Ftse Mib, banche in difficoltà: male azioni Bper dopo ok aumento di capitale

Le quotazioni Bper e Banca Generali trainano al ribasso l’indice di Mib, insieme alla cattiva performance degli industriali e, soprattutto, al trend scatenato dal primo dibattito presidenziale Usa

Non migliora la sessione sul Ftse Mib, né sul resto degli azionari europei, a metà sessione. Gli indici del Vecchio Continente pagano ancora lo scotto del caotico dibattito televisivo tra i candidati alla presidenza degli Stati Uniti, che ha corroborato l’ipotesi di elezioni incerte, mentre aspettano i dati preliminari sul Pil statunitense.

L’indice Mib di Piazza Affari perde a metà seduta lo 0,31% e si mantiene sopra la soglia dei 19 mila punti faticosamente, spinta al ribasso dalle azioni Atlantia, che perdono il 2,39% mentre la Commissione Europea sta "doverosamente esaminando" il dossier Autostrade. Ieri il cda della holding dei Benetton ha rimarcato l’impossibilità di aderire alle condizioni, garanzie e manleve, poste da Cassa Depositi e Prestiti, sottolineando piuttosto l’intenzione di proseguire per la “dual track” proposta la scorsa settimana.

Le ultime novità sul settore bancario di oggi

  • Bper Banca

Le quotazioni Bper Banca a metà sessione perdono lo 0,77% e viaggiano a 1,93 euro per azione, per altro in leggero rialzo dai minimo intraday toccato oggi a 1,87 euro.

L’istituto emiliano ha fissato i termini per l'aumento di capitale destinato a finanziare l'acquisto del ramo d'azienda Intesa Sanpaolo all’indomani dell’Opas Intesa-Ubi: 800 milioni di euro, con uno sconto del 30,97%, per acquisire 532 filiali e, così, seguire le direttive Antitrust secondo cui, altrimenti, Intesa avrebbe detenuto una quota di mercato sproporzionata soprattutto in nord Italia. L’aumento di capitale partirà il 5 ottobre per chiudersi il 23 con diritti negoziabili fino al 19 ottobre.

Unipol e UnipolSai, che hanno circa il 20% di Bper, hanno già comunicato la disponibilità a sottoscrivere l'aumento pro quota.

Bper ha inoltre rivisto le stime sui target economico-finanziari della nuova entità: l'utile netto consolidato al 2021 è visto a circa 350 milioni dai 375 milioni stimati in agosto, mentre il Cet1 fully loaded è atteso oltre 13% rispetto alla stima del mese scorso che indicava un coefficiente "in area 13%". Confermati i target su Npe ratio lordo e cost/income al 2021 rispettivamente al 9% e al 60%.

  • Banca Generali

Raffiche di vendite in mattinata anche per Banca Generali, che perde l’1,99% e scende a 26,58 euro per azione dopo alcuni rumors secondo cui Mediobanca avrebbe ritirato le mire sull’istituto di Trieste.

Il titolo Banca Generali è arrivato a perdere durante la giornata il 3,47%. A pesare sulla decisione di Mediobanca (anche Piazzetta Cuccia oggi ha subito perdite di circa lo 0,5%) sarebbe stata, secondo indiscrezioni stampa, la cattiva performance del titoli dall’inizio dell’anno, -35%.

Per Equita, inoltre, il gruppo Generali non sarebbe comunque stato pronto a procedere con la vendita dell’asset bancario. “La rinuncia all'acquisizione di Banca Generali conferma la disciplina del management di Mediobanca che, anche in passato, ha abbandonato opzioni di crescita esterna che si sarebbero rivelate non coerenti con gli standard di creazione di valore del gruppo", commentano gli analisti di Equita.

Come sfruttare le opportunità di trading?

Interessato al trading sugli indici globali, forex o azioni? Apri un conto gratuito Turbo24 o aggiungi un conto Turbo24 sul tuo account IG: avrai la possibilità di fare trading 24 ore al giorno con un prodotto quotato e regolamentato, che ti consentirà di avere il pieno controllo del rischio e della leva finanziaria.

Scopri la nuova guida e inizia subito la tua attività di trading. Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG in pochi passi:

  1. Crea un contro IG o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading