I 3 settori più colpiti dai ribassi sul Ftse Mib oggi, giù azioni Unicredit e Cnh

Male anche i titoli del settore turistico, spaventato da nuove, cattive notizie sull’andamento della pandemia di covid-19. Azionari europei in calo di oltre il 3% dopo scandalo riciclaggio della grandi banche internazionali

Crollano le quotazioni sul Ftse Mib oggi: in linea con il resto degli azionari europei, l’indice di Milano subisce gli effetti combinati dello scandalo in casa Hsbc e Standard Charterd, le due banche londinesi (quotate sul Ftse 100 e sull’Hang Seng) accusate secondo fonti stampa statunitensi di aver riciclato denaro proveniente da fondi illeciti per oltre vent’anni, e dei nuovi timori sulla pandemia di coronavirus.

Come hanno reagito le quotazioni sul Ftse Mib?

  • Il settore bancario

A metà seduta l’indice di Milano perde oltre il 3,3% e scende a 18.878 punti, tornando ai minimi di metà giugno.

Neanche a dirlo, le più penalizzate sono i titoli bancari. L’indice settoriale Ftse Italia Banche arriva a perdere fino al 4,5% (6.465 punti), con le azioni Unicredit tra le più penalizzate, in calo del 5,14% a 7,17 euro l’una. Seguono le quotazioni Intesa Sanpaolo, -4,27% a 1,64 euro, Monte dei paschi di Siena che perde 3,87 punti percentuali (1,29 euro per azione), male anche le azioni di Banco Bpm che lasciano sul terreno il 4,49% (1,32 euro).

  • I ribassi sui titoli industriali

Eppure i cali del settore bancario, per quanto rilevante sull’intero indice di Milano, non sono i soli che a inizio di settimana spingono al ribasso il Ftse Mib.

A Milano la volatilità è resa ancora più esasperata dall’attesa per i risultati della tornata elettorale di ieri e oggi, in cui si è votato per il referendum sul taglio dei parlamentari e, soprattutto, per le elezioni regionali in Toscana, Liguria, Veneto, Campania, Marche, Puglia e Valle d’Aosta.

L’indice di Milano a metà seduta perde dunque oltre il 3%, con forti cali anche nel settore industriale. Le azioni Cnh perdono oltre il 7,2% e scende a 6,33 euro per azione mentre Leonardo lascia sul terreno il 5,13%. Giù le azioni Eni e Stm nel giorno dello stacco dei dividendi, in calo rispettivamente del 3,74% e del 2,7%.

  • Nuove ombre all’orizzonte per il turismo?

L’aumento di contagi da covid-19 (300 mila casi nelle ultime 24 ore in tutto il mondo, 1.587 in Italia) torna a far preoccupare i mercati globali e ha spinto oggi l’EuroStoxx 600 in calo del 2,70%, ai minimi da luglio, davanti alla possibilità, paventata dall’Organizzazione mondiale della sanità, di nuovi lockdwon (che già Regno Unito e Grecia tornano a prendere in considerazione).

Su tutto l’Eurostoxx il comparto Travel & Leisure perde il 5%, calo che si allarga a oltre il 6% considerando l’intera settimana- su un settore che, dall’inizio dell’anno, ha perso quasi il 37%.

Sul Ftse Mib oggi le azioni Autogrill perdono il 3,97% e scendono a 4,06 euro l’una, ma è l’intera Europa a soffrire i nuovi timori su una recrudescenza del virus – primi fra tutti i titoli delle compagnie aeree: la tedesca Lufthansa perde il 6,74% mentre RyanAir lascia sul terreno il 5,63% e IAG arriva a crollare di oltre il 10%. Male anche le azioni Air France, in calo del 5,52%.

Cosa è successo alle banche di Londra?

Secondo indiscrezioni trapelate da un report dell’International Consortium of Investigative Journalists, diverse banche internazionali tra cui Hsbc, Standard Chartered, ma anche Bank of New York Mellon, Deutsche Bank e JP Moran sarebbero al centro di un giro di riciclaggio di denaro proveniente da fondi di dubbia provenienza, ma che le autorità statunitensi avevano già classificato come provenienti da “attori pericolosi” del panorama internazionale.

Le attività sono andate avanti nonostante più avvertimenti, se non direttamente salate multe da milioni di dollari, avanzati dagli Stati Uniti, fino a spostare circa duemila miliardi di dollari in vent’anni.

Hsbc ha commentato con una nota in cui specifica che “tutte le informazioni riportate dall’ICIJ sono ormai storiche”, e aggiunge: “HSBC si è impegnata in un percorso pluriennale per revisionare la sua capacità di combattere i cimini finanziari in oltre 60 giurisdizioni”, percorso che il Dipartimento di giustizia Usa avrebbe giudicato concluso nel 2017.

Eppure, le azioni della banca d'affari londinese hanno iniziato a crollare già durante la sessione di mercato asiatica, sulla Borsa di Hong Kong, che ha chiuso in calo di oltre il 2%, mentre al momento sul Ftse 100 (-3,23%) crollano di oltre il 5,8%, a 286,20 sterline.

In calo anche il resto dei titoli bancari, coinvolti e non: StanChart perde il 5,15%, Deutsche Bank perde l’,8,36% mentre nel pre-market statunitense JP Morgan perde il 3,62% e la New York Mellon il 3,28%.

Come sfruttare le occasioni di trading?

Anche in un contesto di forti cali è possibile investire con profitto – basta aprire una posizione short.

Inizia subito la tua attività di trading, apri ora un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG Bank in pochi passi:

  1. Crea un contro IG Bank o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità

Fai trading sui principali indici globali.

  • Opera su mercati al rialzo e al ribasso
  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti sull'US 500
  • Trading sui principali indici disponibile H24

Vedi opportunità sugli indici?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti sull'US 500
  • Trading sui principali indici disponibile H24
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading