NFPs di gennaio: +113k vs attese fissate a +180k, tasso di disoccupazione scende al 6,6%

Euro/dollaro reagisce facendo un +65 pips ma poi retrocede a 1,3585

I nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli in Usa a gennaio sono saliti di sole 113 mila unità, contro le 180 mila attese. Il tasso di disoccupazione è sceso al 6,6% (dal 6,7% di dicembre). Sul 2013 la crescita media mensile dei posti di lavoro è stata di 194 mila unità. E’ stato rivisto ancora al rialzo il dato di novembre a +274 mila unità da 241 mila e  anche il dato di dicembre a +75 mila unità da 74 mila. Il tasso di partecipazione alla forza lavoro è salito di 0,2 punti percentuali, arrivando al 63%.

I nuovi posti di lavoro hanno deluso le nostre attese ma crediamo che non siano risultati così negativi da poter fermare il processo di tapering. Riteniamo positivo il fatto che le revisioni al rialzo dei mesi precedenti (il dato sul mese di novembre è passato da una prima lettura di +201 mila a una seconda di 241 mila e una finale di +274) abbiano portato la media dei posti di lavoro creati mensilmente vicino a quel +200k desiderato proprio dalla Federal Reserve. Lo stesso tasso di disoccupazione si trova in un pattern ribassista che ormai prosegue da tempo e si avvicina sempre più al 6,5%, obiettivo dell’istituto centrale del paese a stelle e strisce.

Anche osservando il cambio euro/dollaro, possiamo verificare immediatamente che dopo uno spike rialzista a 1,3644 (+65 pips) il cross è sceso fino sui valori pre-dato. Stesso discorso possiamo farlo per il CFD sul Dow Jones sceso a 15520 punti per poi tornare a 15650. 

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.