Indici di Borsa vivaci in apertura dopo l’agosto migliore dal 2009

In mattinata carrellata di dati Pmi da Asia ed Europa. Euro-dollaro lanciato verso 1,20, in rialzo il petrolio. A Piazza Affari sale Atlantia a +2,51%

Gli indici di Borsa globali chiudono l’estate in maniera sfolgorante, mettendo a segno ad agosto i guadagni migliori dall’agosto 2009. A New York il Dow Jones avanza in un mese del 9,6%, l’S&P 500 del 7% e solo il Nasdaq resta in coda, seppure con leggeri rialzi; in Europa l’intero Eurostoxx 50 sale dello 0,65%, mentre gli indici europei segnano rialzi generalizzati di oltre messo punto percentuale.

Gli indici globali puntano dunque al rimbalzo delle economie dopo che, nel secondo trimestre del 2020, sono stati registrati cali da record a causa della pandemia di Covid-19 (in Italia il Pil relativo al periodo aprile-giugno è stato nuovamente rivisto al ribasso dall’Istat del 12,8%) e sull’arrivo di un vaccino anti-coronavirus – la pandemia finora ha provocato oltre 25 milioni di contagi in tutto il mondo, amplificando i dubbi su una ripresa dell’economia mondiale.

Come si è chiusa la giornata sui mercati asiatici?

D’altra parte, segnali di ripresa arrivano dalla Cina, dove anche l’istituto Caixin ha calcolato che ad agosto l’indice dei direttori agli acquisti nel settore manifatturiero sia salito a 53,1 punti – a luglio erano stati 52,8: si tratta dell’accelerazione più forte ad agosto degli ultimi dieci anni. Il dato segue la rilevazione dell’Ufficio nazionale di statistica di Pechino che, ieri, aveva rilevato un Pmi manifatturiero leggermente in calo, dai 51,1 punti di luglio a 50.

Il dato ha aiutato le Borse cinesi a una chiusura al rialzo, con Shanghai che avanza dello 0,44% Shenzhen dello 0,26% e China A50 dello 0,24%.

Piatta invece la seduta per Tokyo, dove il focus degli operatori è ancora incentrato sul dibattito politico per il post-Abe, dopo le dimissioni del premer per motivi di salute, annunciate la settimana scorsa: il Nikkei chiude sulla parità, mentre il più ampio indice Topix riporta un calo dello 0,15%.

Positive le altre Borse asiatiche, con il Kospi coreano che avanza dell’1,01% e l’Hang Seng dello 0,15%.

Infine, la Banca centrale australiana ha lasciato i tassi invariati allo 0,25%.

Come stanno andando i mercati statunitensi?

Nonostante la chiusura in rosso di ieri, gli indici di New York si apprestano ad aprire il mese di settembre in area positiva, con i futures in rialzo dello 0,35% sull’S&P500, dello 0,75% sul Nasdaq e dello 0,25% sul Dow Jones.

Proseguono al rialzo anche i prezzi dei titoli di debito Usa, con i Treasuries a 30 anni in rialzo dell’1.4832% mentre quelli a 10 anni salgono dello 0.7081%. Gli investitori monitorano ancora le intenzioni della Federal Reserve, dopo la mossa con cui la settimana scorsa ha lasciato cadere il tetto dell’inflazione al 2% (annunciando di voler tenere in conto piuttosto il livello medio, nel tempo).

Sul fronte valutario il dollaro si fa sempre più debole: il cambio EUR/USD viaggia di nuovo ai massimi dal 2018, a 1,1980, mentre in rapporto allo yen il biglietto verde scende a quota 105,754. Notevoli movimenti anche sul cross GBP/USD, con la sterlina che sale a 1,3416 nei confronti del dollaro.

Rialzi anche sul prezzo del petrolio, con il Wti a 43,15 dollari al barile e il Brent a 45,84 dollari. Nuovo picco dell’oro in nottata, con un oncia che torna ad essere scambiata per 1.990 dollari.

Cosa si prospetta per gli indici europei oggi?

Dopo l’Asia è la volta dell’Europa a pubblicare i dati sugli indici dei direttori agli acquisti nel settore manifatturiero: hanno già pubblicato i propri dati Spagna (49,9 punti, in calo rispetto ai 53,3 di luglio), Germania (52,2 punti, a luglio 51), Regno Unito (55 punti, a luglio erano stati 53,3) e Italia (53,1 punti, unico valore al di sopra del dato precedente, 51,9, e anche di quello atteso dagli analisti, 52).

I dati non impattano sugli azionari europei, che viaggiano tutti in territorio positivo – ad eccezione di Londra che, dopo la pausa di ieri, al momento perde lo 0,94%. Quanto all’Europa continentale il Dax avanza dello 0,63% (sulla scia della variazione della disoccupazione che, stamattina, ha registrato un rallentamento della contrazione, dalle 17 mila unità in meno di luglio a solo 9 mila in meno). Appena al di sotto della parità il Cac40, che perde lo 0,03%, mentre a Milano Piazza Affari avanza dello 0,33% a 19.697 punti.

Apri un conto reale con IG per iniziare a fare trading sugli indici europei

Sul Ftse Mib oggi continuano a tenere banco le azioni Telecom Italia, che hanno aperto con un solido rialzo del 2,5% per poi rallentare (al momento viaggiano in rialzo dello 0,13% a 0,39 euro): ieri sera il cda di Tim ha approvato la firma di una lettera d'intenti con Cdp Equity per la realizzazione della rete unica nazionale (AccessCo) attraverso la fusione tra FiberCop e Open Fiber, oltra ad aver approvato l’accordo con KKR Infrastructure e Fastweb, destinate anch’esse ad entrare in FiberCop.

Forti rialzi anche sulle azioni Atlantia, che avanzano del 2,51% a 13,66 euro, e Campari, +2,12% a 8,77 euro dopo l’operazione di buyback effettuata dal 24 al 28 agosto.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Esplora i mercati finanziari

Impara come funzionano gli indici e scopri l'ampia gamma di mercati disponibili grazie al corso di introduzione ai mercati finanziari di IG Academy.

Esercita le tue conoscenze di trading

Metti in pratica quello che hai imparato da questo articolo con il nostro conto demo e fai trading sugli indici senza rischi.

Pronto per fare trading sugli indici?

Perché non utilizzare le informazioni di questo articolo per iniziare a fare trading? Passare a un conto reale è facile e veloce.

  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti su US 500
  • Proteggi il tuo capitale con gli strumenti di gestione del rischio
  • Trading sui principali indici disponibile H24

Sei pronto per fare trading?

Metti in pratica quello che hai imparato da questo articolo. Effettua il login e inizia subito a fare trading.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading