Black Swan Theory: cos'è un evento cigno nero?

In questa crisi legata alla diffusione del coronavirus e del caos che continua a generare, il mondo sta attraversando quello che si definisce un evento ‘Cigno Nero’. Spieghiamo cosa sono e cosa comportano per gli investitori.

Cos’è un evento Cigno Nero?

'Un cigno nero è un evento imprevedibile che esula da ciò che normalmente ci si attende in una situazione e che ha conseguenze potenzialmente gravi. Gli eventi Cigno Nero si contraddistinguono per la loro estrema rarità, il forte impatto e la diffusa insistenza e dal fatto di risultare ovvi se esaminati a posteriori', questo è ciò che scrive Nassim Nicholas Taleb, un trader di Wall Street, nel suo libro 'Il cigno nero. Come l’improbabile governa la nostra vita'.

Non esistono limitazioni al modo in cui un evento Cigno Nero può manifestarsi. Potrebbe essere qualsiasi cosa, da una catastrofe naturale a una guerra, un crollo finanziario o la diffusione di un virus. Secondo Taleb, ossia colui che ha formulato la teoria su quanto gli eventi estremi e sorprendenti possano avere un impatto devastante sulla nostra vita, questi eventi condividono tre caratteristiche.

La prima è che gli eventi Cigno Nero sono delle anomalie: qualcosa che si colloca al di fuori delle normali aspettative, perché nulla nel passato può suggerire in modo credibile il loro avverarsi.

La seconda è che l’evento ha un impatto grave ed estremo sulla società o sul mondo.

La terza è che un evento Cigno Nero appare prevedibile dopo che l’evento si è verificato. Anche se l’evento non può essere previsto anticipatamente, diventa spiegabile a posteriori e il mondo si chiede perché si è fatto cogliere impreparato.

Gli eventi Cigno Nero possono anche essere utilizzati per descrivere eventi altamente probabili che non accadono.

Gli eventi Cigno Nero sono rari per natura, ma è comunque molto probabile che qualcosa di simile sia già avvenuto in passato. La crisi legata alla diffusione del coronavirus risponde alle caratteristiche del Cigno Nero, ma non è la prima volta che l’umanità si trova ad affrontare una pandemia sanitaria mondiale, basti pensare all’influenza spagnola o ad altre epidemie.

Una catastrofe naturale è sempre un evento scioccante, ma la storia ne è piena, sia che si tratti di un terremoto, di uno tsunami o di un’eruzione vulcanica. Un crollo finanziario spunta sempre fuori dal nulla e coglie di sorpresa la maggior parte delle persone, nonostante ve ne siano già stati in passato. In particolare, questi eventi non sono considerati impossibili, ma molto improbabili sulla base di prove storiche.

Vale anche la pena sottolineare il ruolo della prospettiva negli eventi Cigno Nero. Per esempio, un attacco terroristico sarà classificato come Cigno Nero dalla maggior parte delle persone, ma non dai suoi autori. Questo significa anche che gli eventi Cigno Nero non sono sempre percepiti come negativi da tutti.

Storia della teoria del Cigno Nero

Taleb ha introdotto l’idea degli eventi Cigno Nero già nel 2001, ma il vero interesse è nato solo quando ha dedicato un intero libro all’argomento nel 2007, poco prima che il mondo fosse testimone di un evento Cigno Nero legato al crollo finanziario del 2008.

Il termine 'Cigno Nero' si riferisce alla storia secondo cui nel mondo occidentale si credeva che tutti i cigni fossero bianchi semplicemente perché non ne erano mai visti di diversi, fino a quando questa credenza è stata cancellata con la scoperta dell’Australia e del primo cigno nero mai visto prima in Occidente.

'L’avvistamento del primo cigno nero potrebbe essere stata una sorpresa interessante per alcuni ornitologi, ma non è questo il significato della storia. La storia mostra invece quanto il nostro apprendimento derivante da osservazioni o esperienze sia limitato e quanto la nostra conoscenza sia fragile. Una sola osservazione può invalidare un’affermazione generale derivata da millenni di avvistamenti confermativi di milioni di cigni bianchi. Tutto ciò che serve è un unico esemplare nero', scrive Taleb.

La teoria del Cigno Nero suggerisce che ciò che non si sa è molto più importante di ciò che si sa. Possiamo utilizzare tutte le nostre conoscenze per prepararci a quella che secondo noi sia ogni eventualità possibile, solo per essere smentiti da un unico evento Cigno Nero.

Esempi di eventi Cigno Nero

Ci sono stati diversi eventi Cigno Nero nel corso della storia e possono assumere forme molto diverse. Le due guerre mondiali, la caduta dell’Unione Sovietica, l’ascesa dei fondamentalisti islamici, l’11 settembre, l’impatto della diffusione di Internet e le crisi finanziarie del 1987 e del 2008 sono tutti esempi di eventi Cigno Nero.

Ma proprio in questo momento storico stiamo vivendo un evento Cigno Nero. Si è discusso se la pandemia provocata dal coronavirus possa essere definita un evento del Cigno Nero, il fatto è che ne soddisfa tutti i criteri. Mentre la minaccia di un virus era nota, l’impreparazione dei governi di tutto il mondo dimostra che era considerato un evento anomalo e che la possibilità che accadesse era bassa.

Ha avuto anche conseguenze disastrose, sia per la salute pubblica che per l’economia. Inoltre, ora che si è manifestata, risulta spiegabile e tutti si chiedono perché non eravamo pronti all’evento.

Taleb sostiene che la maggior parte delle scoperte scientifiche o tecnologiche sono il risultato di Cigni Neri. La maggior parte delle scoperte non è necessariamente pianificata, ma avviene per caso o a seguito di un evento Cigno Nero.

Si pensi, ad esempio, ai raggi X e ai forni a microonde che sono stati inventati per caso. Analogamente, mentre molte aziende sono impegnate nella ricerca di un vaccino contro il coronavirus, i trattamenti efficaci trovati finora sono stati tutti inizialmente sviluppati per altri motivi, come il farmaco antivirale Remdesivir.

In sostanza, la maggior parte delle scoperte avviene mediante un processo di prova ed errore piuttosto che attraverso una progettazione e pianificazione estensiva, ed è per questo che le nuove tecnologie o le scoperte scientifiche sono di solito così sorprendenti e inaspettate.

Quali ripercussioni hanno gli eventi Cigno Nero su trader e investitori?

Come ci si prepara all’ignoto? La teoria non consiste nel cercare di prevedere gli eventi futuri del Cigno Nero, ma nel riconoscere che si verificheranno e nell’assicurarsi di essere pronti a reagire a qualsiasi cosa accada.

In altri termini, è necessario ignorare la maggior parte delle previsioni, soprattutto quelle a lungo termine. Taleb è dell’avviso che 'produciamo proiezioni trentennali dei deficit previdenziali e dei prezzi del petrolio senza renderci conto che non possiamo nemmeno prevederli per la prossima estate' perché 'i nostri errori di previsione cumulativi per gli eventi politici ed economici sono mostruosi'.

Gli investimenti effettuati secondo i principi dei Cigni Neri sono per natura al ribasso e si basano sul fatto che il mondo ha bisogno di concentrarsi più sulla prevenzione che sulla cura quando si tratta di eventi catastrofici.

Il problema legato alla capacità di coinvolgere molti investitori e trader risiede nel fatto che le tattiche di prevenzione raramente offrono le stesse ricompense della cura. Ad esempio, un’azienda che ha inventato un vaccino per un virus che viene percepito come una minaccia ma che non ha ancora causato alcuna malattia o registrato vittime umane sarà considerata inutile e non attirerà alcun consenso, ma un’azienda che ne trova uno per fermare una pandemia sarà ricompensata a dovere.

Allo stesso modo, se un investitore è costantemente ribassista nel timore che possa verificarsi un evento Cigno Nero, i suoi rendimenti saranno significativamente bassi fino a quando l’evento non si verificherà.

Tuttavia, con l’aumentare del numero e dell’ampiezza degli eventi Cigno Nero, mentre il mondo diventa sempre più complicato, l’investimento nel Cigno Nero sta prendendo sempre più piede. È comprensibile che l’attenzione verso un Cigno Nero aumenti quando un evento di questo tipo si verifica: la diffusione del coronavirus avrà esattamente questo effetto, mentre gli investitori studiano come ridurre il rischio e diversificare i loro portafogli per proteggersi dall’ignoto.

Ad esempio, questo potrebbe comportare il dirottamento di una parte degli investimenti verso i beni rifugio come l’oro, anche quando il mercato è soggetto a una lunga corsa al rialzo e i prezzi dell’oro non generano alcun rendimento (almeno fino al successivo crollo dei mercati), o non consentono di fare hedging sulle posizioni aperte. È probabile che durante la fase di rialzo le prestazioni del mercato siano inferiori alle aspettative, ma miglioreranno non appena il mercato crolla. In alternativa, quando si prendono in esame titoli azionari diversi, è possibile considerare le minacce e i rischi non elencati nei principali rischi dell’azienda e come questa potrebbe comportarsi in scenari di vario tipo.

L’investimento su un evento Cigno Nero riguarda la ricerca di azioni o di altri strumenti finanziari che potrebbero fornire enormi rendimenti in caso di crollo dei mercati. La strategia funziona solo una volta che si verifica un crollo finanziario, quindi può comportare perdite per un periodo di tempo prolungato, prima di produrre un guadagno legato al crollo provocato dall’evento Cigno Nero.

Prendiamo come esempio Universa Investments. Gestito da Mark Spitznagel e Taleb, il fondo Black Swan ha “formalizzato e istituzionalizzato l’idea della copertura del rischio di coda” e ne ha beneficiato enormemente da quando l’epidemia di coronavirus ha fatto precipitare nel caos i mercati. Si dice che il fondo sia salito di oltre il 3600% durante la crisi, ma è importante sottolineare che la sua performance nei 10 anni precedenti è stata poco stimolante e in perdita, dato che i mercati hanno continuato la loro corsa al rialzo.

Tuttavia, la strategia sembra dare i suoi frutti nel lungo termine, dato che secondo le stime il fondo registra una crescita di oltre il 200% negli ultimi 10 anni, principalmente grazie ai risultati ottenuti solo negli ultimi mesi. Un rapporto separato suggerisce che un investitore avrebbe potuto impiegare solo il 3,3% del proprio portafoglio in Universa e il restante in un fondo d’investimento indicizzato S&P 500, con un rendimento dello 0,4% nel marzo 2020, mese in cui l’indice di riferimento è sceso del 12%.

L’investimento Cigno Nero non è adatto per i deboli di cuore o le persone impazienti. Per citare Spitznagel stesso, è come 'cercare di imparare a suonare il pianoforte per 10 anni con risultati deludenti, nella speranza di svegliarsi un giorno e suonare come Beethoven'.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Scopri nuove opportunità di trading

Con IG Bank vai long o short su oltre 17.000 mercati. Scegli la nostra piattaforma pluripremiata per fare trading con spread ridotti su indici, azioni, materie prime e molto altro.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading