Azioni Juventus in calo dopo sconfitta contro Verona

I Bianconeri si fanno raggiungere in vetta nel campionato dall’Inter, Lazio seconda in classifica

Si fa sempre più sottile in vantaggio della Juventus in campionato dopo la sconfitta di ieri contro il Verona, contro cui i bianconeri hanno perso 2-1. Si tratta della terza sconfitta in campionato, la seconda fuori casa, e riduce di tre punti il vantaggio della capolista da Inter (che recupera e, con 54 punti, fa scattare il testa a testa) e Lazio (53 punti).

Per l’allenatore Maurizio Sarri, la causa va fatta risalire in parte alla formazione fuori casa; ma, soprattutto, il problema della squadra è una questione “mentale”.

Come sta andando la parabola Juventus nelle ultime settimane?

“Il Verona merita tutto il credito possibile, sono stati aggressivi dall’inizio alla fine e sapevamo che lo sarebbero stati. Eravamo consapevoli che fosse importante tenere duro per i primi 25 minuti, e che poi avremmo avuto le nostre occasioni”, ha commentato Sarri alla fine della partita.

“Questa squadra è stata abituata a vincere facilmente negli ultimi anni e dobbiamo metterci in testa che non possiamo permetterci di perdere punti”, ha continuato Sarri. L’ex allenatore del Napoli e del Chelsea, che ha rimpiazzato Massimiliano Allegri nel 2019, inizia a sollevare non pochi dubbi in casa Juventus.

Il record di Ronaldo

La sconfitta di ieri mette in ombra l’ottima performance di Cristiano Ronaldo, il profumatissimo acquisto della scorsa stagione in casa Juventus che, con il gol di ieri, è arrivato a quota 70 reti in 50 partite, di cui gli ultimi 14 in nove partite nella Juve di Sarri.

Ronaldo avrebbe dunque tutte le carte in regola per rappresentare un buon ritorno dall’investimento iniziale del club bianconero. Nel 2018, il club ha speso circa 100 milioni di euro per acquistarlo dal Real Madrid. Il giocatore resterà nei bianconeri fino al 30 giugno 2022.

L’acquisto ha pesato non poco sul bilancio 2019 del club. I costi per il personale tesserato sono aumentati quell’anno di 68 milioni di euro (da 233 a 301 milioni), con i 31 milioni netti (54 milioni lordi) per Ronaldo a stagione che hanno già pesato sul bilancio al 30 giugno 2019. Certo, il club è rientrato anche di alcuni costi, con il ritorno in visibilità del club che ha impattato sui ricavi – grazie soprattutto ad Adidas che, al momento del rinnovo del contratto, ha pagato un bonus da 15 milioni di euro (accordo che ancora deve entrare pienamente in vigore).

Cosa si prevede per il futuro?

Nel frattempo, la Juventus sente sempre di più il fiato sul collo di Inter e Lazio. Prima di ieri le ultime due si collocavano rispettivamente seconda e terza classificata in Campionato: ieri i neroazzurri hanno vinto il derby di Milano 4 a 2, mentre la Lazio ha sconfitto il Parma 1-0, scalando rispettivamente a 54 e 53 punti.

Come sta andando il titolo in Borsa?

Dopo la sconfitta di ieri, il titolo Juventus ha aperto la sessione di stamattina a quota 1,130 euro, per poi subire un ribasso fino a perdere l’1,27%, a 1,13 euro. Le quotazioni viaggiano attualmente a 1,395 euro per azione.

Scopri come fare trading sulle azioni Juventus e altri mercati con IG.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali.

  • Aumenta la tua esposizione nel mercato con la leva
  • Spread a partire da solo 0,1% sui principali indici globali
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading