Quotazioni Ftse Mib in calo, sfuma la scia di Wall Street. Oggi occhi su BCE

Alle 13:45 Lagarde parlerà in conferenza stampa: attese su movimenti euro e previsioni macro economiche. In calo gli azionari europei, Ftse Mib -0,24%, rally azioni Nexi (+4,5%)

  • Alle 10:45 le quotazioni del Ftse Mib perdono lo 0,16% e l’indice di Milano scende a 19.739 punti
  • Oggi occhi sulla Bce. EUR/USD a 1,1837.
  • Futures Wall Street negative: Dow Jones -0,55%, S&P500 -0,57%, Nasdaq -0,77%

Apertura frazionata per gli indici europei oggi: le quotazioni del Ftse Mib hanno tentato all’inizio della sessione un rialzo dello 0,05%, con le azioni Nexi a guidare i guadagni (+5%), salvo poi scendere al di sotto della parità allineandosi al resto degli azionari del Vecchio Continente.

Al momento gli azionari europei proseguono le prime ore di contrattazioni con un certo nervosismo: il Dax viaggia leggermente in calo dello 0,06% mentre il Cac40 perde lo 0,42% dopo un timido tentativo di conquistare la parità, all’apertura di Borsa; Londra scende dello 0,72%, mentre l’Ibex lascia sul terreno lo 0,45%.

Nervosismo presto spiegato con l’attesa per la conferenza stampa della presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde, che parlerà alle 13:45 (ora italiana). A caricare di nuovi significati la riunione di oggi della Bce è stato l’incontro, lo scorso 27 agosto, dei banchieri federali a Jackson Hole, tradizionale meeting annuale durante il quale il presidente del sistema di banche federali Jerome Powell ha annunciato un cambio degli obiettivi strategici della Fed, grazie al quale sarà possibile sforare il tetto di inflazione del 2% (il nuovo sistema considera infatti il livello medio nel tempo dei prezzo al consumo.

Sale dunque la tensione in vista di una risposta (che ormai non può mancare) da parte della Bce. Gli analisti hanno previsto un forte intervento mirato anzitutto a stabilizzare l’euro – che nelle ultime settimane è arrivato a valere anche 1,20 nei confronti del dollaro -, in secondo luogo sono attese dichiarazioni sulla situazione economica del Vecchio Continente – e su eventuali, ulteriori misure a sostegno della ripresa post- covid.

Apri un conto reale con IG per iniziare a fare trading sui mercati oppure esercitati prima con un conto demo

Come stanno procedendo le contrattazioni sul Ftse Mib?

Dopo il tentativo di rimbalzo iniziale, al momento le quotazioni sul Ftse Mib scendono dello 0,16%. I principali ribassi si contano sui titoli petroliferi, con le azioni Eni che perdono l’1,1% e scendono a 7,54 euro l’una, mentre le azioni Tenaris lasciano sul terreno l’1,21% e le Saipem l’1,05%, pressate dal prezzo del petrolio che, negli ultimi giorni, è sceso al di sotto dei 40 dollari al barile.

Tra i rialzi spicca invece il rally delle quotazioni Nexi, che avanza del 4,73% a 16,06 euro per azione man mano che i rumors su una fusione con la competitor Sia sempre più vicina. Bene anche le azioni Fiat-Chrysler, che guadagnano il 3,07% e salgono a 9,90 euro l’una dopo il lancio da parte di Maserati di una nuova auto sportiva, parte del piano di Fca di rilancio dei veicoli di fascia alta.

Come si prospetta la giornata su Wall Street?

Boccata d’aria per gli azionari di New York, che ieri hanno riportato notevoli rialzi in chiusura (dall’1,60% del Dow Jones al 2,71% del Nasdaq) dopo tre sessioni in calo, durante le quali l’indice tech ha perso circa il 10% (il calo più rapido mai registrato). Eppure al momento i futures sono tornati in area negativa: quelli sul Dow Jones scendono dello 0,60%, male anche sull’S&P 500 (-0,65%) e sul Nasdaq (-0,96%).

Sul fronte valutario resta alta l’attenzione attorno all’andamento del cambio EUR/USD che, dopo il forte rialzo di ieri, al momento si mantiene ancora sui record da due anni a quota 1,1825. Secondo gli analisti, se oggi la Bce dovesse mostrarsi troppo debole, è probabile che la coppia valutaria possa tornare presto a superare quota 1,20 già durante il fine settimana.

Occhi anche sul cambio EUR/GBP, che al momento si assesta a quota 0,9093 e dall’inizio della settimana ha guadagnato circa l’1,89%, sulla scia dei timori di una Brexit senza accordo e dell’ultimatum (di fatto impossibile da rispettare) del premier britannico Boris Johnson, che vuole un accordo entro il 15 ottobre.

In calo il dollaro rispetto allo yen, con l’USD/JPY a 106,038. Oggi le Borse asiatiche hanno chiuso frazionate, con la Borsa di Tokyo in rialzo dello 0,88% mentre in Cina l’unica positiva è stata China A50 Future, in rialzo di poco più di mezzo punto percentuale. Male invece Shanghai, che perde lo 0,61%, e Shenzhen, in calo dello 0,92%.

Torna a scendere il prezzo del petrolio, con i nuovi dubbi sulla domanda globale che fanno pensare a una ripresa economica post-covid più lenta del previsto.

Scopri come fare trading sul petrolio con IG

Al momento le quotazioni del Brent sono tornate al di sopra dei 40 dollari al barile ma viaggiano comunque in ribasso dello 0,78%, a 40,47 dollari, mentre il Wti viene scambiato per 37,66 dollari al barile.

Vuoi iniziare a fare trading tramite CFD, Barrier o Turbo su indici, forex o materie prime? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG in pochi passi:

  1. Crea un contro IG o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Valuta la tua performance di trading

Monitora e analizza i tuoi dati di trading con Trade analytics, disponibile sul conto reale CFD di IG Bank.

  • Ottieni la panoramica dei tuoi dati di trading
  • Visualizza i profitti totali dalle posizioni chiuse
  • Individua gli errori e crea strategie di trading di successo

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading