Azioni Moncler tra le peggiori di Piazza Affari nonostante buoni dati trimestrali

Gli aumenti dei ricavi dell’azienda di piumini non sono bastati a evitare la flessione in Borsa, con le quotazioni in ribasso di oltre il 2%

Aumenti a doppia cifra per Moncler, che chiude il 2019 con ricavi da 1,63 miliardi di euro (il 15% in più rispetto alla fine del 2018, quando erano ammontati solo a 1,42 miliardi), di cui oltre l’88% avvenuti al di fuori del mercato italiano.

L’ebitda è stato pari a 574,8 milioni (nel 2018 era ammontato a 500,2 milioni), il 35,3% dei ricavi (+0,01% in più rispetto al 2018) e anche l’ebit registra un aumento del 30,2%, da 414 milioni a 491,8 milioni di euro; bene inoltre l’utile netto, che ammonta a 358,69 milioni – nel 2018 era stato di 332,4 milioni. Il risultato del 2019 ha superato le previsioni del consensus, che volevano un utile intorno ai 356 milioni.

La posizione finanziaria netta si conferma in positivo per 23,4 milioni (all’inizio dell’anno ammontava a 450,1 milioni), mentre il flusso di cassa è ammontato a 340 milioni di euro, con 120,8 milioni di euro spesi in investimenti.

Nel 2020 Moncler distribuirà un dividendo ari a 0,55 euro per azione, pari a 138 milioni di euro, che verrà staccato il 18 maggio.

Perché il titolo non decolla?

Tuttavia, stamattina le quotazioni hanno aperto in rosso. Come tutto il settore del lusso, Moncler sconta infatti il diffondersi del coronavirus, che ad oggi ha provocato oltre mille decessi in Cina e 40 mila casi di contagio. Il diffondersi del virus ha infatti generato un tracollo degli scambi a causa delle restrizioni nei movimenti delle persone (blocchi aerei da e per la Cina, oltre allo stop dei trasporti pubblici nelle provincie più colpite) e, dunque, del commercio retail.

A livello manageriale, i vertici di Moncler hanno fatto sapere che diversi progetti e investimenti sono già stati rimandati. Si tratta di misure intraprese per proteggere il gruppo, secondo quanto si legge nella comunicazione con cui sono stati annunciati i dati trimestrali.

Cosa si prevede per il futuro?

“In considerazione della gravità dell’attuale situazione riguardo all’impatto sociale ed economico del Coronavirus, e l’incertezza sulla durata dell’epidemia, è difficile ad oggi prevedere gli effetti sull’anno fiscale 2020”, comunica l’azienda.

I vertici hanno tuttavia individuato alcune linee strategiche da seguire per rafforzare l’azienda: rafforzamento del brand, sviluppo sostenibile, espansione selettiva delle categorie di prodotto, internazionalizzazione, focus sul digitale.

Quanto vende Moncler in Cina?

Le vendite, escludendo tutto il comparto Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) e Americhe, ammontano al 44% del totale, con Cina e Corea rispettivamente al primo e secondo gradino del podio seguite a breve distanza dal Giappone (nonostante un rallentamento nell’ultimo trimestre, a causa di un aumento dell’Iva, per altro ampiamente previsto). Unica, importante eccezione Hong Kong, dove mesi di proteste hanno affossato gli acquisti.

Nel 2019, Moncler ha registrato in Asia vendite pari a 715.244 milioni di euro, il 16% in più (considerando gli attuali tassi di interesse) rispetto al 2018, quando erano ammontate a 616,138 milioni. Dei 209 punti vendita Moncler presenti nel mondo, 104 sono in Asia, con 13 nuove aperture nel 2019.

Come sta andando il titolo in Borsa?

Dunque la buona performance finanziaria del 2019 non è bastata per evitare alle azioni Moncler un calo su Piazza Affari di oltre il 2% in apertura. Il titolo ha infatti aperto a 37,50, il minimo finora, per poi tentare lentamente di risalire. Attualmente, le quotazioni viaggiano a quota 38,77 euro per azione, un ribasso del 2,42%.

Scopri come fare trading sulle azioni Monclere altri mercati con IG.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali.

  • Aumenta la tua esposizione nel mercato con la leva
  • Spread a partire da solo 0,1% sui principali indici globali
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading