Azioni Eni, quattro variabili in vista della trimestrale

Produzione in forte calo (sia per coronavirus che per i tagli dell’Opec+), svolta green punta di diamante e dividendo a rischio: ecco come si presenta Eni all’appuntamento con i conti del secondo trimestre

Quelli che Eni presenterà il prossimo 30 luglio non solo saranno i conti del trimestre più colpito dalla pandemia di Covid-19, ma di uno dei settori più sensibili - quello petrolifero.

Il Cane a sei zampe è infatti tra le vittime dello scontro al ribasso sui prezzi del greggio tra Arabia Saudita e Russia - quando le due produttrici di petrolio hanno aumentato in maniera esponenziale l’estrazione di greggio per abbassarne il prezzo e spingersi a vicenda ad accettare l’una le pretese dell’altra sul tema dei tagli alla produzione in sede Opec+. Tagli che, alla fine, sono entrati in vigore: 9,7 milioni di barili (che da agosto scenderanno a 5,8 milioni), con conseguenze sulla crescita dei titoli petroliferi.

Il crollo del barile, insieme alle fosche prospettive economiche causate da un virus contro cui ancora non è stata trovata una cura, sono i fattori principali che peseranno sui conti del secondo trimestre di Eni.

Cosa prevedono gli analisti?

Per Equita Sim, quelli che si vanno chiudendo sono i tre mesi più deboli degli ultimi 12 anni. “Ipotizziamo un calo della produzione del 5,5% su base annua a causa della discesa dei volumi in Libia, in Italia e in funzione dei tagli operati Opec+”.

Nello specifico, la Sim prevede una perdita netta di 669 milioni di euro mentre l’Ebit scenderà di 568 milioni. Negativa la posizione finanziaria netta, che si attende in rosso di 20,8 miliardi di euro (nel primo trimestre era salita di circa 18 milioni di euro).

Ci sarà una svolta green?

“Riteniamo che gli investimenti green avrebbero un costo del capitale decisamente inferiore rispetto al business degli idrocarburi”, prosegue l’analisi di Equita. “Tuttavia, la discesa dei prezzi del greggio e del gas non permette però di avere la flessibilità finanziaria necessaria per incrementare significativamente il budget nei progetti low carbon, senza rivedere l'attuale livello di dividendo”.

D'altra parte, l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi sembra del tutto intenzionato a proseguire per questa strada. “Confermiamo la nostra strategia finalizzata a far diventare Eni leader nella decarbonizzazione, nonostante gli impatti di ampia portata che la pandemia Covid-19 sta avendo sull’economia e sul gruppo. Possibili accelerazioni del percorso sono in corso di valutazione”, dichiarava già all’inizio di luglio, in occasione della revisione dello scenario 2020-24.

Scopri come fare trading sulle azioni Eni e altri mercati con IG

Cosa ne sarà del dividendo?

Investire da una parte equivale a tagliare dall’altra. Proprio a proposito di svolta ecosostenibile, la banca di investimento considera la possibilità di un freno al dividendo, che per altro potrebbe arrivare prima del previsto, già prima della fine del mese. Equita Sim si aspetta una riduzione del 20%-30% della cedola già dal secondo trimestre.

Il prezzo del petrolio

Dall’inizio dell’anno il prezzo del barile è crollato di oltre il 32%: non solo la guerra dei prezzi tra Russia e Arabia Saudita, ma anche e soprattutto a causa della riduzione dei trasporti e della domanda in generale, seguita alle misure di lockdown messe in atto per contenere la diffusione del Covid-19.

Proprio per questo all’inizio di luglio Eni ha annunciato una revisione al ribasso delle previsioni economiche al 2024, stimando un costo del barile in calo dagli stimati 70 dollari a 60 entro tre anni. “La nostra stima sull'utile aggiustato non tiene conto della svalutazione di circa 3,5 miliardi di euro già annunciata da Eni a seguito delle nuove ipotesi sul prezzo degli idrocarburi nel medio termine”, chiarisce Equita Sim nel suo report.

Come si stanno muovendo le azioni Eni?

Al momento le azioni Eni viaggiano in ribasso dello 0,24%, a 8,98 euro. Sono giorni difficili per l’amministrazione del Cane a Sei Zampe: ieri le quotazioni sono scese di oltre il 3% all'indomani della richiesta della Procura di Milano di condanna a otto anni per l'attuale amministratore delegato Descalzi e dell’ex ad S​caroni, accusati di aver versato tangenti da 1,1 miliardi di dollari al governo della Nigeria.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i CFD.

  • Aumenta la tua esposizione sul mercato con la leva
  • Spread a partire dallo 0,1%
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading