Andamento EUR/GBP debole alla notizia dei prossimi colloqui per la Brexit

Approvato oggi il mandato comunitario: le negoziazioni con Londra partiranno il 2 marzo

Nelle ultime ore a tenere banco è stata l’emergenza coronavirus. Da venerdì scorso, quando è stata individuato il primo caso in Italia, la situazione è peggiorata in maniera esponenziale, rendendoci il terzo paese al mondo per contagi.

La reazione sul Ftse Mib è stata immediata: l’indice di Milano ieri ha perso quasi il 5%, per poi tentare (senza riuscirci) di riprendersi stamattina. Piazza Affari ha trascinato con sé l’intero comparto europeo, provocando ribassi fino a quasi quattro punti percentuale.

Quali sono stati i riflessi sul cambio EUR/GBP?

D’altra parte, la crisi coronavirus non ha avuto troppi effetti sull’andamento del rapporto tra euro e sterlina. La notizia di oggi infatti, passata in secondo piano ma rilevante per le relazioni tra le due valute (oltre che tra Regno Unito e Unione Europea) riguarda proprio il mandato che Bruxelles ha conferito al capo negoziatore da parte comunitaria, Michael Barnier, a procedere con le discussioni con la propria controparte britannica sul tema Brexit.

Oggi infatti la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato che i negoziati per la cosiddetta Brexit “economica” potranno iniziare dal 2 marzo: “Siamo pronti a costruire una partnership stretta e ambiziosa con il Regno Unito”, ha scritto von der Leyen su twitter. “Questo fa bene alle persone, fa bene agli affari”.

Il mandato, conferito ufficialmente alla Commissione dal Consiglio Europeo, definisce chiaramente gli obiettivi dell'Unione, delineando una potenziale partnership “ambiziosa” con Londra. Il modello vuole essere quello di un “accordo di libero scambio con il Regno Unito che garantisca l’applicazione di tariffe e quote zero negli scambi di merci”.

“Nei prossimi mesi, in maniera estremamente calma e metodica, insisteremo per avere un partenariato giusto ed equilibrato” ha dichiarato Barnier. D’altra parte, il capo negoziatore ha anche ricordato che i 27 non punteranno alla chiusura di un accordo “ad ogni costo”.

Tra i punti più controversi vi è quello sulla pesca, da raggiungere almeno entro il luglio 2020, così da poter effettivamente sfruttare le risorse ittiche dopo il periodo di transizione; ma anche la cooperazione nei settori del digitale, proprietà intellettuale, appalti pubblici ,trasporti ed energia. Assorbiranno molte energie anche le discussioni circa il tema della difesa e sicurezza.

Il testo, approvato anche da una delegazione di dei principali ministri britannici presieduta da Boris Johnson, verrà pubblicato giovedì. David Frost sarà alla guida dei negoziati da parte britannica.

Come ha reagito il cambio EUR/GBP?

In giornata la sterlinaè arrivata a toccare massimi che non vedeva da mercoledì scorso, arrivando a quota 0,8338 rispetto alla moneta unica, salvo poi risalire gradualmente a 0,8362. Il prossimo appuntamento in grado di imprimere ulteriore volatilità sull’andamento della coppia valutaria sarà la riunione della Bank of England, prevista per il 26 marzo, quando si stabilirà se procede con un taglio dei tassi (attualmente a 0,75%).

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Inizia ora a fare trading sul forex

Fai trading nel mercato più grande e liquido al mondo.

  • Spread a partire da soli 0,6 pip su EUR/USD
  • Analizza i movimenti di mercato con il nostro pacchetto di grafici
  • Opera con le nostre piattaforme di trading, anche da mobile

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading