Azioni Fca in calo nonostante dati su immatricolazioni sempre migliori

Dall’inizio dell’anno in Italia sono state vendute oltre il 29% di vetture in meno rispetto al 2019, -8% solo a novembre. Fca resiste, mentre proseguono le trattative per la fusione con Psa

Proseguono i cali sulle quotazioni Fca. Dopo un tentativo di avvio al di sopra della parità le azioni azioni perdono lo 0,67% e scendono a 13,14 euro l'una.

Il titolo si allinea al trend di oggi su Piazza Affari, che prende fiato dopo il novembre migliore di sempre e un avvio di dicembre su di giri, in vista di un vaccino anti-covid sempre più vicino.

Fca: cosa sta influendo sulle quotazioni?

Proprio gli effetti della pandemia di covid-19 continuano a gravare sul settore. Ieri a mercati chiusi il ministero dei Trasporti ha rilasciato i dati sulle immatricolazioni di novembre: 138.405 vetture immatricolate nell’ultimo mese, l’8,34% in meno rispetto al novembre 2019 (quando erano state 151.001 unità).

Il calo accelera notevolmente rispetto a ottobre, quando era stato del solo 0,18%. Non a caso: settembre e ottobre sono stati i mesi del tentativo di ripresa economica, dopo una primavera da dimenticare con immatricolazioni in calo di oltre l’80% (a causa delle misure di lockdown) e un’estate alla rincorsa del rimbalzo.

Dall’inizio dell’anno le nuove immatricolazioni in Italia sono crollate del 28,97%: poco più di un milione e 200 mila vetture, mentre nello stesso periodo del 2019 erano state 1.776.501 unità.

Come si posiziona Fca?

Rispetto al mercato, tuttavia, Fca riesce a contenere le perdite. Il gruppo ha registrato 34.566 immatricolazioni, in rialzo dell'1,41% rispetto allo stesso mese del 2019 (34.085 nuove vetture immatricolate).

Resta comunque negativo il livello delle vendite dall’inizio dell’anno, che segna una perdita del 28,83% (da 421.080 unità a 299.690), in linea con il mercato italiano.

Come procede la fusione con Psa?

Fca si dimostra quindi particolarmente resistente alla crisi del settore automobilistico. Un bene, soprattutto perché, proprio in piena crisi, proseguono le trattative per la fusione con la francese Psa (Peugeot Societé Anonyme): il nuovo colosso dell’automotive si chiamerà Stellantis e dovrebbe vedere la luce già nel primo trimestre del 2021.

L’ultimo ostacolo al progetto: la Cade (Conselho Administrativo de Defesa Econômica), autorità antritrust brasiliana, che nelle scorse settimane ha avanzato richiesta di ulteriori approfondimenti sulla fusione. La Cade in realtà aveva già deciso lo scorso 9 novembre di dare il via libera all’operazione, contribuendo (nel lunedì dei rally su tutti gli indici globali) a far raggiungere alle azioni Fca i massimi da fine febbraio.

Dopo l’ok di Usa, Giappone e Russia, manca tuttavia ancora il nullaosta dall’autorità per la concorrenza europea. Le prospettive sono comunque buone: Bruxelles sembrerebbe essersi tranquillizzata dopo aver visionato il piano industriale per la produzione di veicoli commerciali leggeri in partnership con Toyota.

Come sfruttare le occasioni di trading?

Interessato al trading sugli indici globali, forex o azioni? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG Bank in pochi passi:

  1. Crea un contro IG Bank o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità

Fai trading sui principali indici globali.

  • Opera su mercati al rialzo e al ribasso
  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti sull'US 500
  • Trading sui principali indici disponibile H24

Vedi opportunità sugli indici?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti sull'US 500
  • Trading sui principali indici disponibile H24
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading