Ftse mib in lieve calo in apertura, spiccano le azioni Banco BPM

Sui mercati pesa ancora l’aumento dei contagi da covid-19. Milano perde lo 0,67%, si salvano banche e settore oil. Nuovo pacchetto di stimoli fiscali dagli Usa in arrivo? EUR/USD a 1,16

  • Alle 10:11 gli azionari europei procedono in calo: Dax -0,63%, Cac 40 -0,80%, giù anche Londra dopo buona partenza
  • In calo le quotazioni sul Ftse Mib. Si salvano le azioni Bpm (+3,73%) e le azioni Eni (+0,69%) insieme a tutto il comparto petrolifero
  • Dalla Camera dei Rappresentanti Usa entro la prossima settimana potrebbe arrivare un pacchetto di aiuti ai cittadini da 2.200 miliardi di dollari

I futures europei indicavano un’apertura leggermente al rialzo, sulla scia della buona chiusura degli indici di Borsa Usa di ieri, invece gli azionari europei oggi sono partiti contrastati, con le quotazioni del Ftse Mib in calo dello 0,76%, lontane da quota 19.000 (al momento l’indice di Milano viaggia sui 18.763 punti).

Pesano ancora i timori sugli effetti della “seconda ondata” di covid-19: mentre i capi di stato e di governo europei si scontrano in batta e risposta al vetriolo (i contagi salgono perché siamo “un paese che ama la libertà”, a differenza di Germania e Italia, secondo il premier britannico Boris Johnson; “anche noi amiamo la libertà, ma amiamo di più la serietà”, risponde il presidente italiano Sergio Mattarella), i contagi continuano ad aumentare (nelle ultime 24 ore oltre seimila nel Regno Unito, oltre 1.700 in Italia, 45.176 negli Stati Uniti) e l’economia teme eventuali ritorni, se non a un lockdown pieno, anche a puntuali restrizioni.

Come hanno aperto gli indici di Borsa europei?

A mezz’ora dall’apertura, gli azionari del Vecchio Continente sono poco tonici: a Parigi il Cac40 perde lo 0,51%, a Francoforte il Dax scende dello 0,26% mentre il Ftse Mib lascia sul terreno lo 0,16%. Uniche positive Londra, a + 0,17% nel giorno in cui Fitch annuncerà la revisione del rating, e Madrid, +0,16%.

A trainare al rialzo il Ftse 100 anche l’indice GfK sulla fiducia dei consumatori a settembre, scesa meno del previsto (-25 punti; ad agosto aveva subito una contrazione di 27 punti).

Come si stanno muovendo le quotazioni sul Ftse Mib?

In mattinata aprono in rialzo le azioni di Banco Bpm, che avanzano di oltre il 2% a 1,37 euro, dopo i rumors secondo cui potrebbe essere la prossima protagonista di una fusione nel settore. In leggero rialzo le azioni Unicredit (+0,19% a 6,91 euro) dopo lo scioglimento della partnership assicurativa con Aviva.

Restando in tema banche, sembra che la Commissione Ue sia al lavoro su un progetto di “bad bank nazionali, finanziate dagli Stati — e anche un network di bad bank a livello europeo — per affrontare il problema dei futuri fallimenti causati dalla crisi da covid-19 e quindi dei crediti deteriorati che ne conseguiranno".

Bene anche i titoli petroliferi, con le azioni Eni in rialzo dell’1,01% Tenaris dell’1,37% e Saipem che avanza dell’1,77% grazie al recupero del prezzo del petrolio.

Come si prospetta la giornata su Wall Street?

Futures positivi in previsione dell’ultima seduta della settimana sugli indici di Borsa statunitensi: quelli sul Dow Jones avanzano dello 0,33%, quelli sul Nasdaq dello 0,18% e quelli sull’S&P 500 dello 0,26%.

Promettono dunque di proseguire i rialzi di ieri, guidati per lo più dal recupero del settore tech su Wall Street e da buoni dati macro sulla vendita di nuove abitazioni ad agosto – dato che ha oscurato quello, più negativo, sull’aumento delle nuove richieste di disoccupazione settimanali.

A rincuorare gli animi degli investitori tuttavia contribuiscono anche le notizie secondo cui, dopo i ripetuti appelli della Federal Reserve, i Democratici alla Camera dei Rappresentanti starebbero lavorando su una misura di aiuti fiscali da 2.200 miliardi di dollari, che potrebbe arrivare al voto già la prossima settimana.

Sul fronte valutario in mattinata il dollaro si mostra leggermente indebolito. Il cambio EUR/USD viaggia a quota 1,1671, in leggero rialzo rispetto ai minimi di ieri, mentre il cross valutario USD/JPY torna a 105,396.

In rialzo anche il prezzo del petrolio: il Wti viene scambiato per 40,48 dollari al barile mentre il Brent sale a 42,14 dollari.

Come hanno chiuso la giornata i mercati asiatici?

Il buon andamento degli indici Usa ha spinto al rialzo anche quelli asiatici. Giovedì l’indice Msci pan-asiatico escluso il Giappone era sceso del 2,15%, raggiungendo il minimo dall’11 giugno, mentre stamattina in chiusura ha riportato un guadagno dello 0,4%.

Contrastati gli azionari cinesi, dove il China A50 è stato l’unico a chiudere in positivo dello 0,15%; Shanghai ha perso lo 0,12%, Shenzhen lo 0,02%. Male anche la Borsa di Hong Kong, che chiude in calo dello 0,49%, mentre in Giappone il Nikkei avanza in chiusura dello 0,51% e il Topix dello0,48%.

Come sfruttare le opportunità di trading

Interessato al trading su indici internazionali, forex e azioni? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG Bank in pochi passi:

  1. Crea un contro IG Bank o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i CFD.

  • Aumenta la tua esposizione sul mercato con la leva
  • Spread a partire dallo 0,1%
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading