I CFD sono prodotti a leva. Il trading con i CFD potrebbe non essere appropriato per tutti e può determinare perdite che eccedono il tuo investimento; accertati di aver pienamente compreso l'informativa sui rischi. I CFD sono prodotti a leva. Il trading con i CFD potrebbe non essere appropriato per tutti e può determinare perdite che eccedono il tuo investimento; accertati di aver pienamente compreso l'informativa sui rischi.

Crisi energetica, gas naturale in salita del +10% dopo decisione di tetto ai prezzi

Oggi le quotazioni sulla piattaforma benchmark di Amsterdam (TTF) hanno raggiunto il picco intraday di €133/MWh.

Fonte: Bloomberg

All’apertura della seduta odierna, i prezzi dei futures con sottostante il gas naturale hanno toccato i €133/MWh (+10%) sul TTF (Title Transfer Facility) dopo che ieri i ministri dell’energia dei paesi membri dell’Unione Europea hanno proposto un tetto al prezzo del gas naturale di €275/MWh.

Il piano di fissare il prezzo dei derivati con sottostante il gas (e con scadenza a un mese dalle contrattazioni) ha ormai diviso in varie fazioni i paesi membri dell’UE con alcuni che sostengono che in questa eventualità potrebbero aumentare i consumi della materia prima oltre a nascere problemi nello stoccaggio e dispute legali sui contratti esistenti.

Tuttavia, da un punto di vista oggettivo, l’introduzione di una soglia alle quotazioni potrebbe effettivamente scoraggiare gli attuali fornitori di gas ad estendere i contratti esistenti visto che potrebbero ottenere prezzi maggiori da altri paesi richiedenti.

Bisogna ricordare, inoltre, che nel caso in cui venisse approvato dall’Unione Europea il tetto ai prezzi entrerebbe in funzione solo a partire dal 1° gennaio 2023 e con durata di un anno.

I dettagli del piano

Nello specifico, il programma proposto pone un tetto alle quotazioni del gas naturale solo nel caso in cui questa soglia venisse superata perché spinta da dinamiche di mercato rialziste. Di conseguenza, i prezzi rimangono liberi di fluttuare senza vincoli purché non superino i €275/MWh.

Tuttavia, nel caso di questa eventualità, il meccanismo dovrebbe rispettare un altro parametro prima di potersi innescare. Infatti, nello stesso momento del superamento della soglia, la differenza tra il cap fissato (€275) e il prezzo del gas naturale liquefatto (LNG) deve superare i €55 per 10 giorni consecutivi. Se queste due condizioni non vengono rispettate il meccanismo non entra in funzione.

Alcune perplessità

Risulta dunque chiaro come questo meccanismo sia un po' un accomodamento per tentare di introdurre il piano senza però scontentare la maggioranza dei paesi europei che non hanno esitato a criticarlo.

Infatti, alcuni paesi che erano a favore della manovra, sostengono che la soglia fissata per attivare il calmieramento dei prezzi sia troppo elevata (€275) e che invece avrebbe dovuto porsi tra i €150-€180/MWh. Non ultimo rimane l’incognita sull’attivazione, che risulta alquanto difficoltosa stanti i numerosi criteri che si devono rispettare.

Insomma, nonostante i nobili intenti, vi è il rischio reale che il piano non entri mai in funzione e rimanga una sorta di avvertimento per gli speculatori dei contratti futures sul TTF.

Le previsioni

A nostro parere, il meccanismo proposto risulta macchinoso e di difficile applicazione soprattutto per il fatto che ormai gran parte delle forniture di gas provenienti dalla Russia sono state rimpiazzate attraverso contratti a lungo termine con altri paesi fornitori (Qatar, Algeria, Stati Uniti) e quindi difficilmente rivedremo, nel breve termine, una crescita dei prezzi record come quella di questa estate.

Certo le quotazioni impazzite raggiunte lo scorso 26 agosto (€340/MWh) ci ricordano che bisogna introdurre velocemente delle regolamentazioni che limitino i prezzi di una risorsa così fondamentale come il gas naturale, in particolare durante i periodi di elevata incertezza economica.

In conclusione, se il “price cap” diventasse una realtà, ci aspetteremmo un rimbalzo dei prezzi del gas naturale sulla piattaforma TTF fino ai €145/MWh oltre ad un atteggiamento molto più ostile da parte della Russia, le cui forniture verso l’Europa sono state ormai quasi del tutto rimpiazzate.

Detto questo, sembra che il peggio sia ormai passato con le quotazioni che ormai hanno superato il picco di agosto e si sono ormai avviate in un trend primario ribassista che le sta spingendo verso i livelli di giugno scorso.

Vuoi fare trading sul gas naturale?

Con i CFD puoi fare trading sul gas naturale tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i CFD.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Approfitta della volatilità sulle materie prime

Fai trading sui future delle materie prime e altri 27 mercati senza scadenza fissa.

  • Ampia selezione di metalli, energie e soft commodities
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold, 2 punti sullo Spot Silver e 2,8 punti sul petrolio
  • Utilizza grafici continui, con storico fino a cinque anni

Vedi opportunità sulle materie prime?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Passa a un conto reale.

  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading