Trimestrale Goldman Sachs, attesi ricavi in ribasso di oltre il 10%

L’istituto di credito Usa affronta la crisi ben equipaggiato, ma non uscirà indenne – al pari dell’intero comparto

La stagione dei dati trimestrali dei primi tre mesi 2020, iniziata ieri con i dati di JP Morgan e Wells Fargo, prosegue oggi con Goldman Sachs, Citigroup e Bank of America.

Come si presenta l’intero comparto bancario davanti all’emergenza coronavirus?

I dati arrivano nel momento in cui la crisi coronavirus ha profondamente impattato sui risultati del primo trimestre. D’altra parte, per quanto il comparto bancario sia quello più esposto ai rischi di credito, è anche quello che si appresta ad affrontare la crisi più preparato: il rischio dello stato patrimoniale è infatti già stato ridotto, soprattutto in relazione ai mutui e al rischio insolvenza collegato alle carte di credito. Eppure il fatto che gli istituti abbiano già stanziato fondi per i crediti in sofferenza potrebbe far sprofondare i ricavi dei prossimi mesi. Pesano sui bilanci delle banche l’aumento esponenziale dei disoccupati, ma anche e soprattutto un contesto di tassi di interesse ai minimi storici, in seguito alle politiche monetarie implementate dalle Banche centrali per far fronte all’emergenza economico-finanziaria.

Cosa si prevede per i conti di Goldman Sachs?

Per i primi tre mesi del 2020 il consensus ha stimato un utile per azione pari a 3,36 dollari (il 41,2% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), mentre i ricavi sono attesi intorno a 7,92 miliardi di dollari (il 10,1% in meno rispetto ai primi tre mesi del 2019).

Secondo quanto calcolato dagli analisti, negli ultimi due anni, Goldman Sachs ha superato le aspettative degli analisti per il 75% delle volte.

L’ultima trimestrale, che esattamente tre mesi fa, riportava dati relativi all’ultimo trimestre 2019 complessivamente positivi: per quanto l’utile per azione si fosse fermato a 4,69 dollari, a fronte di previsioni che lo volevano a 5,20 dollari, i ricavi durante il trimestre sono stati pari a 9,96 miliardi di dollari, mentre il consensus ne aveva previsti 8,56 (un incremento anno su anno del 23,2%).

I risultati, dunque, si prevedono negativi. D’altra parte, segnali incoraggianti arrivano dall’ampio volume degli scambi e delle vendite, che nel 2019 contarono per circa il 40% dei ricavi, il che potrebbe compensare le perdite sugli altri fronti. Considerando l’ampia volatilità sul mercato provocata dall’emergenza coronavirus in tutto il mondo, le forti perdite potrebbero essere parzialmente riassorbite dall’alto volume di scambi che ha incluso anche le azioni di Goldman Sachs.

Come stanno andando le trimestrali Usa?

Per quanto i conti dell’ultimo trimestre siano stati generalmente positivi e, al pari di JP Morgan, l’istituto presenti una situazione contabile particolarmente forte al momenti di entrare nella crisi economico-finanziaria peggiore dalla Depressione degli anni Trenta, c’è da sottolineare che ieri proprio JP Morgan ha rilasciato dati trimestrali addirittura peggiori delle previsioni (già particolarmente pessimistiche).

L’istituto di credito ha infatti visto i propri profitti scendere di 2,87 milioni di euro di ricavi, a fronte del calo di 2,18 milioni previsto dagli analisti, proprio a causa degli investimenti per la protezione delle future sofferenze causate dalla crisi in atto.

A quanto stanno viaggiando i futures del titolo Goldman Sachs?

Si prevedono notevoli perdite dunque sulle azioni Goldman Sachs. Nel pre-market le quotazioni viaggiano in ribasso dell'1,81%, a 175 dollari per azione.

Scopri come fare trading sulle azioni Goldman Sachs e altri mercati con IG.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Esplora i mercati finanziari con i nostri corsi online gratuiti

Scopri come fare trading su una vasta selezione di mercati – o approfondire le tue conoscenze – con i webinar, le lezioni interattive e i video di IG Academy.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading