EUR/GBP in netto rialzo, la Bank of England lascia invariati i tassi

Disposto anche l’allargamento delle misure di QE per ulteriori 100 miliardi di sterline. Dopo un iniziale rialzo, la sterlina perde tutto il suo vantaggio e l’EUR/GBP torna ai livelli di maggio

Seduta poco tonica sul mercato valutario per la sterlina, nel giorno in cui la Bank of England si è pronunciata sulle politiche monetarie post-coronavirus.

Cosa ha deciso la Bank of England?

Con otto membri del Monetary Policy Committee su nove a favore, i tassi sulla sterlina sono rimasti invariati, inclusi in una forbice tra lo 0,75% e lo 0,1%, mentre è stata approvata un’espansione del programma di Quantitative Easing da 100 miliardi di sterline, portandolo a un totale di 740 miliardi. Le misure, tendenzialmente in linea con quanto previsto dagli analisti, lasciano comunque l’amaro in bocca a chi si aspettava una presa di posizione più forte dall’istituto centrale britannico un aumento del programma di acquisto di obbligazioni fino a 150 miliardi di sterline. Il programma di QE dovrebbe però proseguire a un passo più lento, fino a concludersi entro la fine dell’anno.

Il piano mira a supportare l’economia britannica, fortemente colpita, al pari del resto dei paesi europei (e del mondo intero) dalla pandemia di coronavirus. La risposta tardiva del Regno Unito all’emergenza sanitaria (mentre il resto dell’Europa iniziava a chiudere scuole, università e tutte le attività economiche non essenziali, il premier britannico Boris Johnson sperava ancora che il Covid-19 fosse poco più che una normale influenza e contava sull’immunità di gregge – prima di ammalarsi lui stesso) ha infatti provocato un calo del Pil britannico che la BoE aveva calcolato del 14% nell’intero 2020, di cui il 25% solo nel secondo trimestre (il crollo peggiore, secondo gli annali della banca, addirittura dal 1706).

Stamattina in realtà la Banca centrale ha rivisto al ribasso le previsioni di maggio, stimando una contrazione minore del previsto; in ogni caso, le previsioni economiche restano ancora “particolarmente incerte”. Con ciò i membri del comitato hanno chiarito come vi sia ancora bisogno di misure monetarie in grado di aiutare l’inflazione al rialzo: a fronte di un obiettivo del 2%, il costo del denaro è sceso allo 0,5% - destinata a scendere ancora, seguendo gli strascichi economici della pandemia.

Come ha reagito il Regno Unito davanti alla crisi coronavirus?

Già a maggio la Banca centrale britannica aveva approvato un aumento del QE di ulteriori 200 miliardi di sterline, anche il quel caso però senza apportare modifiche ai tasi di interesse, al minimo storico dello 0,1%.

D’altra parte, già allora l’istituto centrale si aspettava un rapido recupero dell’economia: prevedeva un ritorno del Pil ai livelli pre-covid già nel 2021, per poi continuare a crescere di circa il 3% nel 2022.

Fai trading su Forex e altri mercati senza rischi con il conto demo di IG

Come si è mosso il cambio EUR/GBP?

“Dopo l'annuncio la sterlina si è rafforzata contro le altre valute internazionali con molti investitori che si aspettavano una BoE ancora più accomodante (la decisione è stata in linea con le aspettative della vigilia)” commenta Filippo Diodovich, market strategist di IG Italia. “A due ore dall'annuncio la sterlina ha perso tutto il terreno guadagnato tra le 13 le 13,05 e anzi è sotto di 20 pips sia contro euro che contro dollaro, confermando una seduta debole per la valuta londinese”.

Al momento, il cambio EUR/GBP viaggia a quota 0,9026, dopo aver raggiunto un massimo di 0,9032 che non si vedeva dallo scorso 29 maggio.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Inizia ora a fare trading sul forex

Trova nuove opportunità sul mercato più grande e liquido al mondo.

  • Spread a partire da soli 0,6 su EUR/USD
  • Analizza il mercato e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Fai trading ovunque tu sia con le nostre app

Vedi un'opportunità sul forex?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Apri la tua posizione
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi un'opportunità sul forex?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da soli 0,6 su EUR/USD
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sul forex?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading