Indici mondiali in rialzo nonostante crollo Pil cinese: prevale l’ottimismo per nuovo farmaco anti-coronavirus

Il piano in tre fasi per il graduale ritorno alla normalità negli Usa, ma anche buone performance dalle big della tecnologia e, soprattutto, la prospettiva di una cura per il Covid-19: forti rialzi sugli azionari globali

Torna l’ottimismo sulle Borse globali grazie alla farmaceutica Gilead Sciences (+16,41% nell’after hours sul Nasdaq). Secondo quanto lascia trapelare la rivista specialzizata Stat News, l’azienda avrebbe sviluppato un farmaco efficace nel trattamento del nuovo ceppo di coronavirus che, ad oggi, ha contagiato oltre due milioni di persone in tutto il mondo.

Quali dati arrivano dalla Cina?

La notizia del nuovo farmaco è riuscita ad azzerare il cattivo dato del Pil cinese del primo trimestre, pubblicato stamattina. Da quanto sono iniziate le registrazioni trimestrali della crescita nazionale in Cina, nel 1992, non si è mai visto un dato così basso: -6,8% rispetto al trimestre precedente, -9,8% rispetto ai primi tre mesi del 2019.

Eppure, per quanto grave, la contrazione era ampiamente attesa e solo il dato trimestre su trimestre ha leggermente superato le previsioni (gli analisti avevano calcolato una decrescita del 6,5%); quando al dato anno su anno, invece, si presenta migliore del previsto, a fronte di previsioni a -9,9%.

Una contrazione così epocale del Pil resta comunque indicativa dell’entità dell’impatto del coronavirus sulle varie economie nazionali. Eppure, le Borse asiatiche hanno comunque chiuso in rialzo: in Cina, Shanghai segna +0,66%, Shenzhen +0,50%, China A50 +1,31%. Rilevano anche le buone notizie sul fronte della produzione industriale cinese, che a marzo è scesa solo dell’1,1%, rispetto a previsioni di una contrazione rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso del 7,3%.

Forti rialzi in Corea del Sud, dove il Kospi ha guadagnato il 3,09%, mentre Hong Kong HS50 guadagna l’1,51%. Bene anche il Giappone, con il Nikkei a +3,15% e il più ampio Topix a 1,43%.

Come stanno reagendo gli Usa alla pandemia di coronavirus?

La notizia del nuovo farmaco anti-Covid ha assorbito anche la dichiarazione con cui ieri sera il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha annunciato l’estensione del lockdown (insieme agli altri stati della costa orientale) almeno fino al 15 maggio. Quanto alla situazione nazionale, il presidente americano Donald Trump ieri ha presentato un piano in tre fasi per una graduale ripartenza, in grado di infondere nuova fiducia sui mercati globali.

D’altra parte, alla chiusura delle contrattazioni il Nasdaq ha comunque osservato notevoli rialzi grazie alle buone performance nel settore FAANG con Amazon a+4,50% sull’indice tech statunitense e Netflix a+3,85%.

Leggermente in calo il dollaro, grazie al nuovo ottimismo sui mercati. Il cambio EUR/USD tratta sotto 1,09 a 1,0869, mentre rispetto allo yen il biglietto verde viaggia sotto 107,73 e il cross tra sterlina e dollaro viaggia a 1,2494.

La propensione al rischio ha provocato un indebolimento anche delle quotazioni dell’oro, che torna intorno ai 1.707 dollari l’oncia.

Come hanno aperto gli indici azionari europei?

Mentre lo spread tra Btp e Bund torna a scendere (oggi segna 229 punti, rispetto ai 235 dell’ultima chiusura), le Borse europee schizzano in apertura sulla scia del futures di Wall Street. Piazza Affari viaggia in rialzo del 2,6%, trainata soprattutto dal settore del lusso (Moncler +5,9%) e dalle banche. Bene anche Francoforte, che guadagna il 3,2%, Parigi a +3,24%, Madrid +2,5% e Londra +2,6%.

Apri un conto reale con IG per iniziare a fare trading sugli indici.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Coronavirus e volatilità sui mercati

Fai trading con IG su oltre 17,000 mercati.

  • Spread ridotti: spread da 0,4 punti sugli indici, da 0,6 sul forex e da 0,3 su materie prime
  • Stop garantiti: imposta un livello a cui chiudere la posizione per tutelarti da eventuali gap di mercato e slippage
  • Assistenza dedicata: avrai a disposizione un team di esperti pronto a supportarti

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading