La Cina inciampa, ma i mercati asiatici non si lasciano impressionare

JPN_Hero_Prospect_China

Il motore economico cinese inciampa nuovamente. La produzione industriale è cresciuta solo del 6%, le vendite al dettaglio sono aumentate del 10,2% e gli investimenti in immobilizzazioni dell’8,1%. Cifre che qui noi in Europa possiamo solo sognare, e tuttavia deludenti per la Cina. In quanto motore economico globale le attese sulla Cina sono elevate, e fino alla crisi finanziaria globale del 2008 i risultati cinesi avevano un’unica direzione – verso l’alto. Da allora, i tassi di crescita si sono indeboliti, ed i numeri pubblicati oggi, che sarebbero assai positivi per qualsiasi altro paese, hanno deluso. I numeri non sono solo inferiori alle attese degli analisti intervistati da Bloomberg, ma, fatto ancora peggiore, non erano mai stati così bassi dall’inizio del nuovo millennio. Ci dovremo abituare, volenti o nolenti, a questa nuova realtà.

Nonostante i numeri peggiori delle attese, le borse in estremo oriente hanno reagito nel modo opposto. Così il cinese CSI 300 ha chiuso in rialzo dell‘1,88% ed il Nikkei in rialzo dell‘1,1%. La ragione è che il mercato si aspetta, a causa di questi numeri negativi, un ulteriore allentamento della politica della banca centrale ed un aumento degli investimenti in infrastrutture. Si continua a vedere quello che è diventato l’ordine del giorno a partire dallo scoppio della crisi finanziaria: la situazione reale viene semplicemente oscurata dalla speranza di ulteriori interventi. Spero solo che la realtà non debba svegliarci un bel giorno in modo molto doloroso.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.