Scivolone della sterlina, l’Ue avvia procedura di infrazione nell’ambito della Brexit

Scossoni sul mercato valutario tra le divise europee. La Commissione avvia procedura di infrazione per Londra, giù la sterlina, mentre da Francoforte si fa strada l’ipotesi di una revisione dell’inflazione

Sessione europea governata dalle notizie in arrivo dalle istituzioni comunitarie: da una parte la Commissione Europea e una procedura di infrazione già in viaggio verso Londra, dall’altra alcune dichiarazioni dalla Banca Centrale di Francoforte che tengono con il fiato sospeso il mercato valutario.

Tutto ciò nel giorno in cui i Capi di Stato e di governo del 27 si sono riuniti a Bruxelles in un Consiglio straordinario con all’ordine del giorno una serie di questioni economiche e geopolitiche che, negli ultimi giorni, hanno destato non poche preoccupazioni.

Brexit: al via alla procedura di infrazione contro il Regno Unito, tonfo della sterlina

L’accordo di recesso de Regno Unito dall’Unione Europea parlava chiaro: lo scorso febbraio è entrato in vigore il Withdrawal Agreement, ivi inclusi tutti gli “effetti giuridici ai sensi del diritto internazionale”, il che implica che la legge allo studio del parlamento di Westminster sul mercato interno costituisce una violazione del protocollo sul confine tra Irlanda e Irlanda del Nord – nuova frontiera terrestre dell’Ue, all’indomani della Brexit.

È per questo che, oggi, la Commissione Europea ha annunciato di aver lanciato una procedura di infrazione contro il Regno. Lo ha indicato la presidente Ursula von der Leyen: “Questa mattina la Commissione ha deciso di inviare una lettera di costituzione in mora al governo britannico. Questa è la prima fase di una procedura di infrazione”.

Bruxelles aveva dato tempo al governo britannico fino a ieri per ritirare il progetto di legge e ora il premier britannico Boris Johnson ha tempo un mese per rispondere. In caso le motivazioni di Londra dovessero essere giudicate insufficienti (o non dovessero proprio arrivare), la Commissione procederò con un parere motivato.

All’arrivo della notizia, nella seconda metà della seduta di Borsa europea, la sterlina è sprofondata in poco tempo di quasi lo 0,80% in rapporto all’euro, salvo poi recuperare le perdite e riguadagnare i valori della vigilia – al momento il cambio EUR/GBP viaggia a 0,9109.

La Bce come la Fed, in arrivo una revisione del target di inflazione?

Anche gli obiettivi strategici della Banca Centrale Europea potrebbero essere sotto la lente di ingrandimento. Oggi il vice presidente dell’istituto di Francoforte, Luis De Guindos, ha lasciato intuire che la Bce potrebbe allentare la propria politica monetaria. La decisione comunque non sarà immediata.

È stata proprio la presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, ieri, ad aprire all’ipotesi di un una revisione del target di inflazione dell’euro, che al momento l’istituto di Francoforte vuole tenere prossimo ma inferiore al 2%.

Lagarde è intervenuta ieri alla XXI conferenza “The Ecb and its Watchers”, a Francoforte. “Il tema generale, oggi, è se le banche centrali dovrebbero impegnarsi esplicitamente a compensare i livelli di inflazione nel caso in cui rimangano per un lungo periodo al di sotto dei target”, ha dichiarato la numero uno della Bce.

Lagarde ha ricordato che dal 2003 la Bce ha usato una doppia formulazione, definendo la stabilità dei prezzi nei termini di un'inflazione inferiore al 2%, puntando al tempo stesso a un'inflazione “inferiore, ma vicina, al 2%”. Oggi dunque “assicurare che ci sia sufficiente spazio al di sopra dello zero per restituire efficacia alla politica monetaria convenzionale diventa più importante”.

D’altra parte, l’annuncio ha lasciato i mercati abbastanza tiepidi. L’euro al momento avanza dello 0,19% nei confronti del dollaro a 1,1743, mentre la Commissione europea ha evidenziato le problematiche che scaturirebbero da un forte apprezzamento dell’euro che sia duraturo.

Secondo la Commissione, “un ulteriore rafforzamento sostanziale comporterebbe significativi rischi al ribasso per la crescita, oltre che porre l'inflazione della zona euro in un contesto di fragile ripresa". A seconda delle cause, "un apprezzamento duraturo del 5% dell'euro potrebbe essere associato a una riduzione della crescita del pil tra -1,1% e -0,9% dopo un anno e a una riduzione dell'inflazione tra -0,8 e -0,5%".

Come sfruttare le opportunità di trading?

Interessato al trading sugli indici globali, forex o azioni? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG Bank in pochi passi:

  1. Crea un contro IG Bank o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i CFD.

  • Aumenta la tua esposizione sul mercato con la leva
  • Spread a partire dallo 0,1%
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading