Azioni Fca in netto rialzo mentre per l’intero settore auto crollano le prospettive sulle vendite

Oltre tre milioni di immatricolazioni in meno nel 2020, un crollo del 41,5% solo tra marzo e aprile. Ma le quotazioni Fca vanno oltre e guadagnano oltre il 5% in vista del maxi finanziamento pubblico

Nel 2020 verranno vendute oltre tre milioni di automobili in meno rispetto all’anno precedente nell’Unione Europea: è la drastica stima dell’Acea (European Automobile Manufacturers’ Association), che ha rivisto le stime delle vendite per l’anno in corso, in considerazione della crisi coronavirus che, tra i settori più colpiti, vede anche quello dell’automotive.

Quali sono le prospettive di Acea per il 2020?

All’inizio dell’anno, l’associazione che riunisce i principali produttori automobilistici d’Europa aveva stimato un calo del 2% sulle immatricolazioni delle nuove auto; le previsioni sono state ora riviste al ribasso del 25%.

Si tratta di un calo record per il settore, che dal 2013 aveva ricominciato a vedere cifre positive dopo il calo seguito alla crisi economico-finanziaria del 2008 – comunque non paragonabile a quello a cui sta assistendo ora: ancora nel 2010 vennero registrate solo il 5,6% di vetture in meno rispetto all’anno precedete.

Nel 2020, invece, Acea stima che le vendite in Europa scenderanno da 12,8 a 9,6 milioni, un calo di oltre tre milioni – e ciò tenendo in considerazione il fatto che, a scanso di seconde ondate di coronavirus, nei prossimi mesi il mercato dell’auto non potrà che riprendersi, dopo aver subito una contrazione del 41,5% tra metà maggio e maggio.

Quali sono le alternative?

“Acea conserva la speranza che questo terribile scenario possa essere mitigato con misure forti e veloci da parte dell’Ue e dei governi nazionali” fa sapere Eric-Mark Huitema, direttore generale Acea. “Dato il crollo senza precedenti nelle vendite, in tutta l’Ue sono necessari in maniera urgente incentivi all’acquisto e schemi di rottamazione, per creare la domanda necessaria per nuove vetture”.

Da una parte, dunque, la richiesta di “supporto politico ed economico” da parte delle istituzioni comunitarie e dei governi nazionali, per risollevare un settore che da solo impiega circa 13,8 milioni di cittadini europei (il 6,1% degli impiegati in Ue) e le cui tasse sui veicoli forniscono circa 440,4 miliardi di euro in diversi mercati chiave comunitari.

Dall’altra, la necessità di implementare una svolta green in un mercato, quello dell’automotive, in forte cambiamento. Già lo scorso 13 maggio gli amministratori delegati delle principali case automobilistiche, riuniti sotto l’Acea, avevano incontrato il vice presidente per il Green-Deal della Commissione Europea Frans Timmermans, insieme a Thierry Breton, il commissario per il mercato interno, in una riunione volta al rilancio del mercato (maggio è stato il mese nero per il settore automotive, con un calo delle vendite del 95% in Ue) in un’ottica sempre più ecosostenibile.

D’altra parte, quando si parla di rilancio dell’economia la svolta green non può non essere tenuta in considerazione: a maggior ragione perché lo stesso Recovery Plan, in partenza (presumibilmente) dal 2021 e su cui al momento sti stanno confrontando i governi comunitari, dopo un primo passaggio al Consiglio dei Ministri Europeo di venerdì scorso, la pone tra i propri capisaldi, prevedendo il finanziamento del fondo proprio tramite tasse, tra le altre, sui consumi non ecosostenibili.

Apri un conto demo con IG per metterti alla prova senza rischi oppure apri un conto reale per iniziare ora a fare trading

Perché le quotazioni Fca invece oggi avanzano?

In controtendenza rispetto al settore di riferimento, l’italo-statunitense Fiat-Chrysler Automobiles oggi sul Ftse Mib guadagna il 5,43% e sale a oltre 9 euro per azione, tra le performance migliori del listino di Milano.

A trainare le quotazioni Fca è la prospettiva, ormai quasi del tutto certa, del prestito da 6,3 miliardi di euro, concesso da Intesa Sanpaolo e coperto all’80% da garanzia statale Sace. Il prossimo passaggio sarà l'audizione informale dei rappresentanti dell'azienda in commissione Industria del Senato, il 25 giugno, dall’esito di fatto scontato.

A fronte del prestito, Fca dovrà attenersi a specifiche condizioni imposte dall’istituto di credito e dal governo: almeno 5,2 miliardi da investire sul territorio italiano, evitare delocalizzazioni, sostenere la piena occupazione.

Unica ombra all’orizzonte è il processo di fusione con la francese Psa, il cui accordo prevede il pagamento di una cedola straordianaria da 5,5 miliardi di euro agli azionisti.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali.

  • Aumenta la tua esposizione nel mercato con la leva
  • Spread a partire da solo 0,1% sui principali indici globali
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading