Banco Bpm, cosa tenere d’occhio in vista della trimestrale

Ricavi in calo e utili in rosso: Banco Bpm si prepara a pubblicare i risultati del peggior trimestre dell’anno. Ma niente fusioni in vista

In una giornata difficile per l’intero settore sul Ftse Mib, sale l’attesa per i primi conti trimestrali delle banche: dopo Unicredit, si fa alta l’attenzione per Banco Bpm, che pubblicherà i risultati il 6 agosto.

Cosa prevede il consensus?

Gli analisti di Ubs stimano un aumento del prezzo obiettivo da 0,9 a 0,95, mantenendo tuttavia il giudizio Sell – per tutte le altre banche prese in considerazione, il giudizio sul titolo è confermato invece a Neutral.

In calo l’utile operativo, che passa da un aumento di 448 milioni nel secondo trimestre del 2019 a una perdita di 91 milioni; male anche i ricavi, da 1,027 miliardi del 2019 a 901 milioni.

Per Mediobanca invece il rating si abbassa a Underperform.

Fusioni in vista?

Accantonata prima ancora che potesse concretizzarsi l’ipotesi di finire nella pancia di Unicredit, il destino di Banco Bpm potrebbe incrociarsi con quello di Monte dei Paschi di Siena.

Controllata al 68,2% dal ministero dell’Economia e delle Finanze, l’istituto senese entro il 2021 dovrà dire addio al Tesoro e cercare un nuovo azionista di maggioranza – e il più papabile è proprio Banco Bpm. Eppure niente è ancora certo, soprattutto in considerazione delle cause pendenti e dei crediti deteriorati in capo da Mps.

Lo stesso presidente della ex Popolare di Milano, Massimo Tononi, nei giorni scorsi ha smentito ogni ipotesi riguardo eventuali fusioni.

Come si sta comportando l’intero settore?

La raccomandazione della Banca centrale europea di non corrispondere dividendi almeno fino alla fine del 2020 (decisione dura per Banco Bpm, che si preparava a staccare di nuovo la cedola per la prima volta dal 2017), ma anche i rischi di una seconda ondata di Covid-19 che aleggiano sulle Borse come una minaccia e, per quanto riguarda il comparto bancario, risultati trimestrali deludenti da colossi come Societe Generale e HSBC contribuiscono a tenere sotto pressione le quotazioni delle banche sul Ftse Mib.

Dopo un avvio stentato infatti l’indice di Milano ha preso l’abbrivio grazie ai buoni dati Pmi rilasciati stamattina, che fotografano un’economia dell’Eurozona pronta a ripartire – il settore manifatturiero italiano a luglio è salito a 51,9 punti.

Scopri come fare trading sulle azioni di Banco Bpm e altri mercati con IG

Non si può dire lo stesso del comparto bancario. Sebbene l’indice settoriale segni in chiusura un rialzo dello 0,51%, trainato soprattutto dalla buna performance di Ubi Banca (ì1,01% a 3,61 euro per azione, in attesa, domani, dei dati ufficiali sull’Ops), alcuni titoli hanno segnato notevoli ribassi: Mediobanca chiude in calo del 4,25% e lo stesso Banco Bpm perde l’1,81%.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i CFD.

  • Aumenta la tua esposizione sul mercato con la leva
  • Spread a partire dallo 0,1%
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading