Quotazioni Ftse Mib volatili si allineano al resto d’Europa dopo BCE

Le parole di Lagarde lasciano gli azionari europei tiepidi. Balzo dell’euro (1,18 verso dollaro, 0,92 verso sterlina). Sul Ftse Mib bene le azioni Diasorin, +2%

  • Alle 10:00 le quotazioni del Ftse Mib perdono lo 0,3%, in calo anche il resto dei listini europei
  • Euro sempre più forte dopo la conferenza stampa della Bce di ieri, EUR/USD a 1,18
  • In rialzo i futures su Wall Street: Dow Jones +0,58%, S&P +0,77%, Nasdaq +1,21%

Dopo timido tentativo di recupero, in linea con il resto degli azionari europei, la Borsa di Milano torna in calo. Le quotazioni del Ftse Mib scendono dello 0,29% a 19.762 punti, in linea con il resto degli azionari europei: Parigi perde lo 0,05%, Francoforte lo 0,18%, Madrid lo 0,52%, unica positiva Londra in rialzo dello 0,14%.

Gli indici risentono soprattutto della non-mossa di ieri della Banca centrale europea. L’istituto centrale ha lasciato invariati i tassi e non ha annunciato cambiamenti o novità nei programmi di acquisto asset tuttora in atto per sostenere la ripresa post-pandemica, garantendo uno stretto monitoraggio dell’apprezzamento dell’euro ma ricordando, allo stesso tempo, che la variazione del tasso di cambio della moneta unica non rientra tra le priorità della banca.

Subito dopo le parole della presidente della Bce Christine Lagarde, il cambio EUR/USD è schizzato fino a toccare quota 1,19, salvo poi ritracciare su valori solo leggermente superiori alla vigilia – al momento la coppia valutaria viaggia a 1,1840.

Movimenti ben più forti sono stati osservati dal cross valutario euro-sterlina. Oltre alle dichiarazioni di Lagarde di ieri, sulla sterlina pesa anche il rinnovato timore di una Brexit senza accordo, situazione aggravata ancora di più dalle recenti dichiarazioni del premier britannico Boris Johnson: incalzato da Bruxelles a tornare sui propri passi e abbandonare l’idea di bypassare il Withdrawal Agreement dello scorso inverno, Johnson ha rincarato la dose ammettendo di voler deliberatamente scavalcare il diritto internazionale con il suo nuovo Internal Maket Bill. Al momento, il cambio EUR/GBP viaggia in rialzo a 0,9214, il massimo dallo scorso 25 marzo.

Quali sono le azioni migliori (e le peggiori) sul Ftse Mib oggi?

A mezz’ora dall’apertura le quotazioni del Ftse Mib guadagnano di nuovo la parità e viaggiano in rialzo dello 0,19%, trainate soprattutto dalle azioni Diasorin (+1,13% a 152,4 euro l’una).

Focus sulle azioni Intesa Sanpaolo : oggi scade il termine per l’offerta residuale sulle azioni oggetto dell’offerta pubblica di acquisto e scambio verso Ubi Banca.

In calo l’intero comparto bancario. Il Ftse Mib Banche perde lo 0,91%, con Bper Banca che riporta le perdite più marcate e scende dell’1,78% a 2,16 euro per azione. In calo anche le azioni Fca (-0,30% a 9,86 euro), nonostante la presentazione ieri del nuovo piano di rilancio al 2024 di Maserati: “La mia attesa e quella del team è che quest'anno sarà l'ultimo in perdita per Maserati”, ha dichiarato ieri l'amministratore delegato Fca Mike Manley. Buone notizie anche sul fronte fusione Fca-Psa, che secondo il ceo di Fca potrà diventare realtà entro i primi tre mesi del 2021.

Scopri come fare trading sulle azioni e altri mercati con IG

Infine, Euronext conferma “di essere attualmente in discussione con Cassa Depositi e prestiti per presentare una offerta a Lse Group per l'acquisizione delle attività e degli asset operativi chiave di borsa italiana”; nell’ambito della vendita da parte di Lse Group di Borsa Italiana.

Quali sono le ultime notizie da Wall Street?

Proseguono i ribassi sugli indici di Wall Street: dopo il lampo di vitalità con cui gli azionari Usa hanno recuperato nella la sessione di mercoledì, ieri in chiusura sono di nuovo tornati al di sotto della parità, spinti dal settore tech, da dati sulla disoccupazione settimanale che segnalano un rallentamento della ripresa ma, soprattutto, dallo stallo all’interno del Congresso su un nuovo pacchetto di stimoli fiscali.

La proposta di legge, di matrice repubblicana, non ha trovato la maggioranza già dal Senato – praticamente impossibile dunque che i 60 voti necessari arrivino grazie all’aiuto dei democratici, che giudicano il provvedimento “del tutto inadeguato”.

Al momento tuttavia i futures statunitensi segnano decisi rialzo: quelli sul Dow Jones salgono dello 0,58%, sull’S&P 500 +0,77%, Nasdaq +1,21%.

Debole il dollaro, che viaggia a 106,194 nei confronti dello yen; l’intero Dollar Index segnala una calo dello 0,11% a 93,23. Forti ribassi anche sul prezzo del petrolio: il Wti scende a 37,13 dollari al barile mentre il Brent perde lo 0,55% e torna di nuovo sotto i 40 dollari, a 39,84.

Scopri come fare trading sul petrolio con IG

Risvolti sui mercati asiatici?

In assenza di dati macro particolarmente rilevanti (oggi gli occhi sono puntati sui prezzi al consumo in Usa, in base ai quali sarà possibile farsi un’idea dell’entità delle manovre della Fed circa il raggiungimento del nuovo obiettivo sull’inflazione), gli indici asiatici non sembrano accusare il nuovo calo con cui gli Usa ieri hanno chiuso la sessione di Borsa.

In Cina Shanghai chiude in rialzo dello 0,79%, Shenzhen dell’1,57% e China A50 avanza dello 0,56%. Bene anche il Giappone, dove la Borsa di Tokyo chiude a +0,74%, Hong Kong che avanza dello 0,65% e Seul che recupera la parità a pochi minuti dalla chiusura.

Vuoi iniziare a fare trading tramite CFD, Barrier o Turbo su indici, forex o materie prime? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG in pochi passi:

  1. Crea un contro IG o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading