la prosecuzione del trend in essere.

La terza candela registra un gap down (negativo) chiudendo su un livello ancora più basso e completando così il pattern.

In pratica, la prima candela ad ampio range conferma l’uptrend evidenziando una forte pressione dei compratori. Quando la seconda candela (la star) realizza un gap up, sul mercato si evidenzia ancora una residua pressione rialzista, attenuata subito dopo con la formazione di una candela a range ridotto, che indica indecisione e possibile inversione del trend.
Il corpo di questa candela centrale può essere indifferentemente bianco (seduta positiva close > open) o nero (seduta negativa close < open). Se la candela centrale è una doji (vale a dire una candela in cui open e close coincidono) le probabilità di inversione aumentano in modo considerevole, attesa la maggiore indecisione presente negli operatori.

La terza candela, di stampo nettamente ribassista, conferma poi l’inversione del trend.

L’evening star dovrebbe presentare due gap, uno tra il corpo della prima e quello della seconda candela e l’altro tra il corpo della seconda e quello della terza candela, ma l’esperienza personale mi porta ad affermare che possiamo fare affidamento su questo pattern anche in assenza del secondo gap.

Nell’intraday, oltretutto, è davvero difficile che si registrino gap tra una candela e quella successiva, se non in presenza dell’uscita di notizie o di dati macroeconomici di rilievo.

Oltre a considerarla “a se stante”, possiamo anche verificare in quale contesto grafico la figura si collochi, in modo da aumentare le probabilità di successo di un trade che sia basato su questa particolare conformazione candlestick.

Pattern di questo tipo, che si sviluppino a ridosso di resistenze importanti, acquisiscono infatti ancora più significato.

Come vediamo nel grafico seguente, il titolo americano Edison International, già proveniente da un marcato uptrend, ha recentemente realizzato una candela rialzista ad ampio range: nella seduta successiva i prezzi hanno quindi aperto in gap up ma hanno subito cominciato a correggere realizzando una candela che già di per se denota forte negatività close < open).

Vediamo il grafico:

L’apertura della terza candela, avvenuta al di sotto del minimo della star, conferma la potenziale inversione del trend in atto. Il giorno seguente, infatti, il titolo apre in forte gap down, anche se poi notiamo un tentativo di recupero delle quotazioni.

Come filtro per questa figura di inversione potremmo aggiungere un oscillatore in modo da aumentare le probabilità di successo del pattern.

Inserendo un semplice CCI (Commodity Channel Index) a 18 periodi, possiamo notare come si sia anche formata una divergenza di momentum in corrispondenza dei massimi fatti registrare dal titolo. Tratteremo più nel dettaglio delle divergenze in un prossimo articolo; al momento basti sapere che una divergenza è un andamento difforme dell’oscillatore prescelto per l’analisi, rispetto all’andamento del titolo. Nel caso di specie a nuovi massimi sul titolo non corrispondono nuovi massimi dell’oscillatore.
Vediamo anche in questo caso il grafico con il nostro oscillatore.

Infine, stringendo ancora il nostro grafico, possiamo verificare che il pattern si è realizzato in un contesto particolare, a ridosso di una resistenza statica:

Insomma, in un caso come questo, la evening star formatasi proprio a ridosso di una importante zona di resistenza, unita alla divergenza ribassista presente sull’oscillatore poteva far ben sperare sulla buona riuscita del trade.
E così è stato: la evening star, opportunamente filtrata, ci ha offerto una buona opportunità di trading a con un basso profilo di rischio.

Cosa aspetti? Apri un conto

Aprire un conto è totalmente gratuito e in pochi minuti sarai pronto a fare trading.

Apri un conto

oppure prova la piattaforma con un conto demo

Contattaci

Siamo disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 (CET) al numero verde:

800 897 582

In alternativa puoi scriverci all'indirizzo email italiandesk@ig.com