Ferrari: i risultati dei primi sei mesi 2019 fanno sperare in un buon terzo trimestre

Buone previsioni per gli ultimi tre mesi in casa Maranello, dopo un 2019 che ha già oltrepassato le attese

Con la speranza che i risultati del terzo trimestre 2019 per il marchio Ferrari si rivelino migliori di quelli del Gran Premio del Messico, gli investitori aspettano il 4 novembre, quando verranno pubblicati.

Le aspettative, il risultato del primo semestre e quello del secondo trimestre

Per il terzo trimestre 2019 gli analisti si aspettano un utile per azione di 0,93 euro. Il consensus raccolto da Bloomberg stima inoltre ricavi in aumento del 6%, a 888 milioni, e un reddito netto di 167,125 milioni di euro. L’ebitda potrebbe assestarsi invece intorno ai 298,43 milioni di euro (+7,3%).

Evidentemente le cifre tengono conto dei buoni risultati raggiunti dal cavallino rampante durante il primo semestre, che si è chiuso infatti con ricavi in aumento dell’8%, utili per azione a 0,96 euro (+13,9%) e un flusso di cassa di 139 milioni di euro, in conformità con le guidance per il 2019.

Nello specifico, il secondo trimestre ha segnato ricavi netti in aumento di 984 milioni di euro (+8,6% rispetto allo stesso periodo del 2018) e un ebit pari a 239 milioni (+10% rispetto allo stesso periodo del 2018); aumentati anche i costi, sia industriali sia di ricerca, per lo più legati alle spese per le attività di Formula 1.

I prodotti migliori del secondo trimestre 2019

Si prospetta in miglioramento anche il debito, distribuito attraverso un bond per circa 300 milioni di euro, tramite un programma di emissione e collocazione a privati.

Rispetto al 2018, le vendite sono aumentate dell’8,4%. Ferrari Portofino e 812 Superfast si sono rivelati i prodotti più popolari, mentre la Ferrari 488 ha registrato un leggero calo dovuto all’arrivo della 488 Pista, che ha registrato maggiori vendite nel periodo considerato. Grande attesa per la nuova SF90 Stradale, la prima versione ibrida della supercar, le cui vendite inizieranno tuttavia dal primo semestre del 2020.

I movimenti finanziari di Ferrari

Da un punto di vista finanziario è da segnalare anche il programma di riacquisto di titoli pluriennale, per un totale di 1,5 miliardi di euro. La prima tranche, da 150 milioni, è stata annunciata il 1 luglio, mentre entro il 27 dicembre dovrebbe partire la seconda, da 200 milioni. Dal 30 giugno inoltre sono state annunciati acquisti di azioni ordinarie (oltre 276 mila), per un totale di 41 milioni di euro.

Le quotazioni del titolo Ferrari

Dopo aver chiuso a +0,36%, venerdì sera, il Cavallino rampante apre lunedì in leggero rialzo a 140,50 euro. Un buon risultato, dunque, nonostante la performance deludente del team Ferrari durante il Gran Premio di ieri in Messico (le due Ferrari hanno concluso il GP al secondo e quarto posto, conquistati rispettivamente da Sebastian Vettel e Charles Leclerc, perdendo così posti rispetto alle prove). Nel corso della mattinata abbiamo assistito a forti acquisti sul gruppo facendo salire i corsi verso i 142 euro. Non siamo ancora vicini ai livello di luglio quando il titolo quotava sopra 150 euro ma dobbiamo ricordare che da inizio anno il titolo guadagna piu’ del 50%.

Le prospettive grafiche per il futuro

Dopo il forte balzo delle quotazioni da gennaio a fine luglio abbiamo assistito a un ritracciamento dei prezzi. L’andamento delle quotazioni di Ferrari negli ultimi 3 mesi è stato infatti contenuto in un canale leggermente discendente. Crediamo che la lieve flessione dei prezzi sia fisiologica dopo la lunga corsa evidenziata nei primi 7 mesi. In caso di una perentoria vittoria al di sopra della resistenza a 145 possibile un allungo in direzione di obiettivi ipotizzabili a 150 e 152,60.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali.

  • Aumenta la tua esposizione nel mercato con la leva
  • Spread a partire da solo 0,1% sui principali indici globali
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading