Indici di Borsa cautamente ottimisti (ma il covid fa ancora paura), Atlantia al bivio?

Apertura in rialzo per gli azionari del Vecchio Continente, in attesa dei dati PMI di oggi. Rally del dollaro, EUR/USD a 1,16 mentre dalla Fed si fanno strada ipotesi di cambiamenti sui tassi prima del previsto

  • Alle 10:00 gli indici di Borsa europei viaggiano in netto rialzo: Dax +1,38%, Cac40 +1,62%, Londra +1,67%.
  • A Milano le quotazioni del Ftse Mib avanzano dell’1,36% grazie alle azioni Nexi (+3,46%) e alle utilities
  • Dollaro in forte rialzo preme sull’andamento dell’EUR/USD, Borse cinesi positive in chiusura

Apertura al rialzo per gli indici di Borsa europei oggi, sulla scia della buona chiusura di ieri di Wall Street che recupera così tre sessioni consecutive di cali – durante le quali il Dow Jones è tornato ai minimi di inizio agosto.

I numeri del coronavirus fanno ancora paura: ieri gli Usa hanno superato la soglia delle 200 mila vittime dall’inizio della pandemia e solo nelle ultime 24 ore si registrano 37.237 nuovi casi negli Usa, oltre 10 mila in Francia, 14.389 in Spagna (maglia nera dell’Europa, mai così tanti neanche all’acme della crisi pandemica), quasi 5 mila nel Regno Unito e 1.391 in Italia.

Come hanno aperto gli indici di Borsa europei oggi?

Nonostante tutto, però, stamattina gli azionari del Vecchio Continente danno il via alla sessione con ottimismo: il Dax avanza di oltre un punto percentuale a pochi minuti dall’apertura, il Cac40 guadagna lo 0,94%, il Ftse 100 segna un rialzo dell’1,06%, l’Ibex sale dello 0,92%.

Bene anche Piazza Affari: il Ftse Mib avanza dello 0,72% e torna di nuovo sopra la soglia dei 19 mila punti (19.032 a dieci minuti dall’apertura), con gli investitori che oggi tengono d’occhio soprattutto le azioni Atlantia.

Domani si riunirà il consiglio d’amministrazione della holding della famiglia Agnelli: all’ordine del giorno, il via libera alla scissione di Autostrade per l’Italia a favore degli attuali socia – in alternativa alla cessione dell’88% della società a Cassa Depositi e Prestiti dopo che, negli utili giorni, le trattative con quest’ultima si sono impantanate (pomo della discordia, la ripartizione del debito di Aspi).

Al momento, le azioni Atlantia avanzano dello 0,45%, a 13,30 euro l’una.

Ben intonati invece i titoli industriali, con le azioni Fca che avanzano dell’1,62%, ancora oltre i 10 euro l’una, mentre Cnh recupera i cali dell’inizio della settimana e guadagna l’1,35%. Bene anche le azioni Stm (+2,57%) e Snam (+2,74%), male invece il titolo Diasorin che lascia sul terreno l’1,6%. La farmaceutica ha annunciato nelle ultime ore di aver esteso l'attuale joint venture con FuYuan al governo del distretto di Baoshan (Shanghai), con l'obiettivo di investire per l'apertura del primo sito di produzione e ricerca del Gruppo in territorio cinese, a Shanghai.

Infine attenzione alle azioni Unicredit (che al momento si muovono leggermente al di sotto della parità): il gruppo starebbe infatti lavorando alla cessione delle attività tedesche di leasing, mentre all'inizio del mese prossimo dovrebbe partire anche il processo di vendita della controllata tedesca Wealthcap che offre soluzioni di investimento nel settore immobiliare.

Come si prevede la giornata sugli indici di Wall Street?

Oggi occhi puntati sulla seconda giornata di audizione al Capitol Hill del presidente della Federal Reserve Jerome Powell. Ieri il numero uno della Banca centrale Usa h ricordato come l’istituto sia pronto a “sostenere l’economia attraverso gli strumenti a disposizione fino a quando sarà necessario”, nonostante “il percorso verso la ripresa sia ancora incerto”.

Di contro, il presidente della Fed di Chicago, Charles Evans, falco in seno alla Fed, sempre ieri ha voluto far intuire che i tassi di interesse sul dollaro potrebbero muoversi anche prima dell’avvicinamento dell’inflazione al livello medio del 2%.

Tanto è bastato per far riprendere quota al dollaro: nelle ultime ore il cambio EUR/USD è tornato a quota 1,16 mentre anche nei confronti dello yen il biglietto verde si mantiene sulla soglia di quota 105.

Contrastati i futures su Wall Street: i contratti sul Dow Jones viaggiano in rialzo dello 0,29% e quelli sull’S&P 500 leggermente al di sopra della parità, mentre il Nasdaq arranca e al momento viaggia in rosso dello 0,14%.

Sul fronte delle materie prime, mentre il rally del dollaro asfalta l’oro (che nelle ultime ore è sceso a 1.877 dollari l’oncia, ai livelli della seconda metà di luglio), il prezzo del petrolio segna una leggerissima flessione dopo che, ieri, le rilevazioni dell’American Petroleum Institute hanno riportato scorte superiori alle attese. Al momento il Wti viene scambiato per 39,43 dollari al barile mentre il Brent segna 41,41 dollari.

Come hanno chiuso gli indici di Borsa asiatici?

Nessun impatto del rafforzamento del dollaro, ai massimi da due mesi, sui mercati asiatici, che non si allineano alla ripresa di Wall Street. La Borsa di Tokyo, di nuovo operativa dopo due giorni di festività nazionale, perde in chiusura lo 0,06% e anche quella di Hong Kong lascia sul terreno lo 0,13%.

Bene invece le Borse cinesi: Shanghai avanza dello 0,17%, Shenzhen dello 0,67% mentre China A50 resta solo leggermente al di sopra della parità.

Interessato al trading sui mercati internazionali? Apri un conto o mettiti alla prova con un conto demo su IG Bank in pochi passi:

  1. Crea un contro IG Bank o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Inizia ora a fare trading sul forex

Trova nuove opportunità sul mercato più grande e liquido al mondo.

  • Spread a partire da soli 0,6 su EUR/USD
  • Analizza il mercato e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Fai trading ovunque tu sia con le nostre app

Vedi un'opportunità sul forex?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Apri la tua posizione
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi un'opportunità sul forex?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da soli 0,6 su EUR/USD
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sul forex?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading