Market Update - Borse proseguono rimbalzo, ma ottobre si chiude in forte calo

Prosegue il rimbalzo gli indici europei questa mattina, nonostante si apprestino a chiudere il mese di ottobre in marcato calo.

bg_trading_floor_13313521
Fonte: Bloomberg

Eurostoxx 50 sta mettendo a segno da inizio mese un calo del 6%, la peggior performance da giugno 2016.
Il quadro non cambia molto se si va oltre oceano, dove le perfomance potrebbero essere le peggiori addirittura dal 2011.

Tornando alla seduta odierna, gli acquisti proseguono in scia a delle trimetrali piuttosto incoraggianti arrivate dall'Asia nella notte, seppur il sentiment continua a rimanere fragile a causa di dati macro poco convincenti.
In particolare hanno deluso sia gli indici PMI manifatturiero di ottobre in Cina che le vendite al dettaglio in Germania, a rimarcare il contesto di rallentamento che sta vivendo la zona euro.

In tutto questo, l'inflazione preliminare di ottobre dell'area euro ha accelerato al 2,2% dal 2,1 di settembre, mentre quella core è passata all'1,1% dallo 0,9 del mese precedente. Entrambe le figure hanno matchato le attese, con l'euro/dollaro che è tornato a mettere pressione al supporto di 1,1330.

Dopo i conti di Facebook di ieri sera che hanno mostrato luci ed ombre, gli investitori rimangono in attesa della trimestrale dell'ultimo titolo FAANG, la regina APPLE. Domani il contesto festivo e l'attesa per apple potrebbero condizionare i volumi, mentre venerdì i movimenti potrebbero essere più marcati in vista dei Non Farm Payrolls. Sarà quella una delle ultime occasioni per gli operatori per riposizionarsi in vista delle Mid Term che potrebbero portare una delle due camere in mano ai democratici. Rimane aperta a nostro avviso la possibilità di rivedere i bottom annuali per gli indici Usa nel breve termine, prima della partenza del canonico rally di Natale.

In Italia, i giorni passano senza che il governo mandi segnali tangibili di revisione della legge di bilancio, neppure dopo la seconda lettera della Ue. Lo spread BTp-Bund si mantiene sopra i 300 punti base e non è eslusa la possibilità di rivedere i top di ottobre a 330 punti base e andare anche più in su verso i 400 punti base.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.