Indici mondiali in calo, timori covid superano euforia per vaccino

La spinta provocata lunedì scorso dall’annuncio del vaccino Pfizer ha fatto tornare gli azionari ai massimi di settembre, ma l’effetto potrebbe non durare. Ftse Mib -0,64%, brillano azioni Poste Italiane

  • Alle 10:22 il Cac 40 perde lo 0,85%, il Ftse 100 lo 0,61% e il Dax lo 0,83%
  • Giù anche il Ftse Mib, prosegue il calo di Atlantia dopo arresto top manager in relazione al crollo del ponte Morandi
  • EUR/USD a 1,17, dollaro si rafforza mentre si fanno strada preoccupazioni circa la distribuzione del vaccino

Dopo lo slancio all’inizio della settimana, legato all’annuncio del vaccino Pfizer, gli indici mondiali ritracciano i guadagni e tornano a muoversi al di sotto della parità: nonostante l’ottimismo seguito alla prospettiva di un vaccino, al momento infatti la pandemia di covid-19 non dà segno di voler mollare la presa.

In Europa a mezz’ora dall’apertura il Cac 40 perde lo 0,50%, il Dax lo 0,57%, il Ftse 100 -0,66%.

Quali quotazioni tenere d’occhio sul Ftse Mib?

In calo anche l’indice Mib di Milano, che alle 9:41 perde lo 0,26% ma si mantiene comunque a pochi punti dalla soglia dei 21 mila – al momento viaggia a 20.939 punti.

Rialzi sulle azioni Poste Italiane, dopo la pubblicazione di conti trimestrali superiori alle attese degli analisti che hanno portato all’annuncio di un acconto sul dividendo pari a 0,162 euro sui risultati del 2020 (+5%). Al momento, le quotazioni avanzano del 3,25%.

Attenzione alle banche. Le azioni Intesa Sanpaolo perdono lo 0,42%: secondo indiscrezioni stampa del Sole 24 Ore, la cessione di crediti deteriorati annunciata dall’istituto potrebbe ammontare a 12 miliardi – di cui cinque in arrivo dai conti di Ubi.

Giù anche le azioni Unicredit, -1,21%; bene invece le quotazioni Bper (+0,87%) e Banco Bpm, che avanza dello 0,62%.

Tra i titoli peggiori spicca Atlantia: dopo l’arresto, ieri, dell’ex top manager Giovanni Castellucci (ora ai domiciliari), le quotazioni sono entrare e uscite da sospensioni per eccesso di volatilità, fino a chiudere in calo di oltre il 3%. Secondo l’accusa del Gip, la holding Atlantia negli anni passati ha ridotto gli investimenti in manutenzione di Autostrade per l’Italia, per sostenere i dividendi degli azionisti – fino al tragico crollo del ponte di Genova, in cui persero la vita 43 persone.

Ribassi anche per le azioni Fca, che perdono l’1,74%, La casa automobilistica ha annunciato nelle ultime ore un memorandum di intesa con Engie per una joint-venture volta a creare un'azienda leader in Europa nell'e-Mobility.

Indici mondiali: svanito effetto vaccino?

Su Wall Street i futures virano in area negativa: i contratti sul Dow Jones frenano di 131 punti (-0,45%), quelli sull’S&P perdono lo 0,41% e scendono anche le quotazioni pre-market sul Nasdaq, dello 0,32%.

Contrastati anche gli azionari asiatici: in Cina chiude in rialzo solo la Borsa di Shenzhen (+0,52%) mentre Shanghai e il China A50 perdono rispettivamente lo 0,11% e lo 0,37%. Frazionati anche gli indici di Tokyo, dove il Nikkei avanza in chiusura dello 0,68% mentre il Topix perde lo 0,16%.

Segno di un ottimismo che va scemando di pari passo con l’aumento delle vittime e dei contagi da covid-19, che non accenna ad allentare la presa sui sistemi nazionali e già ha fatto piombare d nuovo l’Europa in lockdown – sebbene in variabile più “light” rispetto alla scorsa primavera.

La reazione dei mercati finanziari

Gli effetti si notano sul resto dei mercati finanziari. Sul forex il dollaro torna a rafforzarsi, con le preoccupazioni (soprattutto di natura logistica) legate alla distribuzione del vaccino: al momento l’EUR/USD viaggia a 1,1784 mentre il cambio USD/JPY si mantiene a 105,338. Debole invece la sterlina, con l’EUR/GBP a 0,894 sulla dell’incertezza Brexit.

Leggera flessione anche per il prezzo del petrolio: il Wti resta fermo a 41,45 dollari al barile mentre il Brent perde lo 0,02% e scende a 43,79 dollari.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Fai trading su oltre 80 indici tutto il giorno senza interruzioni con i Turbo24 – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading