Tonfo azioni Nexi dopo il via alla svendita del capitale in mano ai fondi

In vista della fusione con Sia, l’azionista di riferimento di Nexi ha iniziato a vedere le azioni in mano al fondo Mercury a un prezzo scontato dell’8% rispetto all’ultima chiusura

La mattinata prosegue al ribasso per le azioni Nexi che, a due giorni dall’annuncio della maxi-fusione con Sia, crollano di oltre quattro punti percentuali.

Nello specifico, ieri sera a mercati chiusi i fondi di private equity, soci di riferimento di Nexi, hanno annunciato l’avvio della vendita di parte del loro pacchetto azionario.

Mercury UK Holdco, veicolo dei fondi Bain Capital, Advent e Clessidra, ha dunque dato il via alla vendita di circa 84 milioni di azioni Nexi, corrispondenti al 13,4% del capitale, attraverso una procedura di collocamento accelerato. Le azioni sono state vendute a 15,50 euro l’una, l’8% in meno rispetto alla chiusura di mercato di ieri delle quotazioni Nexi, a 16,85 euro – con conseguente allineamento del titolo.

Barclays, Citigroup e Goldman Sachs agiranno da joint global coordinators e Joint Bookrunners nella procedura di bookbuilding; Mercury si avvarrà di Rotschild come advisor. Ai prezzi di chiusura di Nexi della seduta di ieri, il pacchetto in vendita valeva 1,382 miliardi di euro.

I tre fondi, riuniti sotto l’ombrello di Mercury, detengono il 33% del capitale di Nexi – a operazione conclusa ne resterà loro in mano il 20,1% (126 milioni di azioni), bloccato tramite una procedura di lock up al 100% per i primi sei mesi dalla fusione con Sia e per il 50% per i successivi 12 mesi.

Chi farà parte dell’azionariato Nexi-Sia?

Il ruolo di Mercury all’interno del nuovo gruppo in arrivo si va dunque riducendo: nel nuovo assetto il fondo potrà dunque scendere fino al 14% del capitale, per poi gradualmente uscire dal gruppo entro i prossimi due anni, mentre Cassa Depositi e Prestiti manterrà, tramite le due holding Cdp Equity e Fsia Investimenti, poco più del 25% del capitale.

Ancora scarse invece le comunicazioni da parte del resto degli azionisti Nexi, tra cui Intesa Sanpaolo, che ne detiene quasi il 10,5% e a cui spetterà una quota del 7% della nuova società di pagamenti.

Cosa si prevede nel futuro dei pagamenti digitali?

Il nuovo colosso in divenire punta ad affermarsi come leader di mercato nazionale – e non solo. In Italia l’obiettivo è quello id realizzare circa l’87% dei pagamenti digitali, mentre con un occhio inizia già a guardare all’estero in vista di una futura espansione – per quanto sia il mercato italiano quello che interessa davvero a Cassa Depositi e Prestiti.

La nuova società nata dalla fusione di Nexi e Sia promette sinergie per 150 milioni di euro annui e ricavi aggregati per 1,8 miliardi.

Come si stanno muovendo oggi le azioni Nexi?

All’apertura della sessione di oggi le quotazioni Nexi hanno faticato a fare prezzo in apertura per eccesso di ribassi, prima di dare il via alla giornata sul mercato in calo di oltre cinque punti percentuali. Al momento le azioni Nexi perdono il 4,21%, a 16,14 euro l’una.

Interessato al trading sulle quotazioni Nexi? Apri un conto gratuito Turbo24 o aggiungi un conto Turbo24 sul tuo account IG: avrai la possibilità di fare trading 24 ore al giorno con un prodotto quotato e regolamentato, che ti consentirà di avere il pieno controllo del rischio e della leva finanziaria.

Scopri la nuova guida e inizia subito la tua attività di trading. Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG in pochi passi:

  1. Crea un contro IG o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading