Quotazioni Ftse Mib in rialzo, oggi focus su elezioni USA

Occhi sul voto americano, Biden guida i sondaggi. Dollaro in leggera flessione, EUR/USD a oltre 1,16. Quotazioni Ftse Mib in rialzo, ripartono gli acquisti sulle azioni Nexi

  • Alle 10:30 il Dax avanza dell’1,54%, il Cac40 dell’1,55%, il Ftse 100 dell’1,38%
  • Bene anche le quotazioni sul Ftse Mib, +1,64% a 18.702 punti. Balzo azioni Bper (+4,3%) e dei petroliferi
  • Elezioni Usa, Biden guida i sondaggi al 52% e potrebbe conquistare anche gli stati in bilico. Dollaro debole, petrolio ancora ai minimi da maggio

La giornata sui mercati internazionali è guidata dalle elezioni Usa. Tra stanotte e domani mattina si sapranno i risultati (forse: la mole di voti per posta lascia aperta l’ipotesi di uno scrutinio più lungo e di ricorsi legali); nel frattempo gli indici di Borsa europei mantengono il rimbalzo di ieri e le quotazioni sul Ftse Mib avanzano in apertura dello 0,69%, a 18.527 punti.

Ftse Mib oggi ottimista, occhi su azioni Nexi e Mps

Continua il rally di ieri dei titoli petroliferi, con le azioni Saipem che avanzano del 2,65% mentre le Tenaris guadagnano l’1,52%. Bene anche Cnh Industrial, in rialzo dell’1,68%, ma l’attenzione di oggi è tutta per Nexi e Mps.

Le azioni Nexi avanzano del 2,72% e, a quasi mezz’ora dall’aperura degli scambi, guidano i rialzi sul Ftse Mib. L’azienda ha reso noto di avere avviato una trattativa esclusiva con la danese Nets per la fusione dei due gruppi attivi nel campo dei pagamenti digitali – a meno di un mese dall’accordo per la fusione con Sia.

Quanto a Monte dei Paschi di Siena, il consiglio d’amministrazione straordinario convocato ieri ha valutato lo stato patrimoniale della banca: al centro della discussione gli accantonamento per circa 400 milioni di euro in seguito al rischi legale provocato dalla condanna in primo grado degli ex vertici, Alessandro Profumo e Fabrizio Viola.

I maggiori accantonamenti rischiano infatti di portare il patrimonio di migliore qualità (Cet1) sotto il livello fissato dalla Banca centrale europea; manca inoltre ancora un miliardo di capitale per completare entro il primo dicembre l'operazione Hydra, che prevede lo scorporo di crediti deteriorati pari a circa 8 miliardi.

Il governo italiano, che detiene oltre il 68% del capitale Mps, respinge le pressioni per ricapitalizzare la banca al di fuori di una fusione con un partner strategico, per cui il ministero delle Finanze avrebbe già accantonato circa 1,5 miliardi di euro (voci di corridoio vorrebbero il partner fosse Unicredit), secondo tre fonti vicine al dossier.

Durante il cda di ieri l’AD Guido Bastianini ha comunicato che la banca ha bisogno di 1,5-2 miliardi di euro per non scendere sotto i requisiti patrimoniali nel primo trimestre 2021, per ottenere i quali ha menzionato sia un aumento di capitale sia l'emissione di debito “additional Tier1”.

Al momento le azioni Monte dei Paschi avanzano del 3,57%, dopo il rally di ieri che l’ha portata a balzare di oltre l’8%.

Come si sta preparando Wall Street al voto di oggi?

Nel frattempo, dall’altro lato dell’Atlantico, i due candidati alla Casa Bianca si preparano alla sfida di stasera. Il democratico Joe Biden continua a guidare i sondaggi con un vantaggio del 52% rispetto al 42% dell’attuale presidente e candidato a un secondo mandato, il repubblicano Donald Trump.

Stando agli ultimi sondaggi, sembra inoltre che Biden stia guadagnando consensi anche nei principali swing states, quelli dove il risultato è più incerto (e che, in diversi casi, sono anche particolarmente remunerativi in termini di grandi elettori).

Il candidato democratico sarebbe dunque in vantaggio in Arizona (con il 50% delle preferenze), Michigan (51%), Wisconsin (53%), Pennsylvania (50%) North Carolina (49%) e soprattutto in Florida, roccaforte repubblicana, dove invece Biden potrebbe conquistare il 51% dei voti.

In attesa del voto, sui mercati finanziari regna la cautela. I futures su Wall Street viaggiano in rialzo: i contatti sul Dow Jones avanzano dell’1,10%, quelli sul Nasdaq dello 0,38% e quelli sull’S&P 500 dello 0,81%.

Il dollaro subisce una leggera flessione, con il Dollar Index in calo dello 0,35% a 93,69, mentre il cambio USD/JPY scende a 104,615 e quello EUR/USD torna a prendere quota e sale a 1,1685 dopo che, nelle prime ore del mattino, i timori sulla pandemia di coronavirus in Europa avevano provocato pressioni sulla moneta unica.

Ancora ai minimi da maggio invece il prezzo del petrolio. I dubbi sul volume della domanda in vista di nuovi lockdown premono infatti sul prezzo del barile e, al momento, il Wti viene scambiato per 36,62 dollari mentre il Brent viaggia sui 38,70.

Come si è chiusa la giornata sui mercati asiatici?

Giornata in rialzo anche in Asia. In Cina tutte le Borse chiudono in rialzo (Shanghai +1,42%, Shenzhen +1,19%, China A50 +1,21%), bene anche il Giappone dove il Nikkei avanza dell’1,39% e il Topix dell’1,81%.

Inizia a fare trading con i CFD

Fai trading su oltre 80 indici con i CFD – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i CFD.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading