Greta Thumberg contro Trump: a Davos lo scontro è sul clima

Per il presidente Usa, tutte la nazioni dovrebbero venire “First”e la questione ambientale non sembra essere una grande preoccupazione

Da una parte Donald Trump, che propone di declinare il suo motto “America first” a tutti gli stati che vogliano raggiungere i livelli di benessere raggiunti, sempre secondo Trump, negli Usa.

Dall’altra Greta Thumberg, la giovane attivista 17enne che ha lanciato il movimento “Fridays for future” e che, per sensibilizzare i grandi della terra sulla questione climatica, è arrivata a Davos a piedi, con una marcia organizzata.

Lo scontro fra titani

Trump è intervenuto a Davos a poche ore dall’inizio, negli Stati Uniti, del processo al Senato riguardo alla sua accusa di impeachment. “La ritrovata prosperità dell’America è innegabile, senza precedenti sé concorrenti”, ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti. “Ogni decisione che prendiamo su tasse, commercio, regolamentazioni, energia, immigrazione ed educazione è mirata a migliorare la vita quotidiana degli americani”.

Il modello americano dunque come ricetta per la prosperità. D’altra parte, gli ultimi dati sul Pil statunitense (in aumento nel terzo trimestre dell’1,9% rispetto al precedente) e sulla disoccupazione, che negli Usa non è mai stata così bassa negli ultimi cinquant’anni (al 3,5%), sembrerebbero consolidare la tesi di Trump.

Ma a Davos è intervenuta anche un’altra ospite speciale del World Economic Forum. “Agite come se amaste i vostri figli sopra ogni cosa”: così Thumberg ha esortato i grandi di Davos per prendere iniziative contro il surriscaldamento globale.

Cosa fare per il pianeta?

Per la giovane attivista, la via non è (solo) ripiegare su tecnologie “d’élite”, difficili da replicare su ampia scala, o in giochi di numeri per “camuffare” il volume di emissioni prodotte: non è questione di “ridurre” le emissioni, ma di arrivare ad azzerarle del tutto. Continuando al tasso corrente, infatti, si potrà andare ancora avanti per soli otto anni prima di far aumentare temperatura globale oltre gli 1,5 gradi.

Il report che ha citato Thumberg, redatto nel 2018 dall’Intergovernamental Panel on Climate Change, avverte che, per avere almeno il 67% di probabilità di riuscire a mantenere il surriscaldamento del globo sotto il limite di 1,5 gradi, le economie mondiali potrebbero produrre non più di 420 gigatonnellate di emissioni di carbone. Al momento, saremmo già a quota 340 gigatonnellate.

Per Thumberg, i paesi sviluppati hanno il dovere di tagliare le emissioni e di lavorare con i paesi in via di sviluppo per fare in modo che ciò accada anche nei paesi in via di sviluppo.

Il planning del vertice

Greta Thumberg ha parlato in mattinata, poche ore prima di Trump. Tuttavia, il presidente Usa non ha voluto aggiungere molto, salvo annunciare che gli Stati Uniti prenderanno parte all’iniziativa lanciata dal World Economic Forum di piantare mille miliardi di alberi. “Non è tempo per il pessimismo, è tempo per l’ottimismo”.

D’altra parte, quest’anno Greta non è stata l’unica rappresentate dei giovani al Wef. Insieme a lei sono intervenuti anche Salvador Gómez-Colón (che ha organizzato una raccolta fondi dopo il tifone Maria, che ha devastato Puerto Rico), Natasha Mwansa (attivista per i diritti di donne e giovani nello Zambia) e Autumn Peltier (commissario per l’Acqua all’interno della Nazione Indigena canadese degli Anishinabek).

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Trading sulle criptovalute

Fai trading sulle criptovalute con IG Bank.

  • Non è necessario possedere il sottostante
  • Fai trading su bitcoin, ether, ripple e litecoin
  • Investi al rialzo e al ribasso

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading