Quali sono le aziende che valgono più di mille miliardi di dollari al mondo?

Negli ultimi due anni molte aziende hanno superato il valore di mille miliardi di dollari. Quante di queste società esistono oggi al mondo e quali sono quelle che probabilmente entreranno a far parte del club dei dodici zeri.

Qual è stata la prima azienda trilionaria?

La prima azienda a superare il valore di mille miliardi di dollari è stata Apple, che ha raggiunto quel livello il 4 agosto 2018. Da allora, altre quattro società sono entrate a far parte del club dei dodici zeri: Amazon, Microsoft, Saudi Aramco e Alphabet. La corsa tra le società del mondo per entrare nel club è ancora in corso.

Alcuni sostengono che esiste una società che ha raggiunto il trilione di dollari oltre dieci anni prima di Apple. La capitalizzazione di mercato di PetroChina raggiunse il valore di $1,194 trilioni nel giorno della sua offerta pubblica iniziale (IPO), a novembre 2007. Tuttavia, tale valore si basava solo su una frazione delle sue azioni, per cui il valore della società calò subito dopo. Alla fine del 2008, la sua capitalizzazione di mercato scese a $260 miliardi.

Elenco delle aziende che superano il trilione di dollari

Data della prima valutazione di $1 trilione Capitalizzazione di mercato*
Apple Inc. 4 agosto 2018 $1,37 trilioni
Amazon 4 settembre 2018 $1,04 trilioni
Microsoft 7 giugno 2019 $1,36 trilioni
Saudi Aramco 11 dicembre 2019 $1,81 trilioni
Alphabet 16 gennaio 2020 $1,02 trilioni
*Dati aggiornati a febbario 2020

Apri subito un conto demo e apri una posizione per i titoli di queste aziende e per quelli delle aziende che potrebbero entrare nel club e potrai sfruttare €30.000 di fondi virtuali.

Apple

Che Apple sia stata la prima società a superare il valore di $1 trilione è stata una sorpresa per pochi. Nel 2018 era già da diversi anni la società quotata con il maggior valore di mercato al mondo. Ma non è rimasta a lungo al di sopra di $1 trilione, e alla fine dell’anno Apple era scesa sotto i $800 miliardi per via del crollo del mercato azionario statunitense. Il titolo si è però ripreso nel 2019, e la società ha superato i $1,3 trilioni a dicembre.

Ma non è rimasta a lungo al di sopra di $1 trilione, e alla fine dell’anno Apple era scesa sotto i $800 miliardi per via del crollo del mercato azionario statunitense. Il titolo si è però ripreso nel 2019, e la società ha superato i $1,3 trilioni a dicembre.

Per contestualizzare questa cifra, la capitalizzazione di mercato di Apple è di poco inferiore al prodotto interno lordo (PIL) totale dell’Australia ($1,4 trilioni) e superiore a quello del Messico ($1,2 trilioni).

Scopri come fare trading sulle azioni di Apple

Amazon

Amazon ha raggiunto il traguardo di $1 trilione un mese dopo Apple, ma anche lei è stata duramente colpita dal crollo del mercato del 2018. Il gigante dell’e-commerce ha impiegato molto più tempo per riprendersi. Amazon è tornata nel club dei dodici zeri solo a gennaio 2020, dopo aver superato le aspettative degli analisti con i suoi guadagni e aver rivelato di avere 150 milioni di iscritti al servizio di abbonamento Prime.

Questi risultati hanno spinto il valore di Amazon oltre i $1 trilioni e hanno consentito all’amministratore delegato (CEO) di Amazon, Jeff Bezos, di consolidare la sua posizione di persona più ricca del mondo. Il suo patrimonio netto si aggira ora intorno ai $125 miliardi.

Microsoft

Alla fine del 2018, Microsoft aveva superato Apple, la sua rivale di lunga data, affermandosi come l’azienda dal maggior valore al mondo: una posizione che ha ricoperto per la maggior parte del 2019. Entrambe le aziende hanno avuto un anno molto positivo, con un aumento della loro capitalizzazione di mercato pari a $950 miliardi tra le due aziende.

Verso la metà dell’anno, Microsoft è diventata la terza azienda al mondo a superare il valore di $1 trilione. Gran parte della sua crescita è stata possibile grazie ad Azure, la divisione di cloud computing dell’azienda.

Scopri come fare trading sulle azioni di Microsoft

Saudi Aramco

L’azienda più redditizia del mondo ha superato la barriera del trilione di dollari al suo primo giorno di contrattazioni, tramite un’offerta pubblica iniziale (IPO) che è stata molto enfatizzata da analisti e commentatori.

E che non ha deluso. Alla fine del suo primo giorno, la società ha raggiunto un valore di $1,88 trilioni, l’offerta pubblica iniziale (IPO) di gran lunga più grande della storia, che ha fatto di Saudi Aramco la quarta società con una valutazione superiore al trilione di dollari.

Il giorno successivo, Saudi Aramco ha battuto un altro record. Le sue azioni hanno continuato a crescere, dando alla società una capitalizzazione di mercato superiore a $2 triliardi.

Saudi Aramco è l’unica società del club dei dodici zeri a essere quotata al di fuori degli Stati Uniti. Attualmente è quotata presso la borsa valori saudita, il che rende le sue azioni quasi impossibili da negoziare per gli investitori non istituzionali.

Alphabet

A gennaio 2020, Alphabet è diventato il quarto titolo tecnologico statunitense a far parte del club dei dodici zeri. Poco dopo, Amazon ha riconquistato la sua capitalizzazione di mercato superiore a $1 trilione: per la prima volta e contemporaneamente quattro titoli tecnologici statunitensi sono stati a quel livello.

Alla fine di gennaio, il valore combinato di Apple, Amazon, Microsoft e Alphabet era superiore $4,5 trilioni.

Scopri come fare trading sulle azioni Alphabet

Come fare trading sulle azioni di aziende trilionarie

  1. Apri posizioni long o short sui prezzi di Apple, Amazon, Microsoft, Alphabet e altro ancora con il nostro conto CFD. Non dovrai assumere la proprietà di alcuna azione.
  2. Puoi esercitarti nel trading su azioni, indici, materie prime e altro ancora con un conto demo senza alcun rischio

Vuoi saperne di più sui mercati finanziari? Scopri IG Academy e la i nostri corsi online gratuiti.

Quali saranno le prossime aziende a raggiungere il trilione?

Capitalizzazione di mercato (24 febbraio 2020) % al di sotto del $1 trilione
Facebook $599 miliardi 40%
Berkshire Hathaway $560 miliardi 44%
Visa $449 miliardi 55%

Quando Apple raggiunse per la prima volta il valore di $1 trilione, Amazon, Microsoft, Saudi Aramco e Alphabet non erano troppo lontani. Amazon era appena il 10,5% al di sotto di quel valore, Alphabet il 14% e Microsoft il 17%. Saudi Aramco non era stata ancora quotata, ma molti prevedevano che avrebbe superato il valore di $1 trilione.

Passando a oggi, vediamo che le altre grandi aziende del mondo sono ancora un po’ indietro rispetto ad Apple e agli altri. Quindi, a breve, possiamo attenderci che altre aziende diventino trilionarie? Ecco un riepilogo dei titoli azionari delle aziende nelle prime posizioni.

Facebook

Facebook è l’unica azienda dei “cinque grandi giganti del settore tecnologico” a non aver superato il valore di $1 trilione. Ma è la più grande azienda quotata in borsa statunitense a non far parte del club dei dodici zeri e molti prevedono che entrerà presto a farne parte.

La capitalizzazione di mercato di Facebook non ha mai raggiunto il valore di $700 milioni prima, quindi per arrivare al trilione, l’azienda deve crescere ancora molto. Tuttavia le sue azioni hanno avuto una straordinario livello di rialzo 2019 e il valore totale dell’azienda è cresciuto di oltre $200 miliardi. Se Facebook continuerà ad avere queste prestazioni nei prossimi anni, i suoi investitori possono aspettarsi di vederla raggiungere il valore di $1 trilione.

Berkshire Hathaway

Il gruppo di Warren Buffett ha avuto una crescita ancora più costante di quella di Facebook nel 2019, con un rendimento di circa l’11%. L’azienda è stata chiamata la “tartaruga” nella corsa per diventare la prossima compagnia trilionaria, per via della sua crescita più lenta e meno volatile, rispetto a quella dei rivali tecnologici.

Tuttavia questo non significa che Berkshire Hathaway non possa entrare nel club. La volatilità di Facebook e di Visa potrebbe causare una loro uscita di scena da questa gara, lasciando Berkshire Hathaway in testa.

Visa

Un’altra azienda dalle prestazioni eccezionali nel 2019 è Visa, che è diventata una delle aziende quotate dal maggior valore al mondo. Alcuni osservatori ritengono che potrebbe essere la prossima azienda a entrare a far parte del gruppo delle compagnie trilionarie.

Il valore dell’azienda è cresciuto del 50% nel 2019 e, se prosegue con il suo trend triennale, potrebbe raggiungere il trilione nel 2023. Visa e la sua rivale, Mastercard, hanno sfruttato il grande incremento dei pagamenti non in contanti, legati all’aumento esponenziale degli acquisti online. Il risultato, è che negli ultimi anni Visa ha quasi raggiunto Facebook.

Sebbene, in questa gara Facebook, Berkshire Hathaway e Visa siano in testa, questo non significa che vinceranno sicuramente la corsa per diventare le aziende trilionarie. Se sei pronto ad aprire una posizione relativa al prossimo membro del club dei dodici zeri, apri oggi stesso un conto CFD.

Riepilogo sulle aziende trilionarie

  • Apple è stata la prima azienda a superare un valore di $1 trilione. Lo ha fatto per la prima volta il 4 agosto 2018
  • Da allora, altre quattro società hanno superato questo valore: Amazon, Microsoft, Saudi Aramco e Alphabet
  • Il divario tra queste aziende e i concorrenti che aspirano a essere trilionarie è significativo. Ma nei prossimi anni Facebook, Berkshire Hathaway e Visa potrebbero diventare compagnie trilionarie

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading