Azioni Unicredit in rialzo, ok rinnovo accordo con Sia in vista di fusione con Nexi

In vista della nascita di un nuovo colosso dei pagamenti digitali da 150 milioni all'anno, Unicredit avvia le discussioni per rinnovare la partnership con Sia prima della scadenza degli accordi vincolanti, nel 2021

Azioni Unicredit in rialzo oggi nel giorno dell’avvio della trattativa con Sia per il rinnovo dell’attuale accordo di fornitura dei servizi di processing relativi alle transazioni con carte di pagamento.

Sia, già ieri agli onori della cronaca finanziaria in vista del matrimonio con la competitor Nexi, si occupa di pagamenti digitali e infrastrutture tecnologiche per banche, istituzioni finanziarie, imprese e pubbliche amministrazioni. L’obiettivo delle trattative in partenza oggi è finalizzare gli accordi vincolanti nei primi mesi del 2021.

Cosa prevede la trattativa Unicredit-Sia?

L’accordo tra Gae Aulenti e la società digital prevede un outsourcing per la fornitura di alcuni servizi di processing in Italia, Austria e Germania relativi alle transazioni con carte di pagamento e alla gestione dei terminali POS e ATM.

Unicredit contribuisce al fatturato di Sia per oltre il 20% e costituisce il suo cliente di punta. I servizi cui fa riferimento la nota di ieri dell’istituto di credito sono in gestione a Sia dal 2016, cui sono vincolati con un contratto della durata di 10 anni – fino al 2026 – ma con possibilità di revisione delle condizioni a cinque anni – dunque entro il 2021.

E proprio per questo Unicredit ha dato oggi il via a nuove trattative per rinnovare gli accordi con Sia di ulteriori dieci anni, fino al 2036, da finalizzare entro l’inizio del prossimo anno. Dopo la scadenza dei primi cinque anni, dunque nel 2021, sarà infatti possibile per Sia rivedere gli accordi con Unicredit, così da procedere con la fusione con Nexi, annunciata ieri.

Al momento, le azioni Unicredit guadagnano il 2,99%, in rialzo a 7,27 euro l’una.

Nexi-Sia: cosa promette la fusione?

Già da inizio settembre le voci su un matrimonio tra le due aziende avevano iniziato a farsi sempre più concrete, e ieri Nexi ha acconsentito ad acquistare Sia per circa 4,6 miliardi di euro.

L’accordo porterebbe alla creazione di un colosso europeo dei pagamenti digitali: insieme a Nexi, dal valore di Borsa di circa dieci miliardi di euro, il gruppo che nascerà sarà in grado di capitalizzare circa 15 miliardi di euro, poco più di Unicredit stessa.

La fusione avverrà per incorporazione di Sia in Nexi, per un rapporto di cambio di 1,5761 azioni Nexi per ogni azione Sia. Anche Cassa Depositi e Prestiti avrà un ruolo nel nuovo gruppo. Cdp, che tra partecipazioni dirette e indirette detiene oltre l’80%, resterà azionista del nuovo gruppo al 25% - Sia arriverebbe a costituire circa il 30% del nuovo gruppo.

Secondo le prospettive delle fusione, il nuovo gruppo realizzerà circa l’87% dei pagamenti digitali in Italia e già inizia a guardare oltre, con i lavori già in corso per consolidare la sua presenza all’estero.

La fusione genererà sinergie ricorrenti stimate in circa 150 milioni annui a regime, con sinergie a livello di capex one-off di 65 milioni. È inoltre atteso un aumento a doppia cifra del cash Eps nel 2022.

Tenuto conto delle sinergie attese, la nuova società ha ricavi aggregati pro-forma 2019 pari a 1,8 miliardi e un Ebitda aggregato pro-forma pari a 1 miliardo.

Dopo il rally di ieri, oggi le azioni Nexi perdono il 2,47% e scendono a 16,98 euro l’una.

Come sfruttare le opportunità di trading?

Interessato al trading sulle azioni Unicredit o Nexi? Apri un conto gratuito Turbo24 o aggiungi un conto Turbo24 sul tuo account IG: avrai la possibilità di fare trading 24 ore al giorno con un prodotto quotato e regolamentato, che ti consentirà di avere il pieno controllo del rischio e della leva finanziaria.

Scopri la nuova guida e inizia subito la tua attività di trading. Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG in pochi passi:

  1. Crea un contro IG o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading