Azioni Monte dei Paschi di Siena in calo nonostante ok alla bad bank

Tutto pronto per l’operazione di de-risking, manca solo l’approvazione della Bce. Previsto uno scorporo dei crediti deteriorati per 8 miliardi, ma non basta per salvare le quotazioni dai ribassi – al momento Mps perde oltre il 2%

Non è durato il rialzo delle quotazioni di Monte dei Paschi di Siena, che in apertura di sessione avevano sovraperformato rispetto all’andamento del settore, in calo dell’1,33% in mattinata – al momento perde lo 0,82%.

Il titolo ha aperto in rialzo dopo l’ok del consiglio d’amministrazione al progetto di scorporo parziale di un portafoglio di otto miliardi lordi di crediti deteriorati, avanzando del 3,5% in apertura, salvo poi perdere i guadagni già da metà mattinata.

Il progetto di Bad Bank

La notizia dello scorporo dei crediti deteriorati è arrivata ieri sera. Il piano prevede la cessione degli stessi ad Amco (Asset Managemet Company, detenuta al 10% dal Ministero dell’Economia e delle Finanze), bad bank che accoglierà un set di crediti deteriorati, attività fiscali, altre attività, debito finanziario, altre passività e patrimonio netto, abbassando così il profilo di rischio di Monte dei Paschi sotto la media delle banche italiane e del livello richiesto dall’autorità europea.

Scopri come fare trading sulle azioni Monte dei Paschi e altri mercati con IG

Manca ora l’autorizzazione da parte della Banca centrale europea cui seguirà, dopo trenta giorni, il voto delle assemblee straordinarie dei due istituti. La scissione dovrà avvenire entro il 15 novembre 2020 e avrà effetto dal 1 dicembre.

Nello specifico, Amco emetterà nuove azioni, da assegnare agli azionisti dell’istituto di credito senese – ferma restando la possibilità per gli azionisti di minoranza di Monte dei Paschi di rifiutare l’assegnazione delle azioni Amco, restando soci della sola Mps. Tali azioni “non avranno diritto di voto e non saranno negoziate sui mercati regolamentati o su sistemi multilaterali di negoziazione”.

Come annunciato da una nota dell’istituto di credito, questa azione “mette in atto un piano importante di de-risking migliorando sensibilmente il suo profilo di rischio. In questo modo riduce anche alcuni ratio patrimoniali e il costo del funding che potrebbe garantirgli un miglioramento nella posizione tra i competitor”.

Tramite l’operazione, l’esposizione lorda al rischio di Monte dei Paschi passerà dal 12,4% al 4,3%, mentre il Texas ratio si ridurrà da circa 86% al 43%. Il CET1 Phase-in passerà dal 14,7% al 13,3% mentre il CET1 Fully Loaded dal 12,7% all’11,1 %.

Come si stanno muovendo le azioni Monte dei Paschi?

Eppure tutto ciò non è bastato per mantenere le quotazioni Monte dei Paschi al di sopra della parità. Rispetto al resto dei titoli bancari hanno meglio sopportato le pressioni della giornata - cattivi dai macro sul Pil del Regno Unito e della Spagna e rafforzamento del dollaro sul mercato valutario, con gli operatori che si rifugiano nel biglietto verde come bene rifugio mentre negli Usa la pandemia di Covid-19 non accenna ad allentare la presa: al momento, il cambio EUR/USD viaggia in ribasso a 1,1224 -, ma già dalla metà della sessione hanno virato verso il rosso.

Al momento, le quotazioni Monte dei Paschi viaggiano in ribasso del 2,29%, a 1,57 euro per azione, dopo aver raggiunto un minimo di 1,55 perdendo oltre il 3%.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i CFD.

  • Aumenta la tua esposizione sul mercato con la leva
  • Spread a partire dallo 0,1%
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading