Mediobanca, inizia la scalata di Del Vecchio: azioni in rialzo

Il fondatore di Luxottica fa il primo passo e avanza al 10,16% all’interno di Piazzetta Cuccia: “Pronto a sostenere progetti ambiziosi”. Quotazioni in rialzo per Mediobanca (e Generali)

La comunicazione è arrivata dalla Consob dopo due giorni, ma era nell’aria già da settimane: lunedì 5 ottobre il patron di EssilorLuxottica Leonardo Del Vecchio ha aumentato la propria partecipazione in Mediobanca, passando dal 9,89% al 10,162% e rafforzando la sua posizione di primo azionista di Piazzetta Cuccia.

La mossa arriva in anticipo di tre settimane rispetto al consiglio d’amministrazione dell’istituto di credito, in programma per il prossimo 28 ottobre, ma non sorprende: l’attesa era iniziata da quando, all’inizio dell’estate, era stata resa nota l’istanza presentata da Del Vecchio alla Banca centrale europea per aumentate la sua quota in Mediobanca fino al 20%, approvata lo scorso agosto.

Cosa si prevede nel futuro di Mediobanca?

Via libera dunque alla conquista del secondo personaggio più ricco d’Italia di Piazzetta Cuccia? Potenzialmente sì, ma non sarebbe questo il piano di Del Vecchio.

Anzitutto, tra le condizioni per ottenere il via libera dalla Bce vi sarebbe stata anche la garanzia di sostegno all’attuale management della banca milanese. Delfin, la holding attraverso cui Del vecchio agisce all’interno di Mediobanca, conferma con una nota di non avere intenzione di “proporre l'integrazione o la revoca degli organi amministrativi o di controllo in carica" della banca – nonostante le ben note perplessità di Del Vecchio sul management di Alberto Nagel, attuale amministratore delegato di Mediobanca, soprattutto riguardo la dipendenza dal credito al consumo e della quota del 12,9% in Generali, suggerendo piuttosto un maggior focus sull'investment banking anche tramite una più aggressiva strategia di crescita esterna.

In compenso, al momento vi sono tre liste in lizza per il nuovo corso di Mediobanca: una dal Cda uscente che conferma nel board, tra gli altri, il Ceo Nagel, una seconda da un gruppo di investitori istituzionali con il 4,76% e una terza da Bluebell Capital Partners, che non ha lesinato critiche alla gestione, e da Novator Capital che hanno insieme l'1,04%.

Qual è il piano di Del Vecchio?

Soprattutto, però, rilevano le dichiarazioni dello stesso Del Vecchio a proposito del suo ruolo in Mediobanca. In un’intervista al quotidiano “Il Messaggero”, il presidente e fondatore di Luxottica ha dichiarato di essere “pronto a sostenere progetti ambiziosi”.

La holding Delfin, secondo le parole di Del Vecchio, non avrebbe “richieste o rivendicazioni”: Mediobanca sarebbe semplicemente un buon investimento, poiché rappresenta no “snodo” per la stabilità del sistema economico italiano.

“Abbiamo assistito a segnali che rischiavano di assottigliare queste caratteristiche – mi riferisco ad esempio allo scioglimento del patto di sindacato e al disinvestimento di soci importanti come Unicredit o Vincent Bollorè. Questo ha creato la necessità e l'opportunità di un mio personale contributo", spiega Del Vecchio.

In tutto ciò, assume un ruolo particolare Generali, leader europeo nel campo delle assicurazioni, di cui Mediobanca è prima azionista con il 13% delle partecipazioni mentre lo stesso Del Vecchio ne detiene il 4,8%: “una società a cui sono molto legato”, continua Del Vecchio, ”e che mi piacerebbe tornasse ad essere più centrale nello scacchiere mondiale. Ovviamente non è compito mio dire come, mi auguro che il management di Mediobanca e quello di Generali sappiano come fare".

D’altra parte, già al momento in cui Del Vecchio richiese l’autorizzazione a salire nel capitale di Mediobanca, l’estate scorsa, voci di corridoio suggerivano che l’obiettivo ultimo potesse essere mettere le mani sulla partecipazione di Piazzetta Cuccia in Generali – non si prevedono tuttavia al momento fusioni cross-border.

Come si stanno muovendo le quotazioni Mediobanca?

“Al di là delle dichiarazioni di principio, non ci è ancora chiaro in concreto quali siano i progetti che Delfin intende proporre in quanto azionista di riferimento di Generali e Mediobanca”, nota Equita. “Indipendentemente dagli obiettivi e dalla strategia di Delfin, la conferma di poter aumentare la quota al 20% crea un forte supporto al titolo che secondo noi resta interessante dal punto di vista fondamentale”, continuano gli analisti della Sim.

Al momento le azioni Mediobanca avanzano del 3,13% a 7,19 euro l’una.

In rialzo anche le quotazioni Generali, che guadagnano l’1,86% e salgono a 12,57 euro per azione. Gli stessi analisti di Equita sottolineano che i progetti di Del Vecchio a riguardo non siano ancora del tutto chiari, per quanto sembrino “non precludere a operazioni finalizzate ad accelerare la creazione di valore della società”.

Come sfruttare le opportunità di trading?

Interessato al trading sulle azioni Mediobanca o Generali? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG Bank in pochi passi:

  1. Crea un contro IG Bank o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i CFD.

  • Aumenta la tua esposizione sul mercato con la leva
  • Spread a partire dallo 0,1%
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading