Ftse Mib: 3 azioni da tenere d’occhio a novembre

Crisi coronavirus ed effetti delle elezioni Usa condizioneranno gli scambi nel mese che si è appena aperto. Occhi su banche, petroliferi e settore automotive

Novembre parte sospinto dai risvolti delle elezioni Usa e da quelli delle nuove misure restrittive a causa del covid-19– nuovi lockdown generalizzati in tutta Europa: in Italia, da domani entreranno in vigore normative differenziate a seconda di determinate fasce di rischio.

Sul Ftse Mib ciò si potrebbe tradurre in una rinnovata volatilità, frutto della spinta al rialzo data dall’ottimismo per una vittoria netta alle elezioni Usa (che al momento prevale) e di quella, al ribasso, dovuta al nuovo lockdown.

Le elezioni Usa: come impatteranno sul Ftse Mib?

Tradizionalmente i mercati azionari tendono a segnare rialzi all'indomani della vittoria di un candidato repubblicano: nel 2016 l’S&P 500 ha guadagnato il 12% in un anno; nel 2020, nonostante la crisi pandemica e il crollo degli indici di Borsa globali, l’indice dei 500 titoli a più alta capitalizzazione Usa è riuscito comunque ad avanzare del 48%.

In occasione delle elezioni 2020 tuttavia l’esito migliore che gli operatori di mercato potessero augurarsi era piuttosto una vittoria netta di uno dei due candidati – indifferente se repubblicano o democratico. A livello economico una vittoria del repubblicano Donald Trump potrebbe forte provocare effetti immediati sulla crescita di Wall Street, grazie alla tendenza all’autoregolamentazione tollerata dal GOP; nel lungo termine, tuttavia, le politiche economiche e gli investimenti in programma dal democratico Biden potrebbero comunque favorire i mercati.

L’importante era ridurre al minimo l’incertezza sul vincitore: esattamente ciò che non è successo. A due giorni dal voto gli scrutini sono ancora in corso, complice anche l’ingente mole di voti arrivati per corrispondenza. Il candidato democratico Joe Biden sembra comunque mantenere un certo vantaggio, soprattutto dopo aver strappato all’avversario Donald Trump stati chiave come Michigan e Wisconsin.

Nel frattempo, mentre il resto del mondo attende il risultato, in Europa resta un certo ottimismo circa la vittoria di Biden – ottimismo che aiuta gli azionari al rialzo. In Italia il Ftse Mib non è da meno: abbiamo già analizzato come le elezioni Usa potranno provocare ricadute sull’indice Mib. Ma quali titoli subiranno per primi le ripercussioni del voto?

L’emergenza coronavirus

Mentre gli Stati Uniti hanno messo da parte i timori per la pandemia di covid-19, in Europa l’emergenza persiste e si fa ancora sentire – senza altre distrazioni. I principali stati europei sono già corsi ai ripari, con lockdown “light” e coprifuoco, e l’Italia ha implementato un sistema di gestione del rischio (e, di conseguenza, delle misure da adottare) in base a tre fasce: zona rossa, rischio alto e lockdown totale; zona arancione, rischio medio e divieto di entrata ed uscita dalle regioni; zona gialla, rischio basso (resta la chiusura degli esercizi di ristorazione alle 18 e dei negozi durante il fine settimana). Coprifuoco dalle 22 alle 5 in tutto il territorio nazionale.

Le chiusure, seppur centellinate, pesano sui titoli più esposti sul Ftse Mib – gli stessi che più hanno sofferto durante il lockdown della scorsa primavera. Di seguito una panoramica delle probabili conseguenze nel prossimo mese (il lockdown “a zone” scadrà il 3 dicembre).

Quali titoli del Ftse Mib tenere d’occhio a novembre

  • Le azioni Fca

Giudizio: Buy

Target price 12 euro

Tra il mercato concessionario che ancora stenta a riprendersi dall’ultimo lockdown e l’incertezza sul futuro degli impianti Fca in nord America (abbiamo già sviscerato gli interessi del gruppo italo-statunitense al di là dell’Atlantico), si prospettano tempi richiosi per le azioni Fca.

Certo le vendite iniziavano a tornare sui binari: all’inizio della settimana il report Acea ha segnalto un incremento a ottobre delle immatricolazioni, in crescita del 12,57% a 37.936 unità, contro le 33.701 registrazioni dello stesso mese di un anno fa – il tutto in un settore dove le immatricolazioni sono rimaste per lo più stabili, in calo del 18%.

È probabile ritenere che un lockdown per fasce non porterà di nuovo ai crolli cui abbiamo assistito a marzo (quando il mercato concessionario subì un calo di oltre il 85%), ma l’intero settore è comunque destinato a soffrire.

Al momento, le azioni Fca avanzano dell’1,16% a 11,30 euro l’una, in linea con il listino principale.

  • Banco BPM

Giudizio: Neutral

Target price: 1,85

Occhi puntati sul settore bancario in tempo di nuovo lockdown. Oggi Andrea Enria, presidente del Consiglio di vigilanza della Bce, ha dichiarato ai quotidiani De Tijd e L’Echo che “In una seconda ondata (della pandemia) con una ripresa più lenta, l'impatto sul capitale e il deterioramento della asset quality potrebbero diventare molto più significativi”.

Sale dunque il rischio di credito tra gli istituti finanziari dell’Eurozona e la nuova ondata di covid-19 già si è fatta sentire sui conti dei quest’anno dei principali istituti nazionali – oggi è il turno di Unicredit e, a mercati chiusi, Banco Bpm, ieri di Intesa Sanpaolo: i conti finora pubblicati sottolineano una ripresa degli utili nel terzo trimestre grazie, soprattutto per Unicredit, all’aumento delle commissioni seguito al ritorno a una “semi-normalità” post-lockdown.

Mentre l’Italia si avvia di nuovo dentro il tunnel dell’incertezza, Banco Bpm lavora in vista di una fusione: molto probabilmente con il ramo italiano della francese Credit Agricole, ma voci di corridoio (presto smentite dallo stesso amministratore delegato Jean Pierre Mustier) parlando anche di un probabile matrimonio con Unicredit.

Al momento, le quotazioni di Banco Bpm avanzano dello 0,24% a 1,65 euro per azione. Gli analisti di Equita Sim si mantengono neutrali nei confronti dell’intero settore bancario (anche se proprio oggi Credit Suisse ha confermato il giudizio su Intesa Sanpaolo a Outperform, con target price a 2,5 euro) ma nutrono speranze nella prossima operazione di merger, presumibilmente quella con al centro Banco Bpm.

  • Eni

Giudizio: Hold

Target price: 7,60 euro

Occhio infine alle azioni Eni e, in generale, ai titoli petroliferi, che nelle ultime settimane hanno visto il prezzo del petrolio sprofondare ai minimi da maggio nel momento in cui l’aumentare delle restrizioni causa covid ha fatto temere sulla tenuta della domanda.

Al momento le azioni Eni avanzano dello 0,30% a 6,61 euro l’una e i vertici del cane a sei zampe si mantengono comunque ottimisti riguardo al futuro. Alla fine di ottobre Francesco Gattei, Cfo di Eni, ha dichiarato di avere “molti strumenti” per continuare a garantire un floor dividend anche nel caso che la crisi da covid-19 dovesse continuare.

Per altro, quanto all’andamento del prezzo del petrolio l’Opec è già al lavoro per rimodulare la politica dei tagli alla produzione in vista di nuovi lockdown. Se infatti il piano originario dello scorso aprile prevedeva di diminuire l’entità dei tagli a 5,8 milioni di barili al giorno a partire dal 2021, la nuova situazione epidemiologica sta portando l’organizzazione dei principali esportatori di petrolio a mantenere i tagli attuali (7,7 milioni di barili al giorno) a oltranza, così da pilotare al rialzo il prezzo del barile.

Inizia a fare trading con i CFD

Fai trading su oltre 12.000 azioni globali con i CFD – incluse le azioni Fca, Banco Bpm ed Eni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i CFD.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Approfitta della volatilità sulle materie prime

Fai trading sui future delle materie prime e altri 27 mercati senza scadenza fissa.

  • Ampia selezione di metalli, energie e soft commodities
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold, 2 punti sullo Spot Silver e 2,8 punti sul petrolio
  • Utilizza grafici continui, con storico fino a cinque anni

Vedi opportunità sulle materie prime?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Passa a un conto reale.

  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading